Alta Via dei Giganti - Tappa #11

L'Alta Via n.1, denominata ALTA VIA DEI GIGANTI, è un itinerario escursionistico dallo scenario incomparabile: si sviluppa infatti ai piedi dei massicci più elevati d’Europa, quali il Monte Rosa, il Cervino e il Monte Bianco. Questo itinerario offre, accanto ai superbi esempi di architettura naturale delle Alpi, impareggiabili testimonianze di architettura rurale, strettamente legata alla vita degli alpeggi.

Tracciata lungo la sinistra orografica della Dora Baltea, l’Alta Via n.1 è percorribile da chiunque poiché si snoda lungo sentieri ben tracciati e interamentesegnalati. Si sviluppa in 17 tappe giornaliere, da Donnas Courmayeur (richiedono in media 3/5 ore di cammino ciascuna) mettendo a disposizione dell’escursionista punti di sosta e ristoro per ogni necessità.

L’elevato valore naturalistico di questi ambienti e le alte e celebri montagne, cariche di storia e di imprese, che ne fungono da superba cornice, offrono un quadro d’altri tempi che l’escursionista dovrà semplicemente ammirare ed apprezzare.

11° TAPPA: Rifugio Cuney - Oyace (14 km)

Dal Rifugio Cuney (2.652 m.) si scende brevemente tra alcuni dossi, dirigendosi verso destra e costeggiando una fascia rocciosa che porta su un pianoro: salendo sulla destra si raggiunge il Col Chaleby. Da qui il sentiero scende il ripido pendio erboso sino ad una conca, dove si scorgono i resti di una baita, per riprendere poi a salire decisamente a mezza costa e raggiungere il bivacco Rosaire Clermont e quindi il Col de Vessonaz (2.793 m.).

Da qui parte un lungo tratto di discesa. La prima parte è ripida e conduce, tenendosi sulla destra sotto un modesto contrafforte roccioso, l’alpeggio Arp Damon. Si prosegue ancora verso destra per portarsi in una valletta rocciosa, al cui termine si percorre un bosco di conifere fino a raggiungere il pianoro erboso dove sorge l’alpeggio Arp Vieille. Dall’alpeggio, il sentiero attraversa quindi il pianoro, rientra nel bosco e scende sino ad una radura. Superato il ponte della Betenda, sul torrente Buthier, il sentiero si inoltra in salita nel bosco e raggiunge l’alpe Betendaz, prosegue fino al bivio per la Tour d’Oyace (Tornalla), quindi scende nei pressi dell’abitato di Oyace, dove, dall’estate 2015, è possibile pernottare in un dortoir.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva

Punti d'interesse

COL VESSONA
COL VESSONA

Valico panoramico posto a 2.793 metri, con belle vedute sulla Valpelline, sul Grand Combin e Velan, sul vicino Monte Faroma ed anche sul gruppo del Rosa. Poco sotto il colle c’è il bivacco Rosaire-Clement, una baita in pietra costruita nel 1989 che è arrivo di tappa di diversi itinerari escursionistici nella zona e ottimo punto di ristoro.

LA TORNALLA
LA TORNALLA

In posizione isolata, a dominare la valle, la Tour d’Oyace o Tornalla è un’antichissima torre castellata risalente al XII secolo. A pianta ottagonale (un unicum in Valle d’Aosta), con muri spessi quasi due metri, la torre è di fatto ciò che resta del castello medievale appartenuto ai Signori di Oyace, che Amedeo IV di Savoia, tra il 1233 e il 1253, decise di far smantellare. Una leggenda popolare narra che la torre sarebbe stata costruita da un gruppo di Saraceni rifugiatisi in Valpelline intorno al 1000 d.C.

ORRIDO DI BETENDA
ORRIDO DI BETENDA

Profonda forra scavata nei secoli dal torrente Buthier, raccogliendo le acque provenienti dal ghiacciaio delle Grandes Murailles. E’ tra le più profonde e caratteristiche del territorio, importante luogo d’interesse escursionistico. L’orrido è attraversato dal Ponte della Betenda: un primo ponte venne costruito nel 1352 in legno, mentre quello attuale è in pietra e risale al 1688.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Giganti - Tappa #11. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Giganti - Tappa #11

Dati tecnici

Comune di partenza: Nus

Partenza: Rifugio Cuney

Comune di arrivo: Oyace

Arrivo: Oyace

Lunghezza(km.): 14

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Vie brevi - Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 498

Dislivello in discesa (m): 1697

Punto più alto (m): 2793

Punto più basso (m): 1354

Durata (h): 5

Link Utili

http://www.lovevda.it/it/sport/escursionismo/alte-vie/alta-via-1