Alta Via dei Giganti - Tappa #2

L'Alta Via n.1, denominata ALTA VIA DEI GIGANTI, è un itinerario escursionistico dallo scenario incomparabile: si sviluppa infatti ai piedi dei massicci più elevati d’Europa, quali il Monte Rosa, il Cervino e il Monte Bianco. Questo itinerario offre, accanto ai superbi esempi di architettura naturale delle Alpi, impareggiabili testimonianze di architettura rurale, strettamente legata alla vita degli alpeggi.

Tracciata lungo la sinistra orografica della Dora Baltea, l’Alta Via n.1 è percorribile da chiunque poiché si snoda lungo sentieri ben tracciati e interamente segnalati. Si sviluppa in 17 tappe giornaliere, da Donnas Courmayeur (richiedono in media 3/5 ore di cammino ciascuna), mettendo a disposizione dell’escursionista punti di sosta e ristoro per ogni necessità.

L’elevato valore naturalistico di questi ambienti e le alte e celebri montagne, cariche di storia e di imprese, che ne fungono da superba cornice, offrono un quadro d’altri tempi che l’escursionista dovrà semplicemente ammirare ed apprezzare.

2° TAPPASassa - Rifugio Coda (8,61 km)

Descrizione tecnica: Da Sassa il percorso prosegue scorrevole e, tra prati, pascoli e bosco, si attraversa il torrente Giassit costeggiandolo sino a raggiungere località Revers. Qui è possibile osservare l'ottocentesca “Miniera d’oro”, facendo una piccola deviazione sul ponticello ad arco in pietra, e poi località Moline.

Raggiunta la strada sterrata, la si segue fino al primo tornante da dove ha inizio il sentiero che sale verso il Col Giassit (2.024 m.), toccando le località Pian da Rouza, Larpit e Le Stret. Percorsa tutta la conca del Giassit, si arriva al colle omonimo, sulla cui cima vi è una massiccia croce in legno eretta dai valligiani nel 1954.

Da qui il sentiero prosegue costeggiando la conca di Béchéra in leggera salita, arrivando al Colle della Lace (2.120 m.). Il tracciato procede a sinistra costeggiando il Mont Roux dal lato biellese, in un saliscendi di piccoli valloni, sfiorando la vetta del Mont Bechit (2.320 m), fino al raggiungimento del Colle Carisey. Si prosegue quindi sulla cresta erbosa fino al Rifugio Coda (2.280 m.), arrivo di tappa.

Vai alla tappa precedente Vai alla tappa successiva

Punti d'interesse

MINIERA D’ORO DI REVERS
MINIERA D’ORO DI REVERS

All'altezza del ponte in pietra che attraversa il torrente Giassit, si trova una galleria, che entra nella montagna per qualche decina di metri. Da qui si estrasse l'oro dal 1816 al 1826. All’entrata si nota il filone di quarzo mineralizzato a pirite che è stato oggetto della coltivazione. Si può entrare nella galleria senza pericolo, in cerca di qualche pepita o cristallo, purché muniti di una torcia. 

COLLE DELLA LACE
COLLE DELLA LACE

Storico valico alpino delle Alpi Bernesi che fa da collegamento pedonale tra il Biellese (Valle dell'Elvo), il Canavese (Vallone di Trovinasse) e, tramite il vicinissimo Colle Giassit, la Valle d'Aosta (Valle del Lys). Oltre all’Alta Via dei Giganti, dal Colle della Lace passa un altro importante itinerario escursionistico italiano, la Grande Traversata delle Alpi, che unisce tutto l'arco alpino occidentale del Piemonte. La cima del colle raggiunge i 2.120 metri di quota.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Giganti - Tappa #2. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Giganti - Tappa #2

Dati tecnici

Comune di partenza: Lillianes

Partenza: Sassa

Comune di arrivo: Fontainemore

Arrivo: Rifugio Coda

Lunghezza(km.): 9

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Vie medie - Giornata intera

Dislivello in salita (m): 1350

Dislivello in discesa (m): 335

Punto più alto (m): 2287

Punto più basso (m): 1222

Durata (h): 4

Link Utili

www.lovevda.it/it/sport/escursionismo/alte-vie/alta-via-1