Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #33

AVML Tappa 33: Da Passo delle Lame a Passo della Spingarda

L'Alta Via dei Monti Liguri è un percorso di "confine", che separa la costa mediterranea dall'entroterra selvaggio, tra mare e cielo, Alpi ed Appennini. Come un'autostrada verde attraversa tutta la Liguria, per un totale di 440 km lungo crinali soleggiati, praterie erbose e boschi ombrosi.

Chi si avventura per l'Alta Via dei Monti Liguri a piedi può godere di punti panoramici affascinanti, da cui lo sguardo può spaziare fino alla Corsica, il Monviso e il Monte Rosa, ma notevole è anche il patrimonio storico e culturale, tra linee di fortificazioni e splendidi borghi che meritano di essere visitati.

Il segnavia rosso-bianco-rosso con la sigla AV identifica l'itinerario da seguire lungo tutto il percorso, che non presenta particolari difficoltà e può essere tranquillamente affrontato durante tutto l'anno da escursionisti medi. Inoltre, l'Alta Via dei Monti Liguri è circondata da una rete di sentieri e mulattiere ed incrocia tutte le varianti di valico, permettendo di spezzare l'itinerario a proprio piacimento.

Lungo le 43 tappe dell'itinerario trekking sono presenti numerose strutture ricettive appartenenti all'Associazione Ospitalità Alta Via dei Monti Liguri, dove dormire, mangiare, ottenere riparo in caso di condizioni climatiche avverse e modificare le tappe secondo le proprie necessità e capacità.
E' attivo un servizio di assistenza h24 al numero +39 3381629347.
Su www.altaviainfoh24.com (cui vanno i credits per il tracciato gpx dell'Alta Via dei Monti Liguri qui pubblicato) è possibile acquistare la guida ufficiale del percorso.

33° TAPPA: Passo delle Lame - Passo della Spingarda (6,7 km) (Tappa 4 della sezione 12 sulla guida in rete www.altaviainfoh24.com)

Dopo averne lambito a lungo i confini, in questa nuova tappa l'Alta Via dei Monti Liguri si tuffa nel verde incanto del Parco dell'Aveto.

Il trekking parte al Passo delle Lame, con un iniziale tracciato semi pianeggiante che lascia presto spazio alla salita, prevalente in questa tappa.
L'itinerario entra nella Foresta demaniale delle Lame, un gioiello della natura, tra pini, faggi e abeti. Qui si trova anche la Riserva delle Agoraie, dal microclima eccezionale (in inverno si toccano anche i -31°), dove sopravvivono piante che si incontrano a latitudini molto più settentrionali, con suggestivi laghi glaciali come quello degli Abeti, dove tronchi di abete bianco si intravedono sul fondale. Luoghi bellissimi, per il cui accesso serve però un permesso speciale a fini didattici o scientifici.

La salita prosegue su una sella erbosa, con vista sul Lago di Giacopiane, giungendo prima al Monte delle Lame, poi alla vetta del Monte Aiona (1700 mt.).
Qui l'atmosfera è lunare, con poca vegetazione e molti detriti di pietra, mentre sul percorso la segnaletica è molto diffusa, non per caso: si tratta infatti di una zona spesso coperta dalla nebbia e dal campo magnetico notevolmente alterato, dove la bussola letteralmente "impazzisce" a causa della particolare natura della roccia.

L'ultimo tratto dell'escursione porta al Passo della Spingarda, punto di arrivo della tappa.

Vai alla tappa precedente #32
Vai alla tappa successiva #34

Vista sull'Aiona @ph. Terensky Passo della Spingarda @ph. Pampuco Monte Aiona @ph. Iz1ksv

Punti d'interesse

PARCO NATURALE REGIONALE DELL'AVETO
PARCO NATURALE REGIONALE DELL'AVETO

Si tratta di un'area naturale protetta della provincia di Genova. Fu istituita nel 1995 e ha una superficie complessiva di 3.018 ettari. Il parco copre una delle aree naturalisticamente più importanti dell'intero Appennino Ligure, offrendo numerose possibilità di trekking ed escursioni a piedi o in bici. E' inoltre una delle poche zone in Italia dove è possibile avvistare l'aquila reale.

RISERVA NATURALE AGORAIE DI SOPRA E MOGGETTO
RISERVA NATURALE AGORAIE DI SOPRA E MOGGETTO

E’ un’area naturale protetta di 17 ettari situata alle pendici del Monte Aiona, all'interno del Parco naturale regionale dell'Aveto. La riserva è suddivisa in due aree recintate: le Agoraie, che occupano la maggior parte del territorio, e il Moggetto. Le Agoraie sono un gruppo di laghetti di origine glaciale: ci sono quattro laghi perenni (Lago degli Abeti, Lago Riondo, Agoraie di Mezzo e Agoraie di Fondo) e due stagionali (Pozza degli Abeti e Stagno Piccolo). Il lago più peculiare è il lago degli Abeti, che deve il suo nome alla presenza sui suoi fondali di numerosi tronchi fossili di abeti. Il Moggetto, chiamato anche Stagno Lagastro, è un lago anch'esso stagionale, nel quale trova spazio una notevole ittiofauna. Poco più a nord c’è anche il Lago delle Lame, di origine glaciale e situato nella zona interna della foresta omonima, ad un’altezza di oltre 1000 metri. La Riserva presenta una flora molto varia, dominata dal faggio. L'area è accessibile solo per motivi didattici e scientifici.

MONTE AIONA
MONTE AIONA

Posto sullo spartiacque Ligure/Padano, al confine tra la valle Sturla e la vallata dell'Aveto, il Monte Aiona è una delle mete preferite delle escursioni in Val d’Aveto. E’ caratterizzato da versanti poco inclinati, con un altopiano sommitale brullo e disseminato di blocchi di pietra, che gli conferiscono un aspetto lunare. La vetta è una vera terrazza panoramica sulla Riviera Ligure e sul vicino Monte Penna: sul punto culminante sorgono una croce metallica e una lastra che porta incisa la rosa dei venti.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #33. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #33

Dati tecnici

Comune di partenza: Rezzoaglio

Partenza: Passo delle Lame

Comune di arrivo: Borzonasca

Arrivo: Passo della Spingarda

Lunghezza(km.): 7

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 420

Dislivello in discesa (m): 170

Punto più alto (m): 1686

Punto più basso (m): 1307

Durata (h): 3