Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #34

AVML Tappa 34: Da Passo della Spingarda a Passo del Bocco

L'Alta Via dei Monti Liguri è un percorso di "confine", che separa la costa mediterranea dall'entroterra selvaggio, tra mare e cielo, Alpi ed Appennini. Come un'autostrada verde attraversa tutta la Liguria, per un totale di 440 km lungo crinali soleggiati, praterie erbose e boschi ombrosi.

Chi si avventura per l'Alta Via dei Monti Liguri a piedi può godere di punti panoramici affascinanti, da cui lo sguardo può spaziare fino alla Corsica, il Monviso e il Monte Rosa, ma notevole è anche il patrimonio storico e culturale, tra linee di fortificazioni e splendidi borghi che meritano di essere visitati.

Il segnavia rosso-bianco-rosso con la sigla AV identifica l'itinerario da seguire lungo tutto il percorso, che non presenta particolari difficoltà e può essere tranquillamente affrontato durante tutto l'anno da escursionisti medi. Inoltre, l'Alta Via dei Monti Liguri è circondata da una rete di sentieri e mulattiere ed incrocia tutte le varianti di valico, permettendo di spezzare l'itinerario a proprio piacimento.

Lungo le 43 tappe dell'itinerario trekking sono presenti numerose strutture ricettive appartenenti all'Associazione Ospitalità Alta Via dei Monti Liguri, dove dormire, mangiare, ottenere riparo in caso di condizioni climatiche avverse e modificare le tappe secondo le proprie necessità e capacità.
E' attivo un servizio di assistenza h24 al numero +39 3381629347.
Su www.altaviainfoh24.com (cui vanno i credits per il tracciato gpx dell'Alta Via dei Monti Liguri qui pubblicato) è possibile acquistare la guida ufficiale del percorso.

34° TAPPA: Passo della Spingarda - Passo del Bocco (11,9 km) (Tappa 1 della sezione 13 sulla guida in rete www.altaviainfoh24.com)

Nel fantastico scenario naturale del Parco dell'Aveto, il trekking più affascinante della Liguria riparte con la sua 34° tappa, che alterna tratti panoramici a sentieri immersi nelle faggete. 

Il primo chilometro e mezzo, in leggera salita, porta presso la cima del Monte Cantomoro. Qui si oltrepassano i confini del Parco ed anche quelli della Liguria, procedendo in territorio emiliano fino al termine della tappa.
Raggiunto il Passo dell'Incisa, l'Alta Via punta a sud-ovest verso la Rocca della Scaletta, dove il sentiero si fa un po' scosceso (può essere evitata con una deviazione presso il Passo dei Porcelletti al km 4, aggirandola ad ovest fino all'omonimo Passo della Scaletta).

Ora il panorama si apre sulla Val di Taro e sui rilievi circostanti, mentre l'itinerario taglia a mezza costa i monti Pertusa e Ghiffi. Procedendo sempre perlopiù in discesa, si giunge al Monte Bocco e all'omonimo passo che segna il termine della tappa.

Vai alla tappa precedente #33
Vai alla tappa successiva #35

Monte Ghiffi @ph. Pampuco

Punti d'interesse

PASSO DEL BOCCO
PASSO DEL BOCCO

E’ un importante valico posto a 956 m s.l.m. nel comune di Mezzanego, crocevia tra le province liguri ed emiliane. Situato ai piedi della faggeta del Monte Zatta, in uno spazio di verde lussureggiante e in posizione strategica, il suo territorio presenta una varietà e una ricchezza di paesaggi, alcuni mediterranei ad altri tipicamente montani. Nei pressi c’è un piccolo lago artificiale, il laghetto del Bocco, con un percorso naturalistico attrezzato lungo le sue sponde.

PIETRA BORGHESE
PIETRA BORGHESE

Poco a sud del Passo della Spingarda si estende il pianoro detto “Prato Mollo”, dove si trova il Rifugio Monte Aiona. Il termine “mollo” indica un terreno acquitrinoso, molle per l’affiorare di acque sotterranee. Lungo il suo bordo occidentale sorge la Pietra Borghese, una rupe costituita da blocchi di roccia nerastra, durissima, che fa deviare l’ago della bussola. Secondo la fantasia popolare si tratterebbe di un meteorite, caduto lì in tempi remoti, in realtà è un affioramento di lherzolite, una roccia fortemente magnetica.

MONTE PENNA (Val d'Aveto)
MONTE PENNA (Val d'Aveto)

Dal Passo dell’Incisa, deviando verso est, si può salire in 45 minuti circa in cima al Monte Penna (1735 m), una delle montagne più belle, più note e più frequentate dell’Appennino Ligure. La sua parete nord, alta un centinaio di metri, emerge improvvisa da un vasto bosco di faggi e conifere (foresta demaniale del Monte Penna), dove si nasconde un minuscolo laghetto di origine glaciale. Sulla panoramica vetta del monte si trovano una grande statua della Madonna e una cappelletta-rifugio.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #34. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #34

Dati tecnici

Comune di partenza: Borzonasca

Partenza: Passo della Spingarda

Comune di arrivo: Mezzanego

Arrivo: Passo del Bocco

Lunghezza(km.): 12

Difficoltà: Escursionisti Esperti

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 150

Dislivello in discesa (m): 750

Punto più alto (m): 1626

Punto più basso (m): 951

Durata (h): 4

Comuni attraversati

Tornolo (PR)
Tornolo (PR)

Comune di montagna, di antiche origini, che accanto alle tradizionali attività agricole e...