Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #5

AVML Tappa 5: Da Colla d'Agnaira a Sella della Valletta

L'Alta Via dei Monti Liguri è un percorso di "confine", che separa la costa mediterranea dall'entroterra selvaggio, tra mare e cielo, Alpi ed Appennini. Come un'autostrada verde attraversa tutta la Liguria, per un totale di 440 km lungo crinali soleggiati, praterie erbose e boschi ombrosi.

Chi si avventura per l'Alta Via dei Monti Liguri a piedi può godere di punti panoramici affascinanti, da cui lo sguardo può spaziare fino alla Corsica, il Monviso e il Monte Rosa, ma notevole è anche il patrimonio storico e culturale, tra linee di fortificazioni e splendidi borghi che meritano di essere visitati.

Il segnavia rosso-bianco-rosso con la sigla AV identifica l'itinerario da seguire lungo tutto il percorso, che non presenta particolari difficoltà e può essere tranquillamente affrontato durante tutto l'anno da escursionisti medi. Inoltre, l'Alta Via dei Monti Liguri è circondata da una rete di sentieri e mulattiere ed incrocia tutte le varianti di valico, permettendo di spezzare l'itinerario a proprio piacimento.

Lungo le 43 tappe dell'itinerario trekking sono presenti numerose strutture ricettive appartenenti all'Associazione Ospitalità Alta Via dei Monti Liguri, dove dormire, mangiare, ottenere riparo in caso di condizioni climatiche avverse e modificare le tappe secondo le proprie necessità e capacità.
E' attivo un servizio di assistenza h24 al numero +39 3381629347.
Su www.altaviainfoh24.com (cui vanno i credits per il tracciato gpx dell'Alta Via dei Monti Liguri qui pubblicato) è possibile acquistare la guida ufficiale del percorso.

5° TAPPA: Colla d'Agnaira - Sella della Valletta (14,7 km)  (Tappa 2 della sezione 2 sulla guida in rete www.altaviainfoh24.com)

La quinta tappa raggiunge il “tetto” dell’Alta Via dei Monti Liguri, dove si trovano i rilievi più alti della Liguria, a cavallo tra la Valle Argentina e la Val Tanaro. Il punto di arrivo è tra il Monte Saccarello ed il Monte Frontè, entrambi oltre i 2000 mt di quota ed immersi in un ambiente davvero alpino, ma con versanti differenti: su quello marino rocce a precipizio e imponenti bastionate calcaree incombono sugli abitati di Realdo e Verdeggia, mentre il versante opposto è più morbido, con dolci pendii erbosi che scendono gradualmente verso l’abitato di Monesi.

Il trekking inizia alla Sella d'Agnaira, nel Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri. Da qui si raggiunge la Bassa di Marta, camminando lungo un crinale panoramico che si alterna poi a splendidi boschi di larici. Superato il Col de l'Afel, si scende verso l'ampia depressione della Bassa di Sanson per poi proseguire in territorio francese, camminando al riparo del bellissimo Bosco di Sanson fino al Passo di Collardente.
Da qui il sentiero sale in modo deciso, lasciando poca tregua mentre guadagna rapidamente quota fino alla vetta del Monte Saccarello, il più alto della Liguria, che ripaga dello sforzo con un panorama a 360° a dir poco spettacolare: possiamo spingere lo sguardo alle Alpi Francesi, alla Val Roja, al Mar Ligure e, nelle giornate più limpide, perfino alla Corsica.

Una strada militare conduce ora al Rifugio Sanremo, passando accanto all'imponente Statua del Redentore, alta 14 metri ed eretta tra il 1901 ed il 1902. Fa parte del grandioso omaggio a Dio voluto da Papa Leone XIII, che ha portato alla realizzazione di venti sculture, cappelle e croci nei punti più alti delle regioni italiane. 

La tappa è piuttosto lunga, ma può essere divisa in due parti, scendendo a dormire al posto tappa di Realdo o a quello di Verdeggia.

Vai alla tappa precedente #4
Vai alla tappa successiva #6

Valle Argentina Alpi francesi dal Monte Saccarello @ph. Santiago Puig Vilago Statua del Redentore

Punti d'interesse

VALLE ARGENTINA
VALLE ARGENTINA

Collocata nelle Alpi Liguri, la Valle Argentina nasce dal corso dell'omonimo fiume, che dal Monte Saccarello scorre fino al Mar Ligure. Abitata da una grande varietà di piante e fauna, presenta anche graziosi borghi che sicuramente meritano una visita. Inoltre detiene anche due primati particolari: quello del massimo dislivello e della più alta quota sul livello del mare (2200 mt).

REALDO
REALDO

Frazione del comune di Triora, in Valle Argentina tra le Alpi Liguri, è un suggestivo paese che sembra in bilico in cima al mondo. In realtà, è saldamente collocato alla sommità di una falesia alta 150 metri, stagliandosi sulla roccia come un nido d'aquila ed è formato da case in pietra.

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI
PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI

L'area naturale protetta, di circa 6.000 ettari, si sviluppa lungo le valli poste a ridosso dei crinali di confine con la Francia ed il Piemonte, suddivisa in quattro zone distinte. La vicinanza al mare e il passaggio dal clima della costa a quello delle Alpi in uno spazio così ridotto consentono a questo territorio di mostrare una varietà impressionante di microclimi e una stupefacente biodiversità vegetale e faunistica. Attraverso sentieri e strade secondarie è possibile spostarsi da una valle all’altra del Parco, utilizzando antichi percorsi di crinale oggi ripristinati, che offrono magnifici panorami a 360° sulle Alpi Liguri e il mare.

MONTE SACCARELLO
MONTE SACCARELLO

E’ la cima più elevata della Liguria (2.201 mt.) e un importante nodo orografico: la vetta fa infatti da confine tra Italia e Francia e tra le province di Imperia e Cuneo, oltre ad essere lo spartiacque di ben tre vallate (Roya, Tanaro e Argentina). Dalle sue pendici nasce il Tanaro, unico affluente di destra del Po ad avere origine alpina. Il monte presenta un aspetto aspro nel versante meridionale e più dolce in quello settentrionale, offrendo un paesaggio tipico dell'alta montagna nelle Alpi sud-occidentali, ricco di boschi. Ampio e suggestivo il panorama a 360° che si ammira in cima.

STATUA DEL REDENTORE
STATUA DEL REDENTORE

Sulla sommità dell'anticima orientale del Monte Saccarello, a quota 2164 m s.l.m., si staglia una grande statua bronzea raffigurante il Cristo Redentore. Alta 14 metri, fa parte di un gruppo di sculture, cappelle e croci dedicate a Dio fatte collocare nei primi anni del XX secolo da Papa Leone XIII sulle montagne più alte di ogni regione italiana.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #5. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #5

Dati tecnici

Comune di partenza: Pigna

Partenza: Colla d'Agnaira

Comune di arrivo: Triora

Arrivo: Sella della Valletta

Lunghezza(km.): 15

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 770

Dislivello in discesa (m): 600

Punto più alto (m): 2167

Punto più basso (m): 1576

Durata (h): 5