Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #9

AVML Tappa 9: Da Passo di Prale a Colle San Bartolomeo d'Ormea

L'Alta Via dei Monti Liguri è un percorso di "confine", che separa la costa mediterranea dall'entroterra selvaggio, tra mare e cielo, Alpi ed Appennini. Come un'autostrada verde attraversa tutta la Liguria, per un totale di 440 km lungo crinali soleggiati, praterie erbose e boschi ombrosi.

Chi si avventura per l'Alta Via dei Monti Liguri a piedi può godere di punti panoramici affascinanti, da cui lo sguardo può spaziare fino alla Corsica, il Monviso e il Monte Rosa, ma notevole è anche il patrimonio storico e culturale, tra linee di fortificazioni e splendidi borghi che meritano di essere visitati.

Il segnavia rosso-bianco-rosso con la sigla AV identifica l'itinerario da seguire lungo tutto il percorso, che non presenta particolari difficoltà e può essere tranquillamente affrontato durante tutto l'anno da escursionisti medi. Inoltre, l'Alta Via dei Monti Liguri è circondata da una rete di sentieri e mulattiere ed incrocia tutte le varianti di valico, permettendo di spezzare l'itinerario a proprio piacimento.

Lungo le 43 tappe dell'itinerario trekking sono presenti numerose strutture ricettive appartenenti all'Associazione Ospitalità Alta Via dei Monti Liguri, dove dormire, mangiare, ottenere riparo in caso di condizioni climatiche avverse e modificare le tappe secondo le proprie necessità e capacità.
E' attivo un servizio di assistenza h24 al numero +39 3381629347.
Su www.altaviainfoh24.com (cui vanno i credits per il tracciato gpx dell'Alta Via dei Monti Liguri qui pubblicato) è possibile acquistare la guida ufficiale del percorso.

9° TAPPA: Passo di Prale - Colle San Bartolomeo d'Ormea (7,2 km)  (Tappa 2 della sezione 4 sulla guida in rete www.altaviainfoh24.com)

La 9° tappa dell'Alta Via dei Monti Liguri, che può essere affrontata come un'escursione in giornata o come parte del grande itinerario su più tappe, riparte dal Passo di Prale.

Si sale nel bosco, raggiungendo il crinale in territorio piemontese, con il percorso che si snoda nella provincia di Cuneo. Qui, nell'Alta Val Pennavaira, è l'unico tratto dove il versante marittimo si trova in Piemonte.
Aumentano le zone erbose mentre gli alberi si fanno sempre più radi, rendendo il crinale sempre più panoramico. Guadagnando quota, la schiera delle Alpi Liguri sfila al completo nel panorama che si apre (Pizzo d'Ormea, Mongioie, Saccarello), con vista anche sulla sottostante Valle Tanaro e l'abitato di Ormea

Al km 4,5 si raggiunge la sommità del Monte Armetta (1739 mt), segnata dal pilone votivo dedicato alla Vergine della Montagna, per poi procedere verso il Colle San Bartolomeo d'Ormea, dove si conclude la nona tappa dell'Alta Via dei Monti Liguri in trekking. 

Il percorso si snoda su sentieri esili, che non comportano difficoltà se la visibilità è buona; in caso di nebbia, invece, fenomeno abbastanza frequente, si possono avere seri problemi d’orientamento.

Vai alla tappa precedente #8
Vai alla tappa successiva #10

Cima del Monte Armetta @ph. F Ceragioli

Punti d'interesse

VAL PENNAVAIRE
VAL PENNAVAIRE

Questa bella e selvaggia valle alpina sale dalle creste calcaree del monte Galero verso il Colle San Bernardo, allungandosi fino alla piemontese Val Tanaro. Boschi di ontani, querce e castagni salendo di quota cedono il posto ai faggi e ai larici mentre nel sottobosco prosperano frutti di bosco e funghi. I rilievi calcarei e fossiliferi formano un paesaggio quasi dolomitico, caratterizzato da ripidi bastioni molto amati dai free climbers e una cinquantina di grotte abitate dall’uomo in epoca preistorica.

ORMEA
ORMEA

E’ uno dei comuni principali dell'Alta Val Tanaro, nel cuore delle Alpi Liguri, situato in una conca dominata da alte vette, tra cui il vicino Monte Armetta (1739 mt.). Il paese presenta un curioso perimetro a forma di cuore ed il centro storico è caratterizzato da un intricato labirinto di vicoli, (“trevi” in dialetto ormeasco), con bellissimi scorci su antiche case fregiate e piazzette senza tempo. Da apprezzare Piazza Nuova, con il suo ciottolato, la chiesa di San Martino con il campanile e la chiesetta della Madonna degli Angeli. Statue e fontane in marmo nero locale sono disseminate lungo tutto il paese, caratterizzandone l’aspetto. Tutto intorno un ambiente naturale incontaminato. Da non perdere “La Balconata di Ormea”, un sentiero di 40 km che percorre ad un’altitudine media di 1200 metri le 17 frazioni del comune che hanno mantenuto intatta nel tempo la loro struttura originaria.

COLLE SAN BARTOLOMEO D’ORMEA
COLLE SAN BARTOLOMEO D’ORMEA

Sull’ampia sella (1446 m), un tempo valico molto frequentato, sorgeva la chiesetta dedicata al Santo, di cui oggi però restano solo poche rovine. Bello il panorama, che da qui inizia ad aprirsi sulla Val Tanaro, con il Monte Antoroto in bell'evidenza.

MONTE ARMETTA
MONTE ARMETTA

Con i suoi 1744 metri di quota è la vetta più elevata del gruppo montuoso. Sorge lungo lo spartiacque principale delle Alpi e insieme ai vicini Monte della Guardia e Monte Dubasso forma un massiccio ampio e allungato. Nonostante sia la vetta dominante, l'Armetta è una montagna decisamente poco appariscente, con un profilo allungato di praterie e boschetti di larici e senza una vera e propria cima. Solo il versante settentrionale si presenta abbastanza imponente. Il vasto altopiano ondulato della parte sommitale è molto panoramico: l’ampia vista spazia sull’intera Val Tanaro, una parte di Pianura Padana e tutto il resto delle Alpi Liguri, fino al mare. Nelle sue rocce calcaree si trovano molte grotte conosciute.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #9. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Monti Liguri in Trekking - Tappa #9

Dati tecnici

Comune di partenza: Armo

Partenza: Passo di Prale

Comune di arrivo: Ormea

Arrivo: Colle San Bartolomeo d'Ormea

Lunghezza(km.): 7

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 609

Dislivello in discesa (m): 426

Punto più alto (m): 1735

Punto più basso (m): 1265

Durata (h): 3