Alta Via dei Parchi - Tappa #20

Da San Benedetto in Alpe a Castagno D'Andrea

Un incredibile viaggio a piedi attraversando due parchi nazionali, cinque parchi regionali ed uno interregionale nello stupendo Appennino tra Emilia Romagna, Toscana e Marche: 500 chilometri totali suddivisi in 27 tappe, capaci di suscitare nel viaggiatore grandi emozioni e senso di avventura, grazie a panorami mozzafiato, vasti orizzonti, natura selvaggia e le tracce storiche di antichi confini.

Il percorso è studiato per consentire agli escursionisti di ammirare il meglio di ciò che le montagne appenniniche sono in grado di offrire: circhi glaciali, laghi immersi in praterie di alta quota, torrenti scroscianti, sterminate foreste, rupi vulcaniche e falesie di gesso.

E' consigliato percorrere l'Alta Via nel periodo che va da metà primavera a metà autunno, mentre gli escursionisti più esperti possono affrontarla anche nei mesi invernali, con la dovuta attrezzatura e cautela, soprattutto nei tratti che possono presentare neve dove il crinale supera i 1400 metri di quota.
Sono presenti varie strutture ricettive nei posti tappa (permettendo quindi di percorrere le tappe anche singolarmente), mentre chi desidera pernottare in tenda è invitato a consultare le indicazioni sul bivacco con tenda. 

Credits: Ambiente - Regione Emilia Romagna

20° TAPPASan Benedetto in Alpe - Il Castagno D'Andrea (19,7 km)

La prima parte di questa tappa è la frequentatissima passeggiata che porta alla Cascata dell'Acquacheta.

Dal primo tornante della strada per Marradi si segue il comodo sentiero che risale la valle del Fosso dell’Acquacheta con bellissime vedute sul corso d’acqua. Dopo il Molino dei Romiti si giunge alla base della cascata più famosa dell’Appennino settentrionale; poco dopo si attraversa il Fosso del Lavane e si risale fino al bellissimo pianoro dei Romiti, abitato nel Medioevo da una comunità monastica.
Oltre il torrente si continua fino ad una comoda pista forestale che porta al Crocione (976 m), dove si incontra la strada che sale dall’Eremo dei Toschi, visibile in basso a sinistra. Si sale di nuovo alla cresta e si continua lungo la dorsale semipianeggiante fino al Passo del Muraglione, importante valico stradale fra Romagna e Mugello.

Scendendo sul versante toscano si attraversa quasi subito la strada del Passo Tre Faggi, continuando poi fra magnifici castagneti da frutto alternati a cedui e a vecchie coltivazioni abbandonate. Lasciato il sentiero che porta a San Godenzo si scende ripidamente fino al fondovalle, costeggiando per un po’ il torrente prima di risalire nei pressi del borgo restaurato di Serignana.
Dopo il cimitero di Castagno d’Andrea si arriva in pochi minuti al paese, luogo natale del pittore Andrea del Castagno e rinomata località di villeggiatura alle falde del Monte Falterona.

Vai alla tappa precedente #19
Vai alla tappa successiva #21

@ph. cnadia @ph. cnadia @ph. cnadia Acquacheta @ph. Maria Vittoria Biondi

Punti d'interesse

CASCATA DELL’ACQUACHETA
CASCATA DELL’ACQUACHETA

E’ un gioiello naturale della dorsale appenninica tosco-emiliana, forse la cascata più famosa dell’intero Appennino settentrionale, descritta anche da Dante nel XVI canto dell’Inferno. Si trova all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e si raggiunge solo attraverso una escursione a piedi da San Benedetto in Alpe. E’ una cascata unica nel suo genere, che il fiume Acquacheta forma precipitando in modo spettacolare da un alto salto di arenaria e dividendosi in tanti rumorosi rivoli. L'altezza del salto più alto è di circa 90 metri. La cascata è meta di turismo, sia per il valore letterario del luogo, sia per il suo alto valore naturalistico.

PIANA DEI ROMITI
PIANA DEI ROMITI

Si tratta di una suggestiva prateria punteggiata da alberi e arbusti, attraversata dal torrente dell'Acquacheta che scorre placidamente in lentissime curve. Su un picco di roccia, sopra la famosa cascata, ci sono le rovine del villaggio dei Romiti, antico nucleo di case in pietra abitato nel Medioevo da una comunità monastica. In questa località sorgeva l'eremo dell'Abbazia di San Benedetto in Alpe, fondato nel 986 da San Romualdo, che ospitò fra gli altri anche Dante Alighieri.

EREMO DEI TOSCHI
EREMO DEI TOSCHI

Noto anche come Eremo di Santa Maria, il complesso domina, in posizione isolata, la Val Montone e lo spartiacque appenninico principale. Il luogo è immerso in un paesaggio integro, dove è ancora possibile percepire le condizioni di quiete e isolamento che mille anni fa hanno ispirato l'edificazione di questo romitorio. L’area racchiude edifici storici ricchi di fascino, tra cui la chiesa medievale tuttora consacrata, risalente alla prima metà dell'XI secolo. Il complesso colonico è ancora abitato ed è funzionale per le attività di coltivazione e allevamento tradizionali. Il podere dell'Eremo si estende infatti su una superficie di 128 ettari, con prati da fieno e un orto-frutteto, circondati da pascoli e boschi ricchi di biodiversità.

IL CASTAGNO D’ANDREA
IL CASTAGNO D’ANDREA

E’ una delle località più suggestive dell’Appennino centro-settentrionale, porta d’accesso al versante fiorentino del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Il paese vive soprattutto di turismo ambientale ed è una base di partenza ideale per le escursioni nella natura e nella cultura del territorio, caratterizzato dalle suggestive “marronete”, boschi di secolari castagni coltivati per la produzione di marroni. Qui è nato il pittore Andrea del Castagno, importante artista del Rinascimento fiorentino.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Alta Via dei Parchi - Tappa #20. Scrivi tu il primo commento su Alta Via dei Parchi - Tappa #20

Dati tecnici

Comune di partenza: Portico E San Benedetto

Partenza: San Benedetto in Alpe

Comune di arrivo: San Godenzo

Arrivo: Castagno D'Andrea

Lunghezza(km.): 20

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 1130

Dislivello in discesa (m): 900

Punto più alto (m): 1044

Punto più basso (m): 494

Durata (h): 7

Link Utili

ambiente.regione.emilia-romagna.it/parchi-natura2000/fruizione/altavia/tappe

Comuni attraversati

San Godenzo (FI)
San Godenzo (FI)

San Godenzo è un comune italiano di 1.264 abitanti della provincia di Firenze in Toscana, a...

Portico E San Benedetto (FC)
Portico E San Benedetto (FC)

“Comune sparso” con sede in Portico di Romagna. Ha origini antiche e un’economia basata...