Anello mare-monti tra Noli e Varigotti

Una panoramica camminata lungo la costa delle Liguria di Ponente

L’escursione collega Noli e Varigotti, due famosi centri balneari della Liguria di ponente, con due sentieri distinti, il primo si affaccia sul mare, il secondo è nell’entroterra, a formare un anello da compiere in inverno o nelle mezze stagioni.

Mare, monti, natura e panorami suggestivi sono i punti di forza di questa semplice camminata.

Descrizione del percorso:
Si parte da Piazza Lorenzo Vivaldo, nella zona a sud di Noli, lungo la strada interna che costeggia l’Aurelia. Si imbocca la strada più a destra seguendo le indicazioni della “passeggiata dantesca” (o sentiero n.1). Si esce dal paese e al bivio dei sentieri 1 e 5 si segue il primo.
Oltrepassati alcuni ruderi, si ignora il bivio per San Lazzaro seguendo sempre il sentiero n.1 che porta a Capo Noli.
In leggera salita si arriva ai resti della Chiesa di Santa Margherita. Prendendo il sentiero non segnalato che si stacca sulla sinistra si può scendere facoltativamente all’Eremo. Qui ci sono dei bei scorci sulla costa.

Si prosegue il cammino, seguendo sempre la passeggiata dantesca che passa accanto ad una vecchia casa. Poco più avanti si incontrano le indicazioni per la Grotta dei Briganti: è consigliabile compiere questa breve deviazione che porta ad uno spettacolare antro naturale scavato nella roccia a picco sul mare.
Compiuta la visita della grotta, si torna sui propri passi fino alla palina con il bivio e da qui si prosegue in salita più decisa che porta ad un nuovo incrocio di sentieri, dove si piega a sinistra seguendo sempre la passeggiata dantesca. Dopo 1.45 ore di cammino si raggiunge il cancello che porterebbe sulla cima del Monte Capo Noli, oggi di servizio ad una zona militare. Poco oltre, si incontrano i resti del vecchio semaforo e poi proseguendo lungo l’ampia mulattiera si arriva all’incrocio tra i sentieri 1, 3 e 6.

Seguendo il n.3 (direzione Varigotti), si entra nel folto del bosco per arrivare in breve al bivio che porta alla vicina Torre delle Streghe.
Visitata la torre e osservati i panorami, si riprende a camminare seguendo il cartello per il Cian de Strie, che si raccorda velocemente con il sentiero abbandonato per scendere alla torre. A quota 230m. circa si incontra un altro bivio: a destra si prosegue lungo la passeggiata dantesca, mentre a sinistra si scende a Varigotti. Preso quest’ultimo sentiero, inizia la discesa, a tratti ripida e spesso sassosa, che porta all’ingresso di una casa molto originale, con numerose scritte legate al mondo del mare. Proseguendo, si ignora il bivio a sinistra che porta a San Lorenzo, per arrivare lungo la strada interna del paese di Varigotti. Fin qui si è camminato per 2.40 ore.

Ci si sposta quindi sulla via Aurelia, che divide il paese dalle spiagge (ottimo punto di sosta per il pranzo) e si procede verso ovest incontrando a destra una strada che sale (Strada Vecchia), dove è posto il cartello turistico per l’azienda vitivinicola Famiglia Ruffino. Si risale questa strada per arrivare dopo pochi metri alla palina del sentiero segnato da una doppia X rossa.
Si riprende a salire di buona lena lungo una bella mulattiera lastricata, che esce dal paese guadagnando velocemente quota. Si passa tra uliveti terrazzati e si continua nella salita arrivando ad una Madonnina che trova riparo in un buco nella terra a destra del sentiero, oltre la quale si prosegue lungo il sentiero di destra. Sempre in salita, ma su terreno aperto, si prende un bivio a sinistra e più sopra, giunti al punto più elevato di questa salita, si incontra un quadrivio, dove di procede diritti.

Il sentiero intercetta un’ampia mulattiera, dove si piega a destra per arrivare dopo circa 200m di cammino ad un ulteriore bivio: a destra si torna a Varigotti, mentre a sinistra il sentiero da prendere porta a Noli (piccola freccia indicatrice posta su di un albero). Poco più sopra si intercetta un’altra mulattiera, che va presa a sinistra, e poi il sentiero (n.6) che comincia a scendere a destra. Più sotto si incontra il sentiero n.5, che scende a destra, e arriva in poco tempo ai resti della bella chiesetta a due absidi di San Michele.
Il sentiero prosegue in discesa, a tratti ripida e potenzialmente scivolosa specie in caso di terreno bagnato, e torna a Noli dopo 4:30 ore di cammino complessivo.

Consigli tecnici:
Lungo il percorso non si trova acqua, se non nei paesi di Noli e di Varigotti.

Dove parcheggiare:
Dall’uscita autostradale di Spotorno sull’A10 si seguono le indicazioni stradali per Noli, lungo la statale dell’Aurelia. Giunti in paese si seguono i cartelli con le indicazioni per i parcheggi, che offrono numerosi posti gratuiti.
Il paese è anche comodamente raggiungibile con le ferrovie statali.

Capo noli A picco sul mare Il Castello di Noli Grotta del Brigante

Punti d'interesse

NOLI
NOLI

Importante centro marinaresco della Riviera di Ponente (fu anche capitale della repubblica omonima dal 1192 al 1797), il paese è una meta turistica di primo livello, diviso tra il mare cristallino e un entroterra per certi versi ancora incontaminato. Il centro storico medievale conserva ancora ampie tracce di un grande passato, come le torri del Canto e quella del Comune (tra le ultime superstiti delle antiche settantadue torri di Noli), tratti della cinta muraria e il Castello di Monte Ursino (XII secolo), che, secondo la leggenda, ispirò a Dante la descrizione del Purgatorio. Tra gli edifici religiosi spiccano la Concattedrale di San Pietro, eretta nel XIII secolo ma rimaneggiata nel 1600, che conserva le reliquie di Sant’Eugenio, patrono della città, e la Chiesa di San Paragorio, monumento nazionale italiano ed emblema del Romanico ligure, risalente al XII secolo. A livello naturalistico, alle spalle della costa nolese, una serie di contrafforti rocciosi dà luogo all’altopiano delle Mànie, un paesaggio affascinante e selvaggio costituito da un'estesa pineta e alcune zone dove è praticata la coltivazione della vite.

VARIGOTTI
VARIGOTTI

Rinomata località balneare, meta di numerosi turisti italiani e stranieri, attratti da bianche spiagge e mare cristallino. Il caratteristico antico borgo saraceno si caratterizza per i vivaci colori delle case e gli edifici squadrati, che donano al paese un forte tratto distintivo marinaresco. La spiaggia del centro abitato è larga e fitta di stabilimenti balneari, mentre ad est del promontorio, oltre l’incantevole Baia dei Saraceni, si estende una delle più lunghe spiagge libere della Liguria, circondata dalle alte parete di roccia e dalla natura selvaggia. Suggestivo il panorama dal promontorio di Punta Crena, una falesia sulla quale permangono i ruderi di un antico castello bizantino e la torretta di avvistamento saracena. Nelle vicinanze sorge l’antichissima Chiesa di San Lorenzo, prima parrocchiale di Varigotti fino al 1586.

GROTTA DEI BRIGANTI
GROTTA DEI BRIGANTI

Nota anche come Antro dei Falsari, la grotta è scavata nella roccia a picco sul mare e deve la sua origine ad una lenta e costante erosione esercitata dall’acqua milioni d’anni fa. Il nome è legato all’antica diffusione del brigantaggio lungo la via di costa: si narra infatti che la grotta fosse la sede dei traffici dei contrabbandieri che in tempi passati tenevano lì la propria merce. È possibile accedervi facilmente dal cunicolo situato sopra la grande cavità, all’interno sorgono i resti di muretti a secco. Suggestivo il panorama.

TORRE DELLE STREGHE
TORRE DELLE STREGHE

Sita sopra Malpasso, risale al 1582 e aveva la funzione di guarnigione d’avvistamento sul confine tra Noli (alleata dei genovesi) e Varigotti (del Marchesato Finalese dei Del Carretto). La leggenda narra che l’edificio fu costruito da Noli per difendersi dalle costanti incursioni femminili (“streghe”, “basure”) del territorio limitrofo. Pare che nel corso della sua costruzione gli stessi lavoranti vennero fatti prigionieri da uomini provenienti da Varigotti.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Anello mare-monti tra Noli e Varigotti. Scrivi tu il primo commento su Anello mare-monti tra Noli e Varigotti

Dati tecnici

Comune di partenza: Noli

Partenza: Noli

Comune di arrivo: Noli

Arrivo: Noli

Lunghezza(km.): 12

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 696

Dislivello in discesa (m): 696

Punto più alto (m): 301

Punto più basso (m): 0

Durata (h): 5

Link Utili

http://www.comunenoli.gov.it/pages/turismo.php