Grande Anello dei Sibillini - Tappa #4

Il Grande Anello dei Sibillini è un percorso escursionistico di circa 124 Km che abbraccia l’intera catena montuosa presente nell'Appennino umbro-marchigiano. Articolato in 9 tappe, è completamente segnalato e permette di conoscere, oltre alla molteplicità di paesaggi e bellezze naturali, parte dell’inestimabile patrimonio storico culturale che questo territorio conserva.

Il Grande Anello dei Sibillini è tra i più belli itinerari dell'Italia centrale. Attraverso le nove tappe è possibile circumnavigare il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, visitando la storia dei suoi piccoli borghi e la natura selvaggia delle sue montagne. Il tour abbraccia il Parco in senso orario, partendo dalla località di Visso e ritornandoci dopo essere transitati per alcuni luoghi caratteristici, come l'antica via del Regno di Napoli, il Santuario di Macereto, la cittadina di Fiastra e l'omonimo lago, l'Abbazia di San Salvatore, il Museo delle Valli di Argenta, l'Abbazia di S.S. Vincenzo e Anastasio, il Monte Vettore e molto altro.

Durante il tragitto è possibile godere del paesaggio appenninico e avvistare la fauna selvatica che abita il Parco. L'ottima organizzazione dell'ente parco, nonché la grande disponibilità di informazioni riguardo ai percorsi, permette un'organizzazione dinamica del tour, consentendo di modificarne la lunghezza a seconda della propria disponibilità di tempo ed energie. 

4° TAPPAMonastero - Garulla (18,3 km)

Il percorso risale l’ampia dorsale culminante nel Monte Sassotetto (1.624 m) e, attraversati i Piani di Ragnolo, ridiscende a Garulla tagliando il versante settentrionale del Monte Castel Manardo (1.917 m).

Lungo tutto il tragitto il panorama è sempre incantevole, con vedute, verso sud, sul massiccio del Monte Rotondo e sulle vette del Pizzo Tre Vescovi, del Monte Priora e del Pizzo Berro. Ad est la vista spazia sulle armoniose colline picene fino al mare Adriatico. Nell’attraversare i prati si è spesso accompagnati dal canto delle allodole, mentre volgendo in alto lo sguardo, è facile osservare il gheppio che rimane quasi immobile a mezz’aria. L’ambiente invernale, particolarmente suggestivo, offre inoltre la possibilità di effettuare escursioni con gli sci. I pascoli montani dei Piani di Ragnolo regalano, in primavera, spettacolari fioriture. In molti prati viene inoltre praticato un periodico sfalcio per la produzione del fieno. Questa attività tradizionale contribuisce a mantenere un’elevata diversità floristica e paesaggistica.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva

Punti d'interesse

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #4. Scrivi tu il primo commento su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #4

Dati tecnici

Comune di partenza: Cessapalombo

Partenza: Monastero

Comune di arrivo: Amandola

Arrivo: Garulla

Lunghezza(km.): 18

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 863

Dislivello in discesa (m): 743

Punto più alto (m): 1534

Punto più basso (m): 745

Durata (h): 6