Il Cammino dei Briganti - Tappa #2

Da Santo Stefano a Nesce, nel selvaggio Cicolano

Il Cammino dei Briganti è un percorso in trekking tra Abruzzo e Lazio, nella cornice dell'Appennino Centrale, che attraversa una natura selvaggia ed incontaminata, affrontando vecchie mulattiere e calandosi nell'atmosfera dei borghi medievali. Ma è anche un percorso di confine: il confine nella Storia d'Italia, quando i Sabaudi entrarono nel Regno delle Due Sicilie, nel percorso verso l'unificazione; il confine geografico tra il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio, dove i briganti si spostavano da una parte all'altra a cavallo, combattendo i nuovi arrivati; il confine sfumato tra giustizia ed ingiustizia, tra la clandestinità scelta da chi non poteva permettersi le nuove tasse ed i rapimenti e soprusi, fatti e subiti.

Il Cammino dei Briganti è un sentiero ad anello di 100 km, diviso in 7 tappe in questa versione a piedi (ma percorribile anche in bicicletta), sulle orme dei Briganti della Banda di Cartore. Siamo nella natura non addomesticata della Val del Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino, una terra selvaggia e che ci offre di continuo scorci meravigliosi. Lungo il percorso ci si mantiene ad una quota media (tra gli 800 ed i 1300 metri).

Nonostante l'itinerario sia facilmente percorribile ed attrezzato nei vari posti tappa, manca una continua segnaletica, per cui è importante seguire i tracciati gpx proposti.

Credits: camminodeibriganti.it

2° TAPPASanto Stefano - Nesce (13,9 km)

La seconda tappa del trekking lungo il Cammino dei Briganti riparte da Santo Stefano. I primi 6 km trascorrono procedendo in piano o su leggere discese e, superando il confine tra Abruzzo e Lazio, portano nella Val de Varri, luogo incontaminato e poco frequentato dai flussi turistici.

L'itinerario procede quindi in salita, sul versante sud-est del Monte Val di Varri, ed entra nella Valle del Salto, scavata dall'omonimo fiume. Siamo nel Cicolano, in un territorio montuoso e randagio, attraversato da stupende vallate, dove la natura regna incontrastata tra verdi colline, boschi fatati e corsi d'acqua trasparenti. E' popolato da piccoli borghi, luoghi in cui l’epoca del brigantaggio ha lasciato il segno ed ora sulle pareti delle abitazioni si possono ammirare dipinti che raccontano antiche storie di fuorilegge.

Il cammino ridiscende verso Poggiovalle, paese di origine di vari briganti della famosa Banda di Cartore, tra cui Michele e Berardino Pietropaoli. Da qui si raggiunge infine il borgo di Nesce, dai tratti medievali ma dalle origini più antiche, importante centro di epoca romana.

Vai alla tappa precedente #1
Vai alla tappa successiva #3

Nesce

Punti d'interesse

GROTTE DI VAL DE’ VARRI
GROTTE DI VAL DE’ VARRI

Affascinante complesso di cavità fossili che si sviluppa alla base del versante meridionale del Monte Sant’Angelo. Sono note anche come “Inghiottitoio di Val de’ Varri” e un itinerario suggestivo permette di visitarle. Superata l’entrata, dove il torrente Rio Varri precipita in una cascata sotterranea, ci si inoltra nel dirupo del Grottone, da cui il percorso si dirama in una galleria fossile ed in una archeologica, di maggiore interesse. Qui antichi reperti testimoniano la presenza dell’uomo già nell’Età del Bronzo.

NESCE
NESCE

L’antica Nersae è stato un importante centro in epoca romana: era la terra degli Equi, antico popolo italico - chiamati anche i “guerrieri delle montagne” - che dopo la conquista romana (tra IV e III secolo a.C.) restrinse il proprio territorio alle montagne e alle valli del Cicolano. I Romani elevarono la città a "municipium", con il foro cittadino e altri edifici pubblici, reperti venuti alla luce grazie a scavi archeologici. Il paese è ancora attraversato dai tratturi della transumanza, che un tempo consentivano il passaggio delle greggi dall'Agro Romano verso le montagne d'Abruzzo. Lo stesso Virgilio ricorda Nersae nel VII libro dell'Eneide e anche San Francesco vi transitò nei suoi viaggi.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino dei Briganti - Tappa #2. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino dei Briganti - Tappa #2

Dati tecnici

Comune di partenza: Sante Marie

Partenza: Santo Stefano

Comune di arrivo: Pescorocchiano

Arrivo: Nesce

Lunghezza(km.): 14

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 394

Dislivello in discesa (m): 625

Punto più alto (m): 1204

Punto più basso (m): 758

Durata (h): 4