Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 4

C'è un Cammino di Santiago anche in Val di Non: seguendo le conchiglie gialle tra spirito, natura ed arte

Gli scenari più spettacolari della Val di Sole e della Val di Non si aprono lungo le sette tappe del Cammino Jacopeo d'Anaunia, in quella porzione di Trentino che allungandosi verso ovest si spinge verso le cime dell’Adamello e dello Stelvio. 

Anaunia è l'antico nome della Val di Non, dove nel corso del Medioevo la devozione per San Giacomo ispirò a moltissimi uomini e donne del Trentino di partire pellegrini per Santiago de Compostela. Il Cammino Jacopeo ripercorre alcune delle tappe affrontate e, col ritmo lento del camminare, porta alla scoperta delle bellezze della valle, dove arte, storia, fede e cultura si intrecciano, incastonate in panorami stupendi. 

L'itinerario in Val di Non scorre su strade di campagna immerse nel silenzio dei boschi e nei meleti, ma penetra anche nei borghi contadini della zona, per vivere un contatto diretto con gli abitanti della valle e le loro tradizioni. Luoghi di eremitaggio e chiese affrescate in cui i pellegrini trovavano ristoro si incontrano lungo il percorso, che oggi è segnalato dalle inconfondibili conchiglie gialle.  

Il Cammino Jacopeo è alla portata di chiunque, purché abbia alle spalle un buon allenamento per via delle lunghezza delle tappe. E' percorribile in tutte le stagioni, con la primavera come più consigliata: le temperature non sono troppo alte e si può godere dello spettacolo dei meli in fiore. 

Prima di partire, procurarsi la Credenziale, che può essere timbrata nelle chiese lungo il Cammino e consente l'accesso a prezzi convenzionati presso le strutture "Amiche del pellegrino". Per richiederla, scrivere all’APT Val di Non: info@visitvaldinon.it. Sarà inviata gratuitamente a casa.

Credits: APT Val di Sole, APT Val di Non e Associazione Anaune Amici del Cammino di Santiago

4° TAPPATerzolas - Cles (19,1 km)

Siamo quasi a metà di questo Cammino e la quarta tappa, partendo da Terzolas in Val di Sole, riporta in Val di Non, terminando nel suo capoluogo: Cles.

L'avventura in trekking inizia alla Torraccia, sede del comune di Terzolas, e in meno di 2 km si arriva a Caldes, altra località della Val di Sole, dove merita una visita Castel Caldes, teatro di antiche leggende.  Attraversato il torrente Noce, amato dagli appassionati di rafting e kayak, si sale lungo la strada forestale che porta al “Sas de la Guardia”, antico posto di guardia del 1632, al tempo della Peste nera, per scongiurare il pericolo della malattia.

Il sentiero porta quindi a Cavizzana (km 5), che detiene due record in Val di Sole: è il comune più piccolo della valle e l'unico situato alla destra orografica del Noce. Con una sosta alla Chiesa parrocchiale di San Martino e un rifornimento d'acqua alla fontana di località Calcare, si sono recuperate le energie per imboccare la ripida Strada delle Crozze, che porta ai Masi di Cavizzana (1087 mt). E' poi il Sentiero Portantin, anticamente usato per portare il carbone a valle, a condurre oltre quota 1200 mt, per confluire nella forestale che raggiunge S. Antonio di Cles, dove si trova una bellissima cappellina dedicata al Santo, immersa nel bosco. 

Il "Senter dei Gropi" conduce quindi a Caltron di Cles e poi a Dres (km 17). Qui, nella chiesa di San Tommaso, possiamo ammirare pregevoli affreschi che vanno dal XIV al XVI secolo. Restano pochi minuti di cammino per concludere la tappa a Cles, paese circondato dai frutteti e posto sulle sponde del Lago di Santa Giustina, che offre una grande varietà di sport acquatici tra cui vela, canottaggio e windsurf. Una fantastica vista del lago può essere apprezzata salendo al maestoso Castel Cles

Vai alla tappa precedente #3
Vai alla tappa successiva #5

Castel Caldes @ph. APT Val di Non Lago Santa Giustina e Castel Cles @ph. APT Val di Non

Punti d'interesse

CLES
CLES

E’ il centro nevralgico della Val di Non. Il paese si trova a 650 m. di altitudine sulla sponda occidentale del Lago di Santa Giustina, all’imbocco della Val di Sole, in posizione ideale per muoversi tra le bellezze paesaggistiche delle due valli, ad un passo dalle Dolomiti di Brenta, dell’Ortles e della Mendola. Cles è praticamente circondata dai frutteti, che producono le famose mele della Valle di Non. Sulla piazza del paese si affaccia l'antica e monumentale chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, ricostruita in stile gotico-rinascimentale fra il 1512 e il 1522. Bello anche il Palazzo Assessorile, edificio medievale posto tra le due principali piazze pubbliche, Corso Dante e Piazza Granda. Nelle vicinanze del lago, sulla cima di un promontorio, si trova il rinomato Castel Cles, il castello dei Signori del luogo, antico maniero sviluppatosi forse attorno ai resti di una torre di vedetta romana. Inizialmente appartenuta ad una consorteria di tipo comunitario, la fortezza divenne dimora della famiglia attorno all'anno Mille.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 4. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 4

Dati tecnici

Comune di partenza: Terzolas

Partenza: Terzolas

Comune di arrivo: Cles

Arrivo: Cles

Lunghezza(km.): 19

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 1064

Dislivello in discesa (m): 1140

Punto più alto (m): 1331

Punto più basso (m): 640

Durata (h): 9