Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 5

C'è un Cammino di Santiago anche in Val di Non: seguendo le conchiglie gialle tra spirito, natura ed arte

Gli scenari più spettacolari della Val di Sole e della Val di Non si aprono lungo le sette tappe del Cammino Jacopeo d'Anaunia, in quella porzione di Trentino che allungandosi verso ovest si spinge verso le cime dell’Adamello e dello Stelvio. 

Anaunia è l'antico nome della Val di Non, dove nel corso del Medioevo la devozione per San Giacomo ispirò a moltissimi uomini e donne del Trentino di partire pellegrini per Santiago de Compostela. Il Cammino Jacopeo ripercorre alcune delle tappe affrontate e, col ritmo lento del camminare, porta alla scoperta delle bellezze della valle, dove arte, storia, fede e cultura si intrecciano, incastonate in panorami stupendi. 

L'itinerario in Val di Non scorre su strade di campagna immerse nel silenzio dei boschi e nei meleti, ma penetra anche nei borghi contadini della zona, per vivere un contatto diretto con gli abitanti della valle e le loro tradizioni. Luoghi di eremitaggio e chiese affrescate in cui i pellegrini trovavano ristoro si incontrano lungo il percorso, che oggi è segnalato dalle inconfondibili conchiglie gialle.  

Il Cammino Jacopeo è alla portata di chiunque, purché abbia alle spalle un buon allenamento per via delle lunghezza delle tappe. E' percorribile in tutte le stagioni, con la primavera come più consigliata: le temperature non sono troppo alte e si può godere dello spettacolo dei meli in fiore. 

Prima di partire, procurarsi la Credenziale, che può essere timbrata nelle chiese lungo il Cammino e consente l'accesso a prezzi convenzionati presso le strutture "Amiche del pellegrino". Per richiederla, scrivere all’APT Val di Non: info@visitvaldinon.it. Sarà inviata gratuitamente a casa.

Credits: APT Val di Sole, APT Val di Non e Associazione Anaune Amici del Cammino di Santiago

5° TAPPACles - Flavon (22,3 km) Rieccoci in cammino in questo itinerario di turismo "lento" attraverso la Val di Non. La quinta tappa si snoda proprio nella zona centrale della valle trentina, partendo da Cles e raggiungendo Flavon. 

Arrivati rapidamente alla frazione di Pez, possiamo visitare la chiesa di San Vigilio, tra le più antiche della valle, dove lavori di restauro del secolo scorso hanno portato alla luce rari affreschi del 1200. La "conchiglia gialla" indica come proseguire il cammino verso Maiano, mentre il Lago di Santa Giustina torna in scena con una spettacolare vista. Merita una sosta anche la chiesetta dei Santi Pietro e Paolo, che risale a tempi molto antichi e forse fu cappella funeraria altomedievale.

L'itinerario prosegue nella Val di Non puntando verso sud, oltrepassando la statale ed imboccando la vecchia strada romana che porta a Rallo (km 3,5). Si supera l'abitato di Sanzenone, raggiungendo Tassullo, con le sue principali chiese dedicate all'Assunta e a San Vigilio. Dopo la frazione di Campo, si imbocca sulla sinistra la "Val dela Paia" e, dopo aver ammirato Castel Valer e la sua bella torre esagonale, si arriva a Nanno (km 8), uno dei paesi più antichi della Val di Non, alla quale ha probabilmente dato il nome.

Dopo il paese si sale a Castel Nanno, poi Pavillo e, attraverso il "Dos de Lorè", si giunge Tuenno (km 12) percorrendo un antico collegamento. Avanzando tra le antiche abitazioni e le due chiese del paese, la parrocchiale di Sant'Orsola e la chiesa di San Nicolò, ci si dirige verso S. Emerenziana e verso l'omonima centrale elettrica e poi lungo il torrente Tresenica fino al ponte. Da qui è meglio risalire con attenzione la provinciale che porta fino a Terres, da dove si sale fino al canale irriguo "Lez" e, seguendolo lungo la pista del Brenta Bike, immersi nel bosco, si giunge infine alla discesa che porta a Flavon, arrivo di tappa.

NB: Se questa tappa sembrasse troppo impegnativa, può essere interrotta a Tuenno rientrando direttamente a Cles lungo la ciclabile (circa 15,5 km).

Vai alla tappa precedente #4
Vai alla tappa successiva #6

Vista S. Giustina @ph. Santiago Anaunia Castel Valer a Tassullo @ph. Apt Val di Non Castel Nanno @ph. Apt Val di Non @ph. Santiago Anaunia Chiesa di S. Giovanni Battista @ph. Apt Val di Non Affreschi Chiesa S. Giovanni Battista @ph. Apt Val di Non

Punti d'interesse

TASSULLO - Castel Valer
TASSULLO - Castel Valer

Situato sui terrazzi verdi lungo il fiume Noce ed immerso tra i meleti a sud del Lago di Santa Giustina, Tassullo è un importante centro agricolo della Val di Non. Numerose le chiesette e i palazzi di pregio presenti nel territorio, tra cui l’elegante Castel Valer, la principale attrazione del luogo. Circondato da meleti e in felice posizione panoramica, il castello medievale (fondato nel 1211 dai Conti di Appiano) è ancora oggi ben conservato e può vantare un mastio di ben 40 metri, due cappelle affrescate e decine di sale con arredi d’epoca. Il nucleo più antico si trova nel cosiddetto Castel di Sotto, mentre gli edifici che risalgono al XV secolo nel Castel di Sopra. Il complesso è oggi sede di eventi e struttura alberghiera.

NANNO
NANNO

Situato in posizione strategica, il piccolo paese di Nanno è tra i più antichi insediamenti umani della Val di Non, come testimoniato da importanti ritrovamenti archeologici. Conserva alcune opere di interesse storico, tra cui Castel Nanno, antico fortilizio con quattro torri di guardia e cinta muraria (menzionato per la prima volta nel XII secolo), trasformato in una villa rinascimentale veneto-toscana a fine ‘500, poi restaurato e oggi di proprietà privata. A pochi passi dal castello è possibile visitare la chiesetta dei Santi Fabiano e Sebastiano (con affreschi del ´400) e, nel centro del paese, la caratteristica piazzetta con fontana, dominata dal campanile della chiesa parrocchiale.

TUENNO
TUENNO

E’ uno dei centri più antichi della Val di Non, abitato già in epoca retica. Di antica tradizione rurale, il territorio di Tuenno si estende nella Val di Tovel, all’interno del Parco naturale Adamello Brenta. Poco fuori dal centro storico del paese, dominato dalla chiesa parrocchiale di Sant’Orsola e caratterizzato dalla presenza di antiche abitazioni, si trova l’antica chiesetta romitorio di Sant’Emerenziana, con i suoi affreschi del XIV secolo.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 5. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 5

Dati tecnici

Comune di partenza: Cles

Partenza: Cles

Comune di arrivo: Flavon

Arrivo: Flavon

Lunghezza(km.): 22

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 546

Dislivello in discesa (m): 631

Punto più alto (m): 712

Punto più basso (m): 507

Durata (h): 8