Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 7

C'è un Cammino di Santiago anche in Val di Non: seguendo le conchiglie gialle tra spirito, natura ed arte

Gli scenari più spettacolari della Val di Sole e della Val di Non si aprono lungo le sette tappe del Cammino Jacopeo d'Anaunia, in quella porzione di Trentino che allungandosi verso ovest si spinge verso le cime dell’Adamello e dello Stelvio. 

Anaunia è l'antico nome della Val di Non, dove nel corso del Medioevo la devozione per San Giacomo ispirò a moltissimi uomini e donne del Trentino di partire pellegrini per Santiago de Compostela. Il Cammino Jacopeo ripercorre alcune delle tappe affrontate e, col ritmo lento del camminare, porta alla scoperta delle bellezze della valle, dove arte, storia, fede e cultura si intrecciano, incastonate in panorami stupendi. 

L'itinerario in Val di Non scorre su strade di campagna immerse nel silenzio dei boschi e nei meleti, ma penetra anche nei borghi contadini della zona, per vivere un contatto diretto con gli abitanti della valle e le loro tradizioni. Luoghi di eremitaggio e chiese affrescate in cui i pellegrini trovavano ristoro si incontrano lungo il percorso, che oggi è segnalato dalle inconfondibili conchiglie gialle.  

Il Cammino Jacopeo è alla portata di chiunque, purché abbia alle spalle un buon allenamento per via delle lunghezza delle tappe. E' percorribile in tutte le stagioni, con la primavera come più consigliata: le temperature non sono troppo alte e si può godere dello spettacolo dei meli in fiore. 

Prima di partire, procurarsi la Credenziale, che può essere timbrata nelle chiese lungo il Cammino e consente l'accesso a prezzi convenzionati presso le strutture "Amiche del pellegrino". Per richiederla, scrivere all’APT Val di Non: info@visitvaldinon.it. Sarà inviata gratuitamente a casa.

Credits: APT Val di Sole, APT Val di Non e Associazione Anaune Amici del Cammino di Santiago

7°TAPPA: Vigo di Ton - Santuario di San Romedio (18,4 Km)

Settima ed ultima tappa di uno dei più suggestivi cammini della Val di Non, che si conclude nel meraviglioso Santuario di San Romedio.

Si riparte dalla piazza principale del paese di Vigo di Ton in direzione del Castello di Thun, residenza di una nobile famiglia trentino-tirolese, i cui esponenti divennero Conti dell'Impero nel 1629. Essi estesero le loro proprietà e dimore anche in Val di Sole.

Si prosegue attraversando la valle del torrente Pongaiola per giungere a Dardine, dopo aver toccato il paesino di Nosino nelle vicinanze di Toss. Ci si dirige quindi in direzione Castel Bragher, attraversando frutteti, boschi e dolci paesaggi che accompagnano il cammino fino a Coredo, “Fior de la Valada”, percorrendo anche un tratto asfaltato ma poco trafficato.

Dopo aver visitato Palazzo Nero, nella parte alta del paese, ci si incammina verso i laghi di Coredo e di Tavon in cui è possibile sostare per una pausa ristoratrice. Costeggiando il torrente Verdes, lungo un sentiero ripido ed immersi nel bosco, si conclude la camminata al Santuario di San Romedio, meta finale del viaggio. 

Il Santuario è dedicato al pellegrino-eremita Romedio, che dopo aver abbandonato le sue ricchezze dedicò tutta la sua vita a Dio, vivendo a contatto con la natura e la gente che abitava la vallata.

Vai alla tappa precedente #6

Castel Bragher Coredo Laghi di Coredo e Tavon Santuario di San Romedio Veduta da Castel Thun @ph. APT Val di Non

Punti d'interesse

COREDO
COREDO

Adagiato su un verde altopiano panoramico nel cuore della Val di Non, ai margini di vaste foreste di conifere, il paese ha un'antica tradizione turistica, come dimostrano alcune ville liberty di inizio Novecento. Il pittoresco centro storico si sviluppa attorno alla piazza, su cui si affaccia la neo-rinascimentale Chiesa di Santa Maria Assunta. Sulla via principale si trova anche Casa Marta, pregevole edificio in stile veneziano del XVI secolo. Da vedere anche la piccola chiesa della Madonna Addolorata, con il suo prezioso altare in stile barocco, e Palazzo Nero, costruzione quattrocentesca merlata. Poco distanti dal centro abitato, i due laghi attigui di Coredo e Tavon offrono relax e possibilità di escursioni nel verde.

CASTEL BRAGHER
CASTEL BRAGHER

Si erge imponente e circondato dal bosco sulla strada che da Taio conduce a Tres. Residenza per quattro secoli della potente famiglia dei Thun, che lo rese uno dei castelli più ricchi ed eleganti dell’intera Val di Non, Castel Bragher prende il nome dal primo proprietario, un certo Bragherio di Coredo, che lo ricevette in feudo verso la fine del XIII secolo. Il complesso conserva ancora il muro di cinta merlato e l'antico ponte coperto ligneo presso l'accesso occidentale al maniero. Molto suggestive sono la Torre della Pece e la chiesetta di S.Celestino, che custodisce al suo interno un prezioso ciclo di affreschi. I tetti degli edifici sono tutti ricoperti dalle cosiddette “scandole”, tegole in legno di larice.

CASTEL THUN
CASTEL THUN

Costruito nella metà del XIII secolo, questo imponente edificio medievale fu la sede della potente famiglia dei Tono (Thun), antichi feudatari vescovili che nell’arco di otto secoli ottennero posizioni di primo piano nella scena politica del tempo. Il monumentale fabbricato civile-militare di stile gotico è fra i meglio conservati del Trentino e sorge in cima ad un colle, in posizione panoramica rispetto all'intera Val di Non. E’ circondato da un complesso sistema di fortificazioni, con torri, torrette, mura, bastioni e fossato. Il palazzo baronale, slanciato in verticale, si eleva al centro dei sistema fortificato. All’interno conserva preziosi arredi, una ricca biblioteca, stanze signorili e un’armeria.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 7. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino Jacopeo d’Anaunia - Tappa 7

Dati tecnici

Comune di partenza: Ton

Partenza: Ton

Comune di arrivo: Romeno

Arrivo: Santuario di San Romedio

Lunghezza(km.): 18

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 700

Dislivello in discesa (m): 399

Punto più alto (m): 888

Punto più basso (m): 422

Durata (h): 7