Grande Anello dei Sibillini - Tappa #2

Il Grande Anello dei Sibillini è un percorso escursionistico di circa 124 Km che abbraccia l’intera catena montuosa presente nell'Appennino umbro-marchigiano.
Articolato in 9 tappe, è completamente segnalato e permette di conoscere, oltre alla molteplicità di paesaggi e bellezze naturali, parte dell’inestimabile patrimonio storico culturale che questo territorio conserva.

Il Grande Anello dei Sibillini è tra i più belli itinerari dell'Italia centrale. Attraverso le nove tappe è possibile circumnavigare il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, visitando la storia dei suoi piccoli borghi e la natura selvaggia delle sue montagne. Il tour abbraccia il Parco in senso orario, partendo dalla località di Visso e ritornandoci dopo essere transitati per alcuni luoghi caratteristici, come l'antica via del Regno di Napoli, il Santuario di Macereto, la cittadina di Fiastra e l'omonimo lago, l'Abbazia di San Salvatore, il Museo delle Valli di Argenta, l'Abbazia di S.S. Vincenzo e Anastasio, il Monte Vettore e molto altro.

Durante il tragitto è possibile godere del paesaggio appenninico e avvistare la fauna selvatica che abita il Parco. L'ottima organizzazione dell'ente parco, nonché la grande disponibilità di informazioni riguardo ai percorsi, permette un'organizzazione dinamica del tour, consentendo di modificarne la lunghezza a seconda della propria disponibilità di tempo ed energie. 

2° TAPPA: Cupi - Fiastra (11 km)

Dopo aver risalito Costa di Tranquilla, l'itinerario attraversa il Monte Val di Fibbia e la Valle di Campobonomo, per risalire ancora lungo la dorsale del Monte Coglia e scendere infine su Trebbio e Fiastra.

Lungo la prima parte del percorso è impossibile non venire attratti dalla molteplicità dei colori delle fioriture. Alzando lo sguardo è facile avvistare rapaci, come il gheppio e la poiana, in cerca di roditori e altre prede che vivono nei prati pascoli, o provare l’emozione intensa di veder volare via una coturnice. Più avanti lo sguardo si perde nella fertile conca di Camerino e sulla veduta mozzafiato del Lago di Fiastra, incastonato tra fertili colline punteggiate da piccole chiese e borghi rurali.

Il Lago di Fiastra, così ben inserito nel paesaggio, non è un meraviglioso dono della natura ma il frutto dell’ingegno umano, che ha imbrigliato il fiume Fiastrone con una diga per produrre energia elettrica. Sul colle di S. Paolo, ben visibile per chi scende dal Coglia, si erge l'antico Castrum Fiastrae, ora Castello dei Magalotti, di cui sono ancora ben visibili i resti delle solide mura perimetrali e del mastio centrale.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva

Punti d'interesse

LAGO DI FIASTRA
LAGO DI FIASTRA

Incastonato tra colline verdi animate da piccole chiese e borghi rurali, questo suggestivo specchio d’acqua artificiale fu costruito a metà del ‘900 per fornire energia elettrica nella Valle del Fiastrone. Le sue acque limpide coprono una superficie di 2 km quadrati e attirano numerosi appassionati di pesca sportiva e attività acquatiche. Qui ogni anni si svolge il “Triathlon dei Monti Sibillini” importante competizione sportiva a cui prendono parte centinaia di partecipanti provenienti da tutt’Italia.

CASTELLO MAGALOTTI
CASTELLO MAGALOTTI

Le prime notizie dell’edificazione del Castrum Fiastrae (Castello di Fiastra) risalgono al IX secolo. Di proprietà dei Conti Magalotti dal 1259, di questo antico edificio oggi rimangono solo alcuni ruderi. E’ situato su un colle a dominare la valle del Fiastrone e un tempo era munito di una lunga e possente cinta muraria fortificata che inglobava anche la chiesa benedettina di S. Paolo. Qui vi si rifugiava la popolazione in fuga dalle invasioni nemiche. Oggi è visibile solo un tratto ad ovest, con i resti di due torri cilindriche con feritoie.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #2. Scrivi tu il primo commento su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #2

Dati tecnici

Comune di partenza: Visso

Partenza: Cupi

Comune di arrivo: Fiastra

Arrivo: Fiastra

Lunghezza(km.): 11

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Vie brevi - Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 410

Dislivello in discesa (m): 640

Punto più alto (m): 1402

Punto più basso (m): 752

Durata (h): 4