Grande Anello dei Sibillini - Tappa #8

Il Grande Anello dei Sibillini è un percorso escursionistico di circa 124 Km che abbraccia l’intera catena montuosa presente nell'Appennino umbro-marchigiano.
Articolato in 9 tappe, è completamente segnalato e permette di conoscere, oltre alla molteplicità di paesaggi e bellezze naturali, parte dell’inestimabile patrimonio storico culturale che questo territorio conserva.

Il Grande Anello dei Sibillini è tra i più belli itinerari dell'Italia centrale. Attraverso le nove tappe è possibile circumnavigare il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, visitando la storia dei suoi piccoli borghi e la natura selvaggia delle sue montagne. Il tour abbraccia il Parco in senso orario, partendo dalla località di Visso e ritornandoci dopo essere transitati per alcuni luoghi caratteristici, come l'antica via del Regno di Napoli, il Santuario di Macereto, la cittadina di Fiastra e l'omonimo lago, l'Abbazia di San Salvatore, il Museo delle Valli di Argenta, l'Abbazia di S.S. Vincenzo e Anastasio, il Monte Vettore e molto altro.

Durante il tragitto è possibile godere del paesaggio appenninico e avvistare la fauna selvatica che abita il Parco. L'ottima organizzazione dell'ente parco, nonché la grande disponibilità di informazioni riguardo ai percorsi, permette un'organizzazione dinamica del tour, consentendo di modificarne la lunghezza a seconda della propria disponibilità di tempo ed energie.

8° TAPPA: Colle Le Cese - Campi Vecchio (20 km)

L’itinerario attraversa il confine tra Marche ed Umbria, contornando i Piani di Castelluccio, la maggiore depressione tettonica dei Monti Sibillini, con splendidi scorci panoramici che hanno come sfondo l’imponente versante ovest di Cima del Redentore.
Dalle ampie distese solitarie dei Piani si passa presto agli scenari della valle del Campiano, cosparsa di borghi, ruderi di castelli e chiese.

Il percorso si snoda lungo la dorsale che circonda a sud e ad ovest il bacino di Castelluccio, fino a giungere alla Forca di Giuda (1.794 m.), piccola sella tra il Monte Patino e il Monte delle Rose. Da qui si scende nella valle del Campiano verso la Forca di Ancarano, per poi proseguire sul sentiero che porta al paese di Campi Vecchio.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva

Forca di Giuda valle del Campiano Sant'Eutizio Campi Vecchio

Punti d'interesse

PIANI DI CASTELLUCCIO
PIANI DI CASTELLUCCIO

Ampio altopiano carsico creato dai lenti movimenti di distensione della crosta terrestre e dalla sedimentazione di detriti nel fondo di un antico lago ormai scomparso. Il bacino di Castelluccio (paese situato a nord della piana) è diviso in tre aree: il Pian Grande, dominato a est dalle imponenti pareti del Monte Vettore, il Pian Piccolo e il Pian Perduto. I Piani offrono uno dei paesaggi più suggestivi del Parco dei Sibillini, grazie all'azione della natura, ma anche al lavoro dell'uomo, che qui coltiva da centinaia di anni le famose lenticchie di Castelluccio. Imperdibile è la Fiorita, ossia il fenomeno di fioritura che colora il piano tra la fine di maggio e l'inizio di luglio.

VALLE DEL CAMPIANO
VALLE DEL CAMPIANO

La Val Castoriana, attraversata dal torrente Campiano, segna il confine occidentale del Parco dei Sibillini e si estende ai piedi della dorsale montuosa che prosegue in direzione nord-ovest dal Monte Patino fino al Monte Moricone. L’ambiente è caratterizzato da una molteplicità di aspetti naturali e umani che, integrandosi, disegnano un paesaggio di particolare pregio ambientale e assai ricco di storia. Piccoli villaggi e ruderi di castelli, arroccati sui fianchi dei monti, scrutano la vallata sottostante solcata da filari di salici e pioppi cipressini. Il “gioiello” della valle è l’Abbazia di Sant’Eutizio, fondata nel V secolo, un complesso che unisce arte, storia e cultura.

CAMPI VECCHIO
CAMPI VECCHIO

Campi è una frazione di Norcia, completamente immersa nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini e nel panorama della Val Castoriana. Il paese è diviso in due nuclei: Campi Basso (o Nuovo) e Campi Alto (o Vecchio). Campi Vecchio è un caratteristico borgo medievale arroccato sul pendio che si affaccia sulla Valle del Campiano. E’ circondato da una antica cinta muraria, di cui si intravedono ancora alcune tracce, come la trecentesca porta d’accesso meridionale, che si che si accorpa con la possente struttura edilizia della Chiesa di Sant`Andrea.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #8. Scrivi tu il primo commento su Grande Anello dei Sibillini - Tappa #8

Dati tecnici

Comune di partenza: Arquata del Tronto

Partenza: Colle le Cese

Comune di arrivo: Norcia

Arrivo: Campi Vecchio

Lunghezza(km.): 20

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 449

Dislivello in discesa (m): 1089

Punto più alto (m): 1794

Punto più basso (m): 0

Durata (h): 7