La Cengia dei Contrabbandieri: ferrata sul Lago di Garda

Tra l'acqua e la roccia, una spettacolare ferrata dal panorama mozzafiato

La Cengia dei Contrabbandieri è un leggendario percorso in ferrata che sfrutta una cengia naturale a picco sul Lago di Garda, attraversando in orizzontale la parete del Dos de Calà. E' magnificamente scavato nella roccia della scogliera che precipita nelle acque sottostanti, circondato dal volo dei gabbiani che qui nidificano.

L'itinerario deve il suo nome a quello che un tempo era utilizzato come sentiero da contrabbandieri di sale e tabacco. Oggi è possibile affrontarlo in sicurezza grazie a chiodi di passaggio che proteggono i punti più esposti.

Il sentiero, chiamato anche Massimiliano Torti, l'alpinista che lo ha valorizzato e a cui è dedicato, consiste in una via di roccia orizzontale, che sfrutta in larga parte un'esile ed appena accennata cengia artificiale. Si tratta di una traccia-prototipo di una strada poi mai realizzata, che doveva collegare Limone sul Garda alla Val di Ledro.

Descrizione tecnica:
La cengia è attrezzata con una lunga serie di spit, che permettono di procedere agevolmente di conserva, e solo nei punti più impegnativi è attrezzata con cordini, dove si procede come in ferrata, eventualmente attrezzando i passaggi con staffe.
Numerosi passaggi rendono questa escursione di media difficoltà e non adatta ai principianti.

Consigli tecnici:
Il materiale da roccia necessario consiste in imbraco, caschetto, sufficiente uno spezzone di corda da 30-35 metri, moschettoni, 10 rinvii.

Dove parcheggiare:
Presso la statua della Madonna al punto panoramico di Pregasina.

Periodo consigliato:
Da Aprile a Novembre.
Il periodo migliore sono le giornate stabili di Settembre, Ottobre e Novembre. Se si decide di andare tra Luglio ed Agosto si consiglia il pomeriggio.

Punti d'interesse

LAGO DI GARDA
LAGO DI GARDA

E’ il maggiore lago italiano in quanto a superficie (circa 370 km²) e il terzo per profondità. Meta turistica molto frequentata, il lago è incastonato tra Lombardia, Veneto e Trentino Alto-Adige. Ha una forma allungata dettata dalla sua origine glaciale, con una coda ad imbuto a nord circondata da montagne e la base meridionale che si apre sull’alta Pianura Padana e sulle colline moreniche. Il lago è interamente circondato dalla strada Gardesana, che permette di sostare e visitare le numerose e caratteristiche località che sorgono sulle rive. Il lago ospita anche cinque isole, tutte di dimensioni piuttosto ridotte.

PREGASINA
PREGASINA

Grazioso paesino che è un vero e proprio balcone sull’Alto Garda, ad un’altitudine 532 m. Collegato con la nota strada panoramica del Ponale, pedonale e ciclabile, il borgo offre scorci unici a picco sul lago. Punto di partenza di numerose escursioni in zona è la chiesetta dedicata a San Giorgio, costruita nel 1633 e più volte ampliata, dalla quale si può ammirare uno splendido panorama del lago e delle montagne che lo circondano.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su La Cengia dei Contrabbandieri: ferrata sul Lago di Garda. Scrivi tu il primo commento su La Cengia dei Contrabbandieri: ferrata sul Lago di Garda

Dati tecnici

Comune di partenza: Riva del Garda

Partenza: Pregasina

Comune di arrivo: Riva del Garda

Arrivo: Pregasina

Lunghezza(km.): 4

Difficoltà: Via Ferrata Difficile

Disciplina: Ferrata

Tipologia itinerario: Vie medie - Giornata intera

Dislivello in salita (m): 350

Dislivello in discesa (m): 350

Punto più alto (m): 400

Punto più basso (m): 150

Durata (h): 6

Comuni attraversati

Riva del Garda (TN)