La Via degli Dei in Trekking - Tappa #5 percorso classico

La Via degli Dei è un percorso molto affascinante, che ripercorre lunghi tratti dell'antica via romana Flaminia Militare, collegando le città di Bologna e Firenze lungo gli Appennini.

E' diventata una delle principali attrattive turistiche dell’Appennino tosco-emiliano: numerosi amanti del trekking e della mountain bike ripercorrono questo pezzo di storia gustando a pieno la bellezza incontaminata di questi luoghi. Il nome del tracciato deriva con ogni probabilità da alcune località che si incontrano lungo il percorso, come il Monte Adone, Monzuno (Mons Iovis, monte di Giove), Monte VenereMonte Luario (Lua era la dea romana dell’espiazione).

Ci sono molte possibili varianti: questa è quella che attraverso un trekking di più giorni percorre la Via nel suo tracciato standard, testato dalla nostra redazione.

In generale l'intero itinerario è impegnativo. Anche la versione qui proposta, che lo suddivide in 5 tappe (come previsto dal percorso ufficiale), è consigliato a coloro che hanno già un buon allenamento ed una buona preparazione fisica.
Non presenta passaggi troppo tecnici e non diventa mai ferrato, ci sono tratti ripidi sia in discesa che in salita (a volte scivolosi, soprattutto in periodi piovosi), però è comunque percorribile da tutti, anche in famiglia, purché si sia già abituati a percorsi impegnativi.

5° TAPPA: San Piero a Sieve - Firenze (33 km)

Descrizione tecnica:
La quinta ed ultima tappa di questo lungo trekking alterna tratti di bosco a sentieri con viste magnifiche sulle colline toscane della zona di Fiesole, per arrivare infine al centro della città di Firenze e terminare il cammino. La parte finale del percorso da Fiesole a Firenze non presenta particolare interesse, quindi si può anche percorrere con mezzi pubblici, visto che questa tappa è già abbastanza lunga.

Il settore dentro al bosco fino al Convento di Monte Senario è spesso fangoso. Una volta arrivati al Convento, però, il percorso si apre e continua immerso in grandi panorami. Resta la salita impegnativa per il Pratone e poi si scende fino a Firenze.

Consigli tecnici:
A seconda del periodo, lungo il percorso si può incontrare tanto fango, ci sono alcuni passaggi in salita abbastanza ripidi, quindi conviene affrontarli lentamente, soprattutto se non si è molto allenati. Nei periodi caldi è necessario portarsi una buona riserva di acqua, perché ci sono parecchi settori in mezzo al bosco senza accesso all’acqua.

Periodo consigliato: Per le temperature, Maggio e Giugno. In caso di maltempo però - anche precedente alla partenza - si possono incontrare tantissimi tratti nel fango.

Vai alla tappa precedente

Punti d'interesse

SANTUARIO DI MONTE SENARIO
SANTUARIO DI MONTE SENARIO

E' uno dei più importanti santuari toscani e si trova sulla collina omonima a nord di Firenze, nel comune di Vaglia. Il convento fu eretto nel 1234 da sette nobili fiorentini, fondatori dell'ordine dei Servi di Maria - perciò detti i Sette santi fondatori - e fu poi ampliato e modificato diverse volte nei secoli. Il complesso attuale è costituito da diversi edifici: la Chiesa di S. Maria, riportata agli splendori settecenteschi, la Cappella del Santissimo, la Cappella dei Sette Santi (che ospita le spoglie dei Sette padri Fondatori), il Coro, con gli stalli settecenteschi in noce intagliato, il Convento, con il chiostro quattrocentesco e la cisterna medicea, sovrastata da una grande terrazza panoramica. Agli edifici principali si affiancano le grotte e le celle abitate un tempo dai Servi di Maria e la ‘ghiacciaia’, edificio ottocentesco di singolare architettura, ritenuto il più grande d'Italia nel suo genere.

FIESOLE
FIESOLE

Situata a soli 6 km da Firenze, Fiesole domina le colline in splendida posizione panoramica sulle valli dell’Arno e del Mugnone. La sua natura e i suoi paesaggi la rendono una meta turistica ‘fuori porta’ unica. Diversamente dal capoluogo toscano, Fiesole è di fondazione etrusca (era una delle più importanti città appenniniche dell’epoca) e conserva importanti testimonianze del suo passato in una vasta Area Archeologica. Di grande valore storico è anche il Duomo romanico di S. Romolo, con il caratteristico campanile a forma di torre, il Palazzo Vescovile (XI secolo) e l'antichissima Chiesa di S. Maria Primerana, eretta su strutture etrusche. Da non perdere il Teatro Romano, perfettamente conservato.

BADIA DEL BUONSOLLAZZO
BADIA DEL BUONSOLLAZZO

Nota anche come Monastero di San Bartolomeo, è una struttura religiosa (oggi chiusa), situata sul fianco settentrionale del Monte Senario, nel comune di Borgo San Lorenzo. L'Abbazia “de Bono-Solatio” - cioè "ben soleggiata" - è citata per la prima volta in documenti del 1084, ma secondo la tradizione fu edificata prima del Mille dal marchese Ugo di Toscana per i Benedettini, nel luogo dove egli ebbe una visione miracolosa che lo convertì. La costruzione attuale è diversa e molto più ampia rispetto a quella originaria. Del primitivo chiostro benedettino rimangono solo capitelli e pilastri alle pareti, mentre la Badia di oggi è il frutto di ristrutturazioni eseguite nei primi anni del XVIII secolo.

CASTELLO DEL TREBBIO
CASTELLO DEL TREBBIO

Il suo nucleo centrale fu costruito dalla nobile famiglia di banchieri de’ Pazzi nel 1184, e ampliato nei secoli successivi. L'impianto del fortilizio è rettangolare, articolato attorno al cortile al quale si accede esclusivamente da una porta, protetta da una torre al centro della cinta muraria rivolta a valle, alle cui estremità sorgono due torri quadrate. Tutto intorno dolci pendii ricoperti di vigneti e uliveti, che si rincorrono in un paesaggio classicamente toscano. Il castello è storicamente famoso perché qui pare sia stata ordita nel 1478 la congiura contro i Medici, che portò all'uccisione di Giuliano, fratello di Lorenzo. “La Congiura de’ Pazzi” fallì ma ancora oggi nel nucleo centrale del Castello si può ammirare la splendida Sala della Congiura, in omaggio allo storico episodio.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su La Via degli Dei in Trekking - Tappa #5 percorso classico. Scrivi tu il primo commento su La Via degli Dei in Trekking - Tappa #5 percorso classico

Dati tecnici

Comune di partenza: San Piero a Sieve

Partenza: San Piero a Sieve

Comune di arrivo: Firenze

Arrivo: Firenze

Lunghezza(km.): 33

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Vie medie - Giornata intera

Dislivello in salita (m): 1370

Dislivello in discesa (m): 1510

Punto più alto (m): 805

Punto più basso (m): 45

Durata (h): 12

Link Utili

www.viadeglidei.it www.vacanzattivaguide.com/it/pedalare/eremo-di-tizzano-marescalchi-mtb-colli-bolognesi.html

Comuni attraversati

Firenze (FI)
Firenze (FI)

Città capoluogo di provincia e di regione, scolpita nell'immaginario collettivo con le linee...