Lungo le vie della transumanza nel Parco del Pollino

Escursione nella natura e nella tradizione dei pastori

Questo itinerario nel Parco Nazionale del Pollino richiama la storia della transumanza: il percorso era infatti utilizzato dai pastori di Conocchielle, che con le greggi attraversavano i piani di Vacquarro, Gaudolino e scendevano lungo la “Scala di Gaudolino” verso Morano.

In un tratto la mulattiera si inerpica lungo i pendii costeggiando le Gole del Frido: siamo lungo la “Scaletta" e da qui si possono ammirare esemplari di tasso e pino loricato. Il Frido corre qui con le sue acque limpide e gorgheggianti.
Il percorso arriva nella parte bassa dei Piani di Vacquarro.

Descrizione tecnica:
L'escursione tra i monti del Pollino comincia a Conocchielle, dove seguendo i vicoletti si procede verso sud, incontrando alcune case abbandonate. Superato un cancello di pastori, si prosegue in salita lungo una sterrata panoramica, in terreni di ex pascolo ormai invasi dalla vegetazione (da ammirare gli agrifogli monumentali).
Si arriva quindi ad una faggeta e al bivio si prosegue a sinistra. Dopo la fontana, si prosegue dritti e poi si prende un sentiero sulla destra che sbuca in uno spiazzo di faggi monumentali. Si segue quindi il sentiero che sbuca sopra le Gole della Scaletta, e poi ai Piani bassi di Vacquarro, sulle rive del torrente Frido.

Consigli tecnici:
Abbigliamento: scarpe da trekking, giacca a vento impermeabile, guanti e cappellino. Portarsi una scorta d'acqua (la fontana di Acquafredda non è in funzione).

Dove parcheggiare:
Frazione di Conocchielle, raggiungibile da San Severino Lucano e da Viggianello.

Punti d'interesse

PARCO NAZIONALE DEL POLLINO
PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

E’ l’area protetta più estesa d’Italia, con i suoi 192.565 ettari di territorio che si estendono a cavallo tra Basilicata e Calabria, spaziando dal mar Tirreno allo Ionio. Il Parco prende il nome dal massiccio montuoso omonimo ed è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi, bellezze naturali e faunistiche: rocce dolomitiche, fiumi, bastioni calcarei, dirupi, gole profonde, vallate e pascoli. E’ meta privilegiata per chi ama il trekking e l’escursionismo, ma anche territorio molto battuto dagli appassionati di Mtb, rafting, alpinismo e speleologia.

GOLE DEL FRIDO
GOLE DEL FRIDO

È il tratto più selvaggio e inaccessibile del torrente Frido, un corso d'acqua che nasce sulla Serra delle Ciàvole. La gola, che va dalla località Cropani-Bosco Magnano alla piana dove il letto del Frido si allarga prima della confluenza con il fiume Sinni, è un vero e proprio scrigno di biodiversità, un susseguirsi di pozze, massi e cascatelle che custodisce habitat ideali per la vita di molte specie rare.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Lungo le vie della transumanza nel Parco del Pollino. Scrivi tu il primo commento su Lungo le vie della transumanza nel Parco del Pollino

Dati tecnici

Comune di partenza: Viggianello

Partenza: Conocchielle

Comune di arrivo: Viggianello

Arrivo: Piani di Vaquarro

Lunghezza(km.): 7

Difficoltà: Escursionistico

Disciplina: Escursione

Tipologia itinerario: Vie brevi - Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 641

Dislivello in discesa (m): 167

Punto più alto (m): 1490

Punto più basso (m): 990

Durata (h): 3