Trekking in Orsomarso - Tappa 1

Pareti selvagge e panorami superbi tra le montagne del Pollino calabro

Prima tappa di un suggestivo trekking di due giorni tra i panorami dell’Orsomarso, la catena montuosa che costituisce l'espansione sud-occidentale del Parco Nazionale del Pollino, in Calabria.

Questa prima tratta di 8 km si sviluppa a nord di San Donato di Ninea, da Piano di Lanzo a Piano La Cresta, raggiungendo il punto più alto del massiccio dell’Orsomarso, il panoramico Cozzo del Pellegrino (1987 m.).

Proprio dalla cima del Pellegrino in avanti c'è il tratto più bello dell'intera escursione: lungo la cresta, nel punto dove si affaccia l'impressionante canalone nord-ovest di Cozzo Pellegrino, ci sono i luoghi più rappresentativi della "wilderness" dei monti dell'Orsomarso. Le pareti rocciose che scendono giù da un tratto della linea di cresta sono spettacolari, caratterizzate da una roccia liscia e levigata. Il panorama è superbo: si notano le onde del Mar Tirreno, i selvaggi dirupi di Cozzo dell'Orso e La Mula, montagna ammantata da una foresta di faggio.

Descrizione tecnica:
Da Piano di Lanzo (raggiungibile da San Donato di Ninea) si imbocca un sentiero che attraversa boschi di ontani. Raggiunta una faggeta e una comoda pista sterrata si arriva ad un pianoro, superato il quale si imbocca la cresta del Pellegrino, che porta facilmente in vetta.
Dalla cima si segue la cresta, che supera lo spettacolare canalone (attenzione, punto esposto). Quindi inizia la discesa, che diventa ripida, in un bosco fitto di faggi e su tratti di terreno aperto ed erboso.
Si attraversa poi una spettacolare faggeta per sbucare in un pianoro dove bivaccare.

Consigli tecnici:
Si tratta di un trekking in autosufficienza  che richiede uso di tenda leggera, di un buon sacco a pelo adatto a temperature basse e viveri per due giorni. Consigliato il fornellino a gas.
Abbigliamento tecnico: cappello di lana, guanti, giacca a vento, telo termico, kit di primo soccorso, zaino di 70 litri, bastoncini, 2 litri di acqua.

Dove parcheggiare:
Al Piano di Lanzo

Periodo consigliato:
Da Aprile ad Ottobre.

Punti d'interesse

SAN DONATO DI NINEA
SAN DONATO DI NINEA

Il paese montano è arroccato sul fianco di un acuto sperone di roccia, alle pendici del Cozzo del Pellegrino. Il suo territorio è meta ideale per gli amanti della natura “selvaggia” e incontaminata: impressionanti canyon e dirupi proteggono un ambiente ancora integro, dove fitti boschi di faggi, pascoli d’alta quota, radure, pietraie e pinnacoli di roccia danno vita ad una grande varietà di paesaggi. Si possono seguire diversi itinerari trekking, sentieri e passeggiate anche nelle immediate zone limitrofe ricche di paesaggi caratteristici. Tra i fitti ed impervi vicoli del paese si trovano due chiese parrocchiali, la SS.Trinità (eretta nel XVI sec.) e la romanica Chiesa dell’Assunta (risale all’anno 1000) posta in una zona super panoramica.

COZZO DEL PELLEGRINO
COZZO DEL PELLEGRINO

E’ la vetta più elevata del massiccio dei Monti di Orsomarso (o Dorsale del Pellegrino), che dall’alto dei suoi 1987 m.s.l.m. si staglia sull’abitato di San Donato di Ninea. Di natura rocciosa dolomitica, la montagna si trova in una vasta area scarsamente popolata, praticamente sconosciuta al di fuori della regione fino alla fine degli anni ’70; ha però un’importanza naturalistica, per la presenza di numerose emergenze botaniche e faunistiche che la rendono una delle più prestigiose aree “selvagge” d’Italia. La vetta è meta di numerose escursioni e scalate alpinistiche poiché offre un panorama a 360° superbo: in giornate limpide la vista spazia dal Mar Ionio al Mar Tirreno, dalle vette del Pollino all’altopiano della Sila. Molto suggestivo è il canalone di roccia scavato nella montagna, che dalla vetta scende fino alla Carpinosa (654 m.) nella valle dell'Abatemarco.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Trekking in Orsomarso - Tappa 1. Scrivi tu il primo commento su Trekking in Orsomarso - Tappa 1

Dati tecnici

Comune di partenza: San Donato di Ninea

Partenza: Piano di Lanzo

Comune di arrivo: San Donato di Ninea

Arrivo: Piano La Cresta

Lunghezza(km.): 8

Difficoltà: Escursionisti Esperti

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 928

Dislivello in discesa (m): 416

Punto più alto (m): 1985

Punto più basso (m): 1363

Durata (h): 7

Link Utili

www.comune.sandonatodininea.cs.it