Trekking in Orsomarso - Tappa 2

I panorami e le faggete del Monte La Mula

Seconda ed ultima tappa del breve ma suggestivo trekking tra i panorami dell’Orsomarso, la catena montuosa che costituisce l'espansione sud-occidentale del Parco Nazionale del Pollino, in Calabria.

Questa tappa, che dal pianoro di “La Cresta” riporta al luogo di partenza a Piano di Lanzo, consiste in una lunga ed avventurosa escursione, attraverso foreste estese in cui è facile perdersi se non si dispone di carta, bussola e Gps.
Si attraversano inizialmente faggete selvagge e pianori carsici, incontrando ogni tanto alberi monumentali e contorti. Poi si sale su La Mula, bellissima montagna a forma di cupola caratterizzata da estesi pascoli di alta quota, con panorami superbi verso il Tirreno e i selvaggi monti della Montea e de La Caccia.

Descrizione tecnica:
La seconda tappa presenta difficoltà soprattutto per la notevole lunghezza e l'orientamento, ma non si svolge su terreno accidentato. Nella prima parte bisogna affidarsi alla traccia Gps o alla dettagliata cartina di Locus Maps e alla bussola, non essendovi segnaletica e per molti tratti nemmeno sentieri. Dalla cima del Monte  La Mula in poi, diventa tutto più facile: c'è una comoda pista sterrata e poi un sentiero segnato che attraversa un'estesa foresta, compresi nel "Sentiero Italia TappaU26". 

Consigli tecnici:
Si tratta di un trekking in autosufficienza  che richiede uso di tenda leggera, di un buon sacco a pelo adatto a temperature basse e viveri per due giorni. Consigliato il fornellino a gas.
Abbigliamento tecnico: cappello di lana, guanti, giacca a vento, telo termico, kit di primo soccorso, zaino di 70 litri, bastoncini, 2 litri di acqua.

Dove parcheggiare:
Al Piano di Lanzo

Periodo consigliato:
Da Aprile ad Ottobre

Vai alla tappa precedente #1

Punti d'interesse

MONTE LA MULA
MONTE LA MULA

E’ la seconda cima più alta del Massiccio dell’Orsomarso (1935 m.s.l.m.), dopo il Cozzo del Pellegrino (1987 m.s.l.m.), compresa nei comuni di Grisolia e San Donato di Ninea. Di origine carsica, ha una vetta piuttosto arrotondata da dove è possibile ammirare un bel panorama sia del versante tirrenico che ionico della Calabria. Le sue pendici sono ricche di boschi di faggio e di quercia e spesso si trovano inghiottitoi naturali. Tra La Mula e la Muletta (una cima secondaria) si apre un pianoro a 1600 m.s.l.m. denominato “Il Campo”, dove leggenda vuole sia passato il condottiero cartaginese Annibale.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Trekking in Orsomarso - Tappa 2. Scrivi tu il primo commento su Trekking in Orsomarso - Tappa 2

Dati tecnici

Comune di partenza: San Donato di Ninea

Partenza: Piano La Cresta

Comune di arrivo: San Donato di Ninea

Arrivo: Piano di Lanzo

Lunghezza(km.): 17

Difficoltà: Escursionisti Esperti

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 1108

Dislivello in discesa (m): 1654

Punto più alto (m): 1940

Punto più basso (m): 1255

Durata (h): 9