Urban Trek: Ferrara, la regina del Rinascimento Estense

Una passeggiata nella storia della bella città d'arte emiliana

Il centro storico Patrimonio Unesco, i parchi, le mura fortificate. Ferrara è una città a misura d’uomo perfetta per muoversi a piedi o in bicicletta, ammirando le bellezze architettoniche del Rinascimento Estense e immergendosi nella natura delle sue campagne.

Questo trekking urbano di 9 km abbraccia il centro storico della città, lungo strade che perlopiù possono essere percorse a piedi o in bicicletta, lontano dal traffico delle auto.
Una camminata che unisce i luoghi simbolo di Ferrara: la bella piazza centrale con la Cattedrale, il Castello Estense, Palazzo Diamanti o la magica Via delle Volte, che catapulta nelle atmosfere del passato.

Punti d'interesse

FERRARA - Castello Estense
FERRARA - Castello Estense

E' il monumento più rappresentativo e il vero simbolo di Ferrara, con le sue quattro torri circondate dal fossato, i mattoni di cotto rossi, le eleganti balaustre bianche, le prigioni e le sale per i giochi e il diletto di corte. Chiamato anche "Castello di San Michele" (la prima pietra fu posata il 29 settembre, giorno appunto dedicato al Santo), questa maestosa costruzione fu concepita inizialmente come fortezza di difesa militare, fatta edificare nel 1385 da Niccolò II d’Este. Con il passare dei secoli il castello fu abbellito e slanciato e assunse sempre di più la funzione di reggia signorile: venne arricchito dalle altane sopra le torri, dai balconi di marmo, dal cortile d'onore di forme cinquecentesche e dai fastosi appartamenti affrescati. Le imponenti torri, poste ai quattro angoli del Castello, svettano ancora oggi sulla città, simbolo indelebile della grandezza e magnificenza della Famiglia D'Este.

PARCO URBANO G.BASSANI
PARCO URBANO G.BASSANI

Quest'area verde di 1.200 ettari, compresa tra la città e il Po, occupa l'antico territorio del Barco e fu riserva di caccia degli Estensi. Si tratta di un ampio parco - dedicato allo scrittore Giorgio Bassani - articolato in zone verdi attrezzate per il tempo libero, dove hanno trovato sede diverse strutture sociali e sportive. Qui si svolgono anche grandi manifestazioni all'aria aperta, come il Ferrara Balloons Festival e il Festival Internazionale degli Aquiloni - Vulandra.

PALAZZO DEI DIAMANTI
PALAZZO DEI DIAMANTI

Monumento celebre della città, questo splendido palazzo si trova al centro di un importante incrocio chiamato "Quadrivio degli Angeli" ed era la residenza di Sigismondo d’Este, fratello del duca Ercole I. Deve il nome alle migliaia di bugne a forma di piramide (o di “diamante”), in marmo bianco e rosa, che ricoprono le sue facciate esterne. Il capolavoro è opera dell’architetto Biagio Rossetti, che lo costruì per conto di Sigismondo d'Este nel 1492. Insieme al bugnato, sono celebri anche le candelabre e le decorazioni d'angolo esterne, mentre all'interno del palazzo è presente un tipico cortile rinascimentale, con chiostro e pozzo di marmo. Il palazzo ospita la Pinacoteca Nazionale e al piano terra uno spazio espositivo, in cui si tengono rinomate mostre organizzate da Ferrara Arte.

PIAZZA TRENTO - TRIESTE
PIAZZA TRENTO - TRIESTE

E’ il cuore pulsante della città: qui confluiscono le antiche sedi del potere religioso, civile e di rappresentanza delle signorie ferraresi. La piazza risale al Medioevo quando venne costruita la nuova cattedrale dedicata a San Giorgio: attorno ad essa sorgevano le case del Vescovo (l'attuale Palazzo Arcivescovile), il Palazzo della Ragione (rifatto negli anni '50 dopo un incendio), la Loggia dei Notai (dove si erge l'attuale torre dell'orologio), il primo nucleo del Palazzo Ducale. Sul lato meridionale della splendida Cattedrale (XII sec) corre la Loggia dei Merciai, in fondo alla quale si erge il campanile dalle linee classiche, incompiuto, attribuito a Leon Battista Alberti. Sulla piazza si affaccia inoltre la ex Chiesa di San Romano, attuale sede del Museo della Cattedrale.

VIA DELLE VOLTE
VIA DELLE VOLTE

Suggestiva strada medievale che rappresenta l'asse lungo il quale si sviluppò Ferrara dal VII al XI secolo d. C. Prende il nome dai numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano, utilizzati per collegare i magazzini sulla riva del fiume alle botteghe-abitazioni verso il centro. Lungo la via si affacciano edifici trecenteschi e quattrocenteschi, costeggiati da suggestive viuzze.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Urban Trek: Ferrara, la regina del Rinascimento Estense. Scrivi tu il primo commento su Urban Trek: Ferrara, la regina del Rinascimento Estense

Dati tecnici

Comune di partenza: Ferrara

Partenza: Ferrara

Comune di arrivo: Ferrara

Arrivo: Ferrara

Lunghezza(km.): 11

Difficoltà: Escursionistico

subdetails.tpl

Motivazioni: Storia

Disciplina: Trekking

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 0

Dislivello in discesa (m): 0

Punto più alto (m): 0

Punto più basso (m): 0

Durata (h): 3

Comuni attraversati

Ferrara (FE)
Ferrara (FE)

Città di pianura, di origine antica, capoluogo di provincia, la cui economia si basa...