Comacchio

Cittadina di pianura, di antichissime origini, che accanto alle tradizionali attività pescherecce ha sviluppato l’agricoltura e l’industria e incrementato i servizi, soprattutto nel comparto turistico. I comacchiesi, con un indice di vecchiaia nella media, sono distribuiti in vari aggregati urbani, dei quali, oltre al capoluogo comunale, che fa registrare una forte espansione edilizia, i più popolosi sono: Porto Garibaldi, San Giuseppe, Volania, Vaccolino, Lido degli Estensi, Lido delle Nazioni, Lido di Pomposa-Lido degli Scacchi, Lido di Spina e Lido di Volano. Il territorio, comprendente anche il lago del Lido delle Nazioni, l’area delle saline e le Valli da pesca, disegna un profilo geometrico regolare con variazioni altimetriche quasi irrilevanti ed è diviso tra tredici piccole isole, separate da canali e collegate da ponti. Lo stemma comunale ufficiale è in attesa del decreto di approvazione e concessione da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Lo stemma usato dal comune è quello riprodotto in alto: in esso si raffigura, su fondo aureo, un pesce denominato “passera acquatica”, ritenuto uno dei più nobili prodotti della valle.

Storia

I primi insediamenti nella zona risalgono all’età del bronzo; tra la prima metà del VII secolo a.C. e la fine del IV convergono in questa zona interessi economici e commerciali ateniesi ed etruschi, che danno luogo alla cosiddetta età spinetica. In seguito il progressivo popolamento celtico dell’entroterra ridusse i traffici marittimi con la città di Spina; insediamenti romani in questa zona si ebbero invece solo nel IV e V secolo d.C. Dopo essere entrata nell’esarcato di Ravenna e aver subito gli attacchi di Venezia, economicamente minacciata dallo sviluppo dei suoi traffici commerciali, si sottomise a Ferrara e agli Estensi, la cui signoria, protrattasi dal 1325 al 1598, fu caratterizzata da anni di malgoverno. Passata allo Stato Pontificio, conobbe nei secoli XVI e XVII un certo miglioramento economico, vanificato tuttavia dal ritorno alla gerarchia ecclesiastica dopo la breve occupazione austriaca. All’invasione napoleonica seguì l’alternarsi di governi austriaci, francesi e pontifici, finché, dopo un’attiva partecipazione ai moti risorgimentali, entrò a far parte del Regno d’Italia, ottenendo di gestire direttamente le valli. La ripresa socio-economica si è avuta solo con l’ultimazione dei lavori di bonifica negli anni Sessanta del XX secolo. Nel patrimonio storico-architettonico spiccano: i ponti dei Trepponti e delle Carceri; la cattedrale di San Cassiano; l’ex-ospedale di San Camillo; la Pescheria; la Loggia dei Mercanti; il Loggiato dei Cappuccini; il santuario di Santa Maria in Aula Regia; i palazzi Bellini e Vescovile; la casa Patrignani; le chiese del Carmine e del Santissimo Rosario; il monastero dei Santi Mauro e Agostino; la Torre dell’Orologio.

Come arrivare

AUTO: Situata a 50 km dall’autostrada A13 Bologna-Padova (a 3 dal raccordo con la superstrada Porto Garibaldi-Ferrara), è raggiungibile anche con la strada statale n. 309 Romea, che ne attraversa il territorio. TRENO: La stazione di riferimento, lungo la ferroviaria Ferrara-Codigoro, si trova a 21 km. AEREO: L’aeroporto più vicino dista 99 km mentre l’aerostazione di Milano/Malpensa, che garantisce linee intercontinentali dirette, è a 350 km

Monumenti

Chiesa di Santa Maria in Aula Regia (1655) Chiesa del Carmine Cattedrale di San Cassiano

Musei

Museo Ospedale degli Infermi Museo Mariano d'Arte Sacra Contemporanea Museo delle Valli Museo della Nave Romana Manifattura dei Marinati

Eventi

DICEMBRE - Comacchio... Un Presepe d'Acqua, con finale di fuochi piroteatrali

Percorsi

Dal lido di Spina all'abbazia di Pomposa

Dal lido di Spina all'abbazia di Pomposa

<p>Bellissimo percorso in bicicletta attraverso le suggestive vedute naturalistiche della Valle Bertuzzi e dei Lidi di Comacchio, una delle aree umide più importanti del Parco del Delta del Po. Un ambiente utilizzato come valle di pesca e come...

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

<p>L'itinerario complessivo è un bellissimo <strong>bike tour</strong> suddiviso in <strong>dieci tappe</strong>, che si snoda prima all'interno del <strong>Parco del Delta del Po</strong> per poi addentrarsi...

Nazione: IT

Regione: Emilia-Romagna

Provincia: Ferrara

Indirizzo: Piazza Folegatti, 15

Telefono: +39 0533310111

Fax: +39 0533310269

Altitudine (min/max): -2/3

Superfice (Kmq): 284.00

Popolazione: 23122

Nome abitanti: comacchiesi

Densità (ab. per Kmq): 82

Frazioni: Porto Garibaldi, San Giuseppe, Lido di Pomposa, Lido degli Scacchi, Lido di Volano, Vaccolino, Volania, le Valli

Comuni limitrofi: Argenta, Codigoro, Lagosanto, Ostellato, Portomaggiore, Ravenna (RA)

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: San Cassiano di Imola

Giorno festivo: 13 agosto