Ravenna

Città capoluogo di provincia, di antiche origini, che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato il tessuto industriale (soprattutto per l'estrazione del petrolio e del gas naturale) e incrementato i servizi. I ravennati o ravegnani, con un indice di vecchiaia molto elevato, sono distribuiti anche in molte località minori, delle quali le più popolose sono: Marina di Ravenna, Lido Adriano, Mezzano, Porto Fuori, Punta Marina e Sant'Alberto; numerosissime sono anche le case sparse. Il territorio, classificato di pianura, presenta un profilo geometrico regolare, con variazioni altimetriche irrilevanti. L'abitato, interessato da crescita edilizia, ha un andamento plano-altimetrico pianeggiante. Nello stemma comunale, concesso con Regio Decreto, sono raffigurati due leoni controrampanti, rosso in campo aureo e d'oro in campo rosso, appoggiati a un pino verde con frutti d'oro, sradicato e posto lungo la linea di partizione. Lo scudo si fregia della Medaglia d'Oro al Valor Militare, che ha sostituito la Croce di guerra, e intorno ai rami di quercia e di alloro che lo circondano un nastro riporta il motto Felix Ravenna.

Storia

Sorta tra le lagune nel V secolo a.C. come insediamento etrusco e poi umbro, entrò nel 191 a.C. nell'orbita di Roma, divenendone colonia e porto militare con Augusto, che la scelse come sede della flotta pretoria per il mediterraneo orientale. La sua importanza aumentò con Onorio (402 d.C.) che grazie alla vicinanza con il mare la preferì a Milano come capitale dell'impero romano d'occidente. Caduto l'impero fu capitale del regno di Odoacre e, quindi, di Teodorico (493-526) divenendo un ricco centro di commerci. Al termine dlla guerra greco-gotica diventò avamposto bizantino in Italia (553-751). Capitale dell'Esarcato nel V e VI secolo ebbe un ruolo di primo piano fino alle occupazioni di Astolfo (751) e di Pipino (754) e alla donazione alla Chiesa del 756. Dominata, quindi, dagli arcivescovi nei secoli X e XI, dal 1287 al 1441 fu dominio della famiglia dei Traversari (fino al 1240) e dei da Polenta (1302-1441) e di Venezia dal 1441 al 1509. Tornata alla Chiesa, cui rimase per tre secoli e mezzo, fu oggetto di saccheggio nel 1512 dopo la guerra tra la Santa Lega e Luigi XII. Nel 1796 vide l'occupazione francese, quindi nel 1815 tornò al papato, cui si ribellò nel 1859 per entrare l'anno seguente nel Regno d'Italia. Nel ricco patrimonio artistico figurano: il palazzo comunale, di fondazione quattrocentesca ma ricostruito nel 1681 e nel 1858; il complesso di San Vitale, l'insediamento monumentale più significativo, il cui fulcro è dato dalla basilica di San Vitale simbolo della potenza dell'impero orientale; il mausoleo di Galla Placidia, costruito tra il 425 e il 450; il mausoleo di Teodorico, eretto dal re goto poco dopo il 520; il duomo, eretto tra il 1734 e il 1735 (sul suo fianco sinitro ha sede il battistero neoniano); la chiesa di San Francesco, in cui fino al 1865 rimasero inumate le spoglie di Dante Alighieri; la basilica di Sant'Apollinare Nuovo, fondata per il culto ariano da Teodorico tra il 493 e il 496, riconvertita nel 560 al culto cattolico (il battistero degli ariani è del VI secolo); basilica di Sant'Apollinare in Classe; la rocca di Brancaleone, costruita dai veneziani per il controllo della città (1457-70).

Come arrivare

AUTO: Attraversata dalle strade statali n. 16 Adriatica, n. 67 Tosco Romagnola, n. 309 e 309 dir Romea, è raggiungibile anche con l'autostrada A14 dir. Bologna-Taranto, diramazione Ravenna, tramite il proprio casello a 6 km. TRENO: Le linee ferroviarie Ferrara-Rimini, Ravenna-Castel Bolognese, Faenza-Russi e Lavezzola-Granarolo Faentino hanno uno scalo sul posto. AEREO: L'aeroporto più vicino dista 82 km ma per le linee intercontinentali dirette ci si serve del terminale di Milano/Malpensa, a 339 km

Monumenti

Santuario Madonna Greca

Musei

Museo d'Arte della Città Museo Dantesco Museo Arcivescovile Museo Ornitologico e di Scienze Naturali Museo Nazionale Museo Nazionale delle Attività Subacquee

Eventi

MAGGIO - Rassegna commerciale ambulanti in fiera ; LUGLIO - Festa delle rose ; AGOSTO - Festa del mare e la festa di San Lorenzo ; SETTEMBRE - Sagra di Sant'Alberto e la festa dell'uva ; OTTOBRE - Sagra di Santerno, di Savarna e di Mezzano ; DICEMBRE - Natale in centro

Percorsi

Ravenna e il mare

Ravenna e il mare

In Mtb tra le bellezze artistiche della storica città romagnola

<p>Partendo dalle spiagge e dal mare della <strong>Riviera</strong>, meta privilegiata del turismo di massa odierno, ci avviamo verso quella che fu l'ultima capitale dell'Impero Romano d'Occidente, per scoprire e conoscere alcune testimonianze...

In Mtb da Cesena al Lido di Savio

In Mtb da Cesena al Lido di Savio

Dalla città romagnola all'Adriatico, pedalando lungo il fiume Savio

<p>Il percorso ha inizio a <strong>Cesena</strong>, città in cui permangono notevoli testimonianze medievali e rinascimentali, sviluppandosi lungo il <strong>fiume Savio</strong>.</p> <p>La tipologia di fondo stradale può rendere impegnativo...

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

<p>L'itinerario complessivo è un bellissimo <strong>bike tour</strong> suddiviso in <strong>dieci tappe</strong>, che si snoda prima all'interno del <strong>Parco del Delta del Po</strong> per poi addentrarsi...

Ravenna: scopriamola correndo!

Ravenna: scopriamola correndo!

<p>Alla scoperta di <strong>Ravenna</strong> e delle sue bellezze artistiche, <strong>correndo</strong>.</p> <p>La più importante città storica della Romagna attraversata di corsa, seguendo il tracciato più lungo della <strong>Maratona di...

Urban Trek: Ravenna, la capitale dei mosaici

Urban Trek: Ravenna, la capitale dei mosaici

Una passeggiata tra le bellezze storiche della capitale romagnola

<p>Un percorso nel <strong>centro cittadino</strong> di una delle più belle città d’Italia, capitale per ben tre volte: dell’Impero Romano d’Occidente, del Regno degli Ostrogoti e dell’Esarcato Bizantino.</p> <p>Passeggiare a...

Nazione: IT

Regione: Emilia-Romagna

Provincia: Ravenna

Indirizzo: Piazza del Popolo, n. 1

Telefono: +39 0544482111

Fax: +39 0544482359

Altitudine (min/max): 0/22

Superfice (Kmq): 653.00

Popolazione: 158739

Nome abitanti: ravegnani o ravennati

Densità (ab. per Kmq): 243

Frazioni: Camerlona, Casalborsetti-Primaro, Fornace Zarattini, Lido di Magnavacca, Lido Adriano, Lido di Classe, Lido di Savio, Mandriole, Marina di Ravenna, Marina Romea, Mezzano, Pialassa Baiona, Pialassa Piombone, Piangipane, Pineta San Vitale, Porto Corsini, Punta Marina Terme, San Michele, San Romualdo, Sant'Alberto, Sant'Antonio, Santerno, Savio, Torri, Villanova di Ravenna

Comuni limitrofi: Alfonsine, Argenta (FE), Bagnacavallo, Bertinoro (FC), Cervia, Cesena (FC), Comacchio (FE), Forlì (FC), Russi

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: Sant'Apollinare di Ravenna

Giorno festivo: 23 luglio