Ciaspolata ai laghi di Colbricon

Tra le foreste e i panorami alpini del Parco Paneveggio - Pale di San Martino

La zona dei Colbricon è forse la più famosa e la più apprezzata del Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino, in Trentino. L’ambiente è rilassante e tranquillo, soprattutto nella prima parte del percorso all’interno del famoso “Bosco dei Violini”.

Oltre Malga Colbricon, posta al limite del bosco, l’ambiente cambia radicalmente, con la vista che si apre sul Grande Colbricon e sul Cimon della Pala.

Descrizione tecnica:
- SALITA: Si imbocca una strada forestale sulla destra (indicazione Malga Colbricon) che si segue a lungo, fino a raggiungere al margine del bosco la Malga Colbricon, normalmente sommersa dalla neve. Si continua verso sud-est e scendendo leggermente si raggiunge il fondo di una bella valletta ai piedi del Colbricon Grande. La si segue sul fondo sempre con direzione sud-est fino al Passo di Colbricon, da cui è visibile il rifugio omonimo. Costeggiando il lago sulla destra in breve si è al Rifugio Colbricon, chiuso in inverno (1.927 m)

- DISCESA: Lungo lo stesso itinerario.

Dove parcheggiare:
Si supera il Centro Visitatori del Parco di Paneveggio e, sempre in direzione Passo Rolle, si parcheggia a sinistra poco prima del 1° tornante (1630 m).

Laghi di Colbricon in estate

Punti d'interesse

PARCO NATURALE PANEVEGGIO - PALE DI SAN MARTINO
PARCO NATURALE PANEVEGGIO - PALE DI SAN MARTINO

Istituito nel 1967, il parco è situato nel Trentino orientale e si estende su una superficie di quasi 200 kmq. Comprende verso est la parte trentina del gruppo dolomitico delle Pale di San Martino (Patrimonio dell’Umanità UNESCO) mentre a ovest include le propaggini orientali della Catena del Lagorai. A nord, la vallata del Torrente Travignolo ospita la Foresta di Paneveggio, uno tra i più celebri complessi forestali delle Alpi. L'area protetta è costituita da ambienti tipicamente montani, tra i più vari: pareti dolomitiche, verticali dirupi di porfido scuro, valli impervie, forre scavate dai torrenti, aridi altipiani rocciosi e piccoli ghiacciai. Non mancano pascoli alpini, praterie fiorite, foreste e limpidi specchi d'acqua.

LAGHI DI COLBRICON
LAGHI DI COLBRICON

Gli incantevoli laghetti di Colbricon si trovano nel Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino, tra il passo Rolle e il Passo di Colbricon. Sono inseriti in uno scenario alpino di grande bellezza, circondati da ampie foreste e con suggestive vedute sul Gruppo di Cima Bocche e sulle Pale di San Martino. L’intera area è interessante dal punto di vista naturalistico, archeologico (qui furono rinvenuti reperti risalenti al Mesolitico) e storico, perché teatro di guerra tra italiani e austriaci durante la Grande Guerra. La zona è infatti punteggiata dai resti di diverse opere costruite durante il conflitto, ormai assimilate dal paesaggio naturale. Numerose le possibilità di escursioni nelle vallate e sui monti vicini: il bel Rifugio Colbricon è un ottimo punto di partenza e di sosta.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciaspolata ai laghi di Colbricon. Scrivi tu il primo commento su Ciaspolata ai laghi di Colbricon

Dati tecnici

Comune di partenza: Predazzo

Partenza: Predazzo

Comune di arrivo: Predazzo

Arrivo: Predazzo

Lunghezza(km.): 5

Difficoltà: Facile

subdetails.tpl

Motivazioni: Natura

Disciplina: Ciaspole

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 400

Dislivello in discesa (m): 400

Punto più alto (m): 1936

Punto più basso (m): 1640

Durata (h): 3

Link Utili

www.visitfiemme.it