Ciaspolata tra le Malghe delle Maddalene

Classica escursione tra i paesaggi silenziosi dell'Alta Val di Non

Suggestiva escursione ad anello, non troppo impegnativa, nel cuore del Gruppo delle Maddalene, tra Trentino e Alto Adige. Si tratta di uno dei più noti itinerari del territorio ed è molto frequentato dagli abitanti della Val di Non e della Val d'Ultimo nel periodo invernale.
Il percorso si svolge per lunghi tratti su sentieri SAT/AVS e, data la popolarità, la traccia è sempre battuta e ben evidente. Inoltre, la presenza di punti di ristoro aperti anche in inverno lo rendono un percorso ideale per ciaspolate sulla neve.

L'itinerario ha in buona parte una pendenza comoda e si svolge tra boschi e panoramiche radure. Quasi tutte le malghe che si incontrano lungo questo percorso sono aperte nei weekend invernali e meritano una sosta per la calda accoglienza e l’ottima cucina che offrono.

Descrizione tecnica:
Il percorso parte dal parcheggio Hofmahd poco a nord del paese di Proves, lungo la strada SP 86 che collega la Val di Non alla Val d'Ultimo.
Dal parcheggio si imbocca la forestale che sale nel bosco fino ad incontrare il segnavia n.3 che, risalendo un breve pendio, raggiunge l’accogliente Malga di Lauregno. Si segue ora il segnavia SAT 114 che sale sul dosso vicino alla malga e con una serie di saliscendi sbuca sull’ampissima radura detta Pra del Signor, dove si imbocca l’ampia forestale SAT 157 che sale per raggiungere Malga Castrin.

Dopo una pausa in malga si scende lungo la stessa forestale e, poco dopo il recinto di legno nei pressi del Passo Castrin, si imbocca sulla destra il segnavia SAT 133 che, attraversando un pendio in quota, porta al Malghetto di Cloz (attenzione: questo tratto è esposto al pericolo di caduta valanghe).
Si prosegue quindi lungo il segnavia SAT 133 fino a monte dei prati della Malga di Revò che si raggiunge velocemente scendendo lungo il sentiero n.8. Dalla Malga il rientro è comodo, seguendo la forestale che passa alla Malga di Cloz per poi raggiungere l’area del parcheggio di partenza.

Consigli tecnici:
In caso di neve non assestata il tratto Malga Castrin - Malghetto di Cloz può essere pericoloso per la caduta di valanghe. In tal caso si consiglia di scendere da Malga Castrin nuovamente al parcheggio, per poi imboccare la sicura forestale che porta alle vicine malghe di Cloz e Revò.
Bisogna sempre consultare il bollettino valanghe prima di incamminarsi per l’escursione.
Attrezzatura: racchette da neve escursionistiche, pala, sonda e ARTVA (Apparecchio Ricerca Travolti Valanghe).

Dove parcheggiare:
Parcheggio Hofmahd, dopo Proves.

Credits: APT Val di Non

Punti d'interesse

CATENA DELLE MADDALENE
CATENA DELLE MADDALENE

E’ un gruppo montuoso che si trova in Trentino-Alto Adige, al confine fra la Val di Non, la Val di Rabbi e Val d'Ultimo. Il nome della catena trae origine dal mondo dell'agricoltura: in passato era infatti abitudine indicare con questo termine alcune località della catena montuosa dove si era soliti iniziare a falciare l'erba non prima del 22 luglio, giorno di commemorazione di Santa Maria Maddalena. Il territorio non presenta vette molto elevate, ma dolci colline alternate a cime che non superano i 2.700 m.s.l.m (la più alta è Punta di Quaira, 2.752 m.). Il paesaggio, intatto e selvaggio, è quindi perfettamente adatto per escursioni e trekking, con molti itinerari che si sviluppano collegando i bivacchi e le malghe presenti sul territorio.

PROVES
PROVES

Situato a 1.420 m.s.l.m, Proves (Proveis in tedesco) è la località più alta della Val di Non, fondata nel XIII secolo da alcuni minatori tedeschi che si insediarono in questa zona. E’ uno dei comuni originari di lingua tedesca della Val di Non. Il paesino montano è immerso nel cuore di una natura intatta e tranquilla, che merita di essere ammirata grazie alle innumerevoli escursioni che si possono intraprendere sul territorio. Non mancano suggestivi panorami dall’alto sulle vallate sottostanti e sulle principali vette della Catena delle Maddalene. Il paese ha conservato nel tempo la sua originalità, qui si trovano ancora i tipici insediamenti di masi rurali. Di interesse storico è la chiesa neogotica dedicata a San Nicolò, decorata con notevoli affreschi al suo interno.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciaspolata tra le Malghe delle Maddalene. Scrivi tu il primo commento su Ciaspolata tra le Malghe delle Maddalene

Dati tecnici

Comune di partenza: Proves

Partenza: Parcheggio Hofmahd tra Val di Non e Val d'Ultimo

Comune di arrivo: Proves

Arrivo: Parcheggio Hofmahd tra Val di Non e Val d'Ultimo

Lunghezza(km.): 10

Difficoltà: Medio

Disciplina: Ciaspole

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 450

Dislivello in discesa (m): 450

Punto più alto (m): 1929

Punto più basso (m): 1680

Durata (h): 5