Castell'Arquato: Medioevo e vigneti in MTB

Itinerario nella storia e nei sapori dell'Appennino Piacentino

Nell'Italia dei borghi medievali Castell'Arquato è un gioiello che non può mancare. Conservato intatto, vale la pena perdersi con lentezza nei suoi vicoli ed immaginarsi in un'altra epoca. Seguire le fragranze di camini accesi e cibo, godere della vista sui colli circostanti, visitare palazzi, rocche e torrioni.

Questo è il suggestivo luogo di partenza e di arrivo di un itinerario ad anello lungo le colline della Val d'Arda, nell’Appennino Piacentino, percorribile anche in Mountain Tandem ed E-handbike offroad.
La pedalata o la bracciata di chi si avventura per questa terra è accompagnata da vigneti di uva bianca, dal cui nettare nasce il famoso vino Monterosso.

Descrizione tecnica:
L’itinerario suggerito inizia appena fuori il centro storico di Castell’Arquato. Lentamente si sale verso i vigneti dell'area collinare, cui si giunge percorrendo un piccolo tratto di strada parzialmente chiusa a causa di una vecchia frana in località Il Busone. Il tratto  di strada rimanente è comunque sufficiente per il passaggio in sicurezza di Tandem ed Handbike (Si suggerisce ai ciclisti in Handbike di essere accompagnati, onde permettere l'inversione di marcia qualora il tratto suggerito non fosse più percorribile a causa dell'eventuale ingrossamento della frana).
Se la strada fosse impraticabile, è possibile percorrere in alternativa la SP6 (prestando attenzione al traffico veicolare) sino in località Sant’Antonio, dove si riprende l'itinerario suggerito.

Si scende quindi sino alla pieve di S.Antonio e si percorre un piccolo tratto di 1,2 km di strada provinciale (SP6) sino a Cà Morosoli: qui si volta a sinistra e si risale in lieve pendenza su strada sterrata (Case sparse Riogrande) sino a raggiungere l’asfalto, costeggiando lussureggianti vigneti.
Si prosegue in salita asfaltata tra panorami mozzafiato (attenzione ad alcuni brevi tratti ripidi dopo l’Azienda Agricola Buttina, comunque su fondo che garantisce ottima trazione) sino a raggiungere il punto più alto dell’itinerario; qui si abbandona la strada asfaltata per immettersi su un tratto in terra battuta che fra boschi e vigneti scende il crinale sino al cuore della vallata.

Credits: Outdoor 365

Punti d'interesse

CASTELL’ARQUATO
CASTELL’ARQUATO

Suggestivo borgo medievale ben conservato, situato sulle prime alture della Val D’Arda a dominare il paesaggio. Il centro storico ha mantenuto buona parte della sua struttura medievale, con una fitta trama di vicoli e stradine in acciottolato che conducono al cuore del paese, la piazza monumentale, in cui si affacciano gli edifici storici più importanti: la Rocca Viscontea (metà del ‘300), la Collegiata (già esistente prima del 1000) e Palazzo del Podestà (costruito nel 1292) con la Loggetta dei Notari e la torre pentagonale. Di notevole interesse è anche l’imponente Torrione Farnese, eretto intorno al 1530 e rimasto incompiuto, posto a fianco di Palazzo del Duca con l’omonima fontana.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Castell'Arquato: Medioevo e vigneti in MTB. Scrivi tu il primo commento su Castell'Arquato: Medioevo e vigneti in MTB

Dati tecnici

Comune di partenza: Castell'Arquato

Partenza: Castell'Arquato

Comune di arrivo: Castell'Arquato

Arrivo: Castell'Arquato

Lunghezza(km.): 17

Difficoltà: Facile

Disciplina: MTB - Accessibili

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 440

Dislivello in discesa (m): 440

Punto più alto (m): 380

Punto più basso (m): 150

Durata (h): 2

Comuni attraversati

Castell'Arquato (PC)
Castell'Arquato (PC)

Centro collinare, di antichissime origini, che accanto alle tradizionali attività agricole ha...