Ciclabile del Mincio: da Mantova a Peschiera del Garda

Dolci pedalate nel segno dell'acqua e della tranquillità

Da Mantova, città patrimonio dell’umanità Unesco, all’imponente fortezza di Peschiera del Garda, pedalando nell’atmosfera tranquilla ed accogliente di uno dei percorsi fluviali più belli d’Italia.
Un itinerario speciale per gli amanti delle pedalate dolci, del birdwatching e della buona tavola, seguendo le rive del fiume Mincio, che attraversa le provincie di Mantova e Verona in un ambiente ricco di bellezze naturalistiche e storiche.

Da non perdere i gioielli architettonici di Mantova, i vari borghi di pescatori lungo il percorso, la caratteristica Valeggio sul Mincio e, infine, Peschiera del Garda, adagiata sulle sponde meridionali del lago omonimo, città dall’importante passato di fortezza militare.

Itinerario presente sulla Guida Viatoribus: Italia in Bici con Gusto

Descrizione del percorso:
L’itinerario è lungo 44 km e si sviluppa quasi interamente su pista ciclabile.

Dalla stazione di Mantova si raggiunge Cittadella, da dove ha inizio la Ciclabile Mantova-Peschiera. Il primo tratto porta a Marmirolo, costeggiando la Riserva naturale Bosco Fontana, quindi si prosegue per San Brizio e Rotta.
Seguendo il canale Molinella, si raggiunge Marengo. Da qui il percorso ciclabile segue l’argine sinistro del fiume, rimanendo protetto fino al termine. Si attraversano borghetti caratteristici come Pozzolo, Mulini di Volta Mantovana, Borghetto, nelle cui vicinanze merita una visita Valeggio sul Mincio e il Parco Sigurtà.

La ciclabile procede fino a Monzambano e quindi alla diga di Salionze, dove si passa sulla riva destra del Mincio. Tra pioppi e canneti si giunge infine a Peschiera del Garda e alla sua antica fortezza.

Punti d'interesse

PESCHIERA DEL GARDA
PESCHIERA DEL GARDA

La città si affaccia sulle sponde meridionali del lago di Garda, dove confluiscono le acque del fiume Mincio. Per la sua posizione geografica di collegamento tra l'area alpina e la pianura padana, Peschiera ha giocato nel corso della storia un ruolo importante come centro di scambi e commerci, in particolare nell’età scaligera, nel periodo di dominazione veneta e poi asburgica, quando la città era una delle quattro roccaforti del sistema difensivo più imponente d'Italia. La sua fortezza del XVI secolo ne è il simbolo, un'imponente opera difensiva che per secoli ha protetto il centro abitato e che recentemente è entrata nella lista dei beni tutelati dall’Unesco. Di notevole rilevanza religiosa ed artistica è invece il Santuario della Madonna del Frassino, la chiesa monumentale risalente al 1515, oggi ricca di opere d'arte.

VALEGGIO SUL MINCIO
VALEGGIO SUL MINCIO

Posta al confine fra Lombardia e Veneto, a sud del Lago di Garda, Valeggio sul Mincio si trova nell’anfiteatro naturale delle colline moreniche che si affacciano sulla pianura padana, vicino a due splendide città d’arte come Verona e Mantova. La valle del Mincio, che attraversa il paese da nord a sud, svela un paesaggio di grande suggestione naturalistica, una fascia verde fra le più belle del basso lago, una sinuosa strada d’acqua che indugia tra anse e canneti, habitat e rifugio di numerose specie di uccelli. Tra i monumenti di notevole rilevanza storica Valeggio conserva il Castello Scaligero (XIII sec.), il Ponte Visconteo (XIV sec.) e Parco Sigurtà, un tempo congiunto all’omonima villa seicentesca, oggi giardino di 60 ettari aperto al pubblico che ospita innumerevoli attrazioni naturalistiche e storiche.

MANTOVA
MANTOVA

Tra i principali centri del Rinascimento italiano, Mantova è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Cinta su tre lati dai laghi artificiali del Mincio, sembra una città sorta dalle acque. Dal 1328 al 1707 il governo della famiglia Gonzaga creò una delle più raffinate corti europee, di cui restano affascinanti testimonianze in gran parte raccolte attorno a Piazza Sordello, fulcro della città: il Duomo, il Palazzo Ducale con il Castello di San Giorgio e la famosa Camera degli Sposi affrescata dal Mantegna, la Basilica di Sant'Andrea e Palazzo Te, luogo di svago dei Gonzaga. Numerosi i palazzi medievali che si affacciano sulla caratteristica Piazza delle Erbe, così come la Rotonda di San Lorenzo, la chiesa più antica della città (XI secolo), e la Torre dell’Orologio.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclabile del Mincio: da Mantova a Peschiera del Garda. Scrivi tu il primo commento su Ciclabile del Mincio: da Mantova a Peschiera del Garda

Dati tecnici

Comune di partenza: Mantova

Partenza: Mantova

Comune di arrivo: Peschiera del Garda

Arrivo: Peschiera del Garda

Lunghezza(km.): 44

Difficoltà: Facile

Disciplina: Strada

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 50

Dislivello in discesa (m): 0

Punto più alto (m): 76

Punto più basso (m): 15

Durata (h): 3

Comuni attraversati

Mantova (MN)
Mantova (MN)

Mantova è un comune italiano di 48.684 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in...

Peschiera del Garda (VR)
Peschiera del Garda (VR)

Peschiera del Garda è uno dei paesi più caratteristici del lago Garda: si affaccia sulla bassa...

Monzambano (MN)