Ciclovia dei Borboni - Tappa #2

Coast to Coast in Sud Italia, Tappa 2: da Modugno a Palo del Colle

La Ciclovia dei Borboni è un emozionante coast-to-coast in bicicletta che prende il nome dalla dinastia dei Borboni, che regnava in quel Sud Italia un tempo chiamato Regno delle Due Sicilie, tra le cui meraviglie si snoda il percorso.

Da Bari a Napoli, paesaggi mozzafiato e tipiche località del Mezzogiorno accolgono calorosamente il cicloturista, che attraversa il Parco Nazionale dell'Alta Murgia, i luoghi federiciani (tra cui Castel del Monte), la Valle dell'Ofanto ed i siti di Ruvo, Altamura, Venosa e Melfi.

Dall’Adriatico al Tirreno, la Ciclovia (percorso n.10 di Bicitalia) percorre 342 km quasi interamente su strade asfaltate aperte al traffico, ma si tratta di strade piacevoli, a basso traffico motorizzato, con pendenze mai eccessive e paesaggi suggestivi. Il fondo è quasi sempre buono, i pochi tratti non asfaltati (7 km totali) sono praticabili con qualsiasi bicicletta dotata delle giuste rapportature per affrontare i dislivelli. L'itinerario complessivo è diviso in brevi tappe, modulari, che possono essere combinate dai cicloturisti che intendono affrontare una maggior percorrenza giornaliera.

In particolare durante l’estate, considerando le elevate temperature del Sud Italia, si consiglia di proteggersi dal sole e di portare con sé una buona scorta d’acqua.

Credits: Puglia Promozione - Bicitalia

2° TAPPAModugno - Palo del Colle (11,5 km)

Si riparte dalla periferia di Modugno e al km 0,7 si svolta prima a destra poi a sinistra per imboccare in salita la Provinciale 92, che viene rapidamente abbandonata per una stretta strada che procede nella direzione di provenienza, mentre la provinciale svolta a sinistra (km 1,6: attenzione a non prendere la strada che svolta a destra).

Si costeggiano le mura di Balsignano, antico casale fortificato, e si attraversa la SP 167, passando poi accanto ad un edificio in pietra, simile ad un piccolo portico: queste costruzioni, diffuse nella zona, servivano come palmento per la pigiatura dell'uva. Il percorso procede su una strada minore che alterna un fondo perfetto a piccole buche e, attraversando un fitto uliveto, si raggiunge Bitetto (km 6,5), uno dei borghi medievali meglio conservati nel territorio barese. Entrando in città, percorsi 100 mt sulla provinciale che viene da Modugno, si trova una fontana di acqua fresca: da qui si pedala per il centro storico, passando davanti alla facciata del Palazzo Duchi di Noja e in Piazza del Popolo, con la magnifica Cattedrale dedicata a San Michele.

Si esce quindi dal centro lungo via Palo e, tramite un sottopasso, si attraversano la ferrovia e la Provinciale 207 per raggiungere Palo del Colle. La tappa termina in Piazza Santa Croce.

Vai alla tappa precedente #1
Vai alla tappa successiva #3

Balsignano - chiesa di San Felice Bitetto Bitetto Palo del Colle

Punti d'interesse

PALO DEL COLLE
PALO DEL COLLE

Il centro storico del paese si sviluppa su di un colle, a partire dall’antica Piazza Santa Croce, dedicata al Patrono cittadino. Qui troneggiano sul resto dell'abitato i monumenti più importanti: la Chiesa matrice Santa Maria col suo campanile trecentesco in stile romanico pugliese, la Chiesa del Purgatorio, il Palazzo del Principe (Palazzo Filomarino Della Rocca) e il Palazzo della Mura, ovvero i vecchi simboli del potere spirituale e di quello temporale.

BITETTO
BITETTO

E’ un borgo medievale molto ben conservato dell'entroterra barese, sito alle pendici delle Murge. Principale monumento del paese è la Cattedrale di San Michele Arcangelo, uno degli esempi più puri del romanico pugliese. Riedificata nel 1335, la chiesa ha subito diversi ampliamenti nel corso del tempo: l’interno, suddiviso in tre navate, e il campanile risalgono infatti al XVIII secolo. Pregevole è anche il complesso del Palazzo Baronale, costruito nel 1773 su volere della famiglia Noya e situato a ridosso delle mura, ad inglobare parte dell’antica struttura medievale. Bitetto è conosciuta anche per il suo prodotto gastronomico tipico, l’oliva termite, che si distingue per il suo colore verde-violaceo e per la forma leggermente asimmetrica.

IL CASALE FORTIFICATO DI BALSIGNANO
IL CASALE FORTIFICATO DI BALSIGNANO

Era un antico borgo pugliese, di cui oggi si conservano i resti del casale fortificato e di due chiesette. Dell'antico complesso del X secolo oggi è visibile una parte della cinta muraria esterna e il casale fortificato, con una struttura perimetrale realizzata a secco e due torri a base rettangolare. All’interno della corte c’è la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, il cui ultimo ampliamento risale al XIV secolo, formata da due costruzioni affiancate. All'esterno, invece, i resti della Chiesa di San Felice, un meraviglioso esempio dell'arte romanico-pugliese dell'XI secolo. Nei pressi del casale sono stati rinvenuti i resti di un insediamento neolitico, che si estende per circa due ettari, è considerato il più antico della Bassa Murgia.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dei Borboni - Tappa #2. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dei Borboni - Tappa #2

Dati tecnici

Comune di partenza: Modugno

Partenza: Modugno

Comune di arrivo: Palo del Colle

Arrivo: Palo del Colle

Lunghezza(km.): 11

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 179

Dislivello in discesa (m): 78

Punto più alto (m): 165

Punto più basso (m): 62

Durata (h): 1

Link Utili

www.viaggiareinpuglia.it