Ciclovia dei Borboni - Tappa #1

La Ciclovia dei Borboni è un emozionante coast-to-coast in bicicletta che prende il nome dalla dinastia dei Borboni, che regnava in quel Sud Italia un tempo chiamato Regno delle Due Sicilie, tra le cui meraviglie si snoda il percorso.

Da Bari a Napoli, paesaggi mozzafiato e tipiche località del Mezzogiorno accolgono calorosamente il cicloturista, che attraversa il Parco Nazionale dell'Alta Murgia, i luoghi federiciani (tra cui Castel del Monte), la Valle dell'Ofanto ed i siti di Ruvo, Altamura, Venosa e Melfi.

Dall’Adriatico al Tirreno, la Ciclovia (percorso n.10 di Bicitalia) percorre 342 km quasi interamente su strade asfaltate aperte al traffico, ma si tratta di strade piacevoli, a basso traffico motorizzato, con pendenze mai eccessive e paesaggi suggestivi. Il fondo è quasi sempre buono, i pochi tratti non asfaltati (7 km totali) sono praticabili con qualsiasi bicicletta dotata delle giuste rapportature per affrontare i dislivelli.
L'itinerario complessivo è diviso in brevi tappe, modulari, che possono essere combinate dai cicloturisti che intendono affrontare una maggior percorrenza giornaliera.

In particolare durante l’estate, considerando le elevate temperature del Sud Italia, si consiglia di proteggersi dal sole e di portare con sé una buona scorta d’acqua.

Credits: Puglia Promozione - Bicitalia

1° TAPPA: Bari - Modugno (13 km)

La Ciclovia parte dal Lungomare, costeggiando Bari Vecchia tra bellissimi scorci, da San Nicola al Fortino di Sant'Antonio, fino a raggiungere la stazione centrale, da cui si imbocca via Caduti di via Fani e si percorre il sottovia dirigendosi verso la parte moderna della città.
Si procede lungo la pista ciclabile del viale Unità d'Italia, abbandonata al km 1,8 per imboccare viale Sturzo (che diventa Viale Papa Giovanni XXIII) e scorrendo al fianco del Giardino di Santa Scolastica.

Si esce dalla città costeggiando la ferrovia, allontanandosi poi dai binari lungo la Strada Comunale Santa Caterina (in alcuni tratti può essere piuttosto trafficata). Si prosegue diritto e si imbocca il cavalcavia al km 6, procedendo nuovamente diritto alla rotatoria per poi superare l'incrocio con la provinciale Modugno Carbonara.
Da qui segue una breve discesa, al cui termine si incontrano le indicazioni per il Santuario Madonna della Grotta, antico santuario rupestre che può essere visitato con una breve deviazione sulla destra.
Un breve e ripida salita conduce all'interno del territorio di Modugno, poi il percorso sorpassa l'Autostrada e raggiunge un bivio: voltando a destra si può visitare Modugno, mentre proseguendo a sinistra si continua a pedalare lungo la Ciclovia.


 

Punti d'interesse

BARI VECCHIA
BARI VECCHIA

Gli intricati vicoli del borgo antico del capoluogo offrono un concentrato di quotidianità pugliese, tra edicole religiose e quadri votivi, banchetti di massaie e marinai che tessono reti. Bari Vecchia risale all’urbanistica di epoca bizantina ed è composto da edifici di varie epoche. La cittadella un tempo era fortificata verso il mare dalla caratteristica muraglia - ancora oggi presente, anche se in maniera ridotta - e verso terra, con mura di cinta imponenti fortificate da 4 torri. Diversi i luoghi da visitare: dalle caratteristiche piazze Mercantile e del Ferrarese al lungomare sul porto vecchio, passando per il Castello Normanno Svevo, il Fortino di Sant’Antonio, la bella Cattedrale di San Sebino fino alla monumentale Basilica di San Nicola.

SANTUARIO MADONNA DELLA GROTTA
SANTUARIO MADONNA DELLA GROTTA

Immerso nel verde, il Santuario si trova poco fuori il centro di Modugno, incastonato sul fianco sinistro di Lama Lamasinata. E’ stato ricavato su una precedente grotta naturale, oggi inglobata nel complesso monumentale duecentesco gestito dai Padri Rogazionisti. Il Santuario ha origini molto antiche: nell'VIII secolo era una chiesa rupestre, dove trovarono rifugio i Monaci basiliani almeno fino alle soglie del XI secolo quando subentrarono i benedettini, che fondarono la loro abbazia. I restauri di fine ‘900 hanno riportato il santuario all'antico culto, svelando la grotta dedicata alla Madonna. Molto bello il viale fiorito che conduce al Santuario - meta di pellegrinaggi e di celebrazioni - che è impreziosito anche da un campanile e da una cornice merlata.

MODUGNO
MODUGNO

Modugno è una città che si sviluppa nell'immediato entroterra barese, a pochi chilometri a sud-ovest del capoluogo pugliese. I palazzi, le numerose chiese e le edicole votive che costellano il centro storico raccontano una storia di signorie e casati che si sono succeduti nel tempo. La centrale Piazza Sedile conserva l’antica struttura architettonica, con la settecentesca torre dell’orologio che sovrasta la sala del Sedile e la doppia scalinata. All’ingresso della città spicca il solitario menhir “il Monaco”, un grosso monolite in solida pietra che risale a 4000 anni fa. Alto 3,70 metri, ha una curiosa sembianza antropomorfa, che ricorda vagamente il volto con il cappuccio di un monaco.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dei Borboni - Tappa #1. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dei Borboni - Tappa #1

Dati tecnici

Comune di partenza: Bari

Partenza: Bari

Comune di arrivo: Modugno

Arrivo: Modugno

Lunghezza(km.): 13

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Vie brevi - Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 100

Dislivello in discesa (m): 0

Punto più alto (m): 60

Punto più basso (m): 2

Durata (h): 1

Link Utili

www.viaggiareinpuglia.it