Ciclovia dei Borboni - Tappa #14

Coast to Coast in Sud Italia: Da Marzano di Nola a Napoli

La Ciclovia dei Borboni è un emozionante coast-to-coast in bicicletta che prende il nome dalla dinastia dei Borboni, che regnava in quel Sud Italia un tempo chiamato Regno delle Due Sicilie, tra le cui meraviglie si snoda il percorso.

Da Bari a Napoli, paesaggi mozzafiato e tipiche località del Mezzogiorno accolgono calorosamente il cicloturista, che attraversa il Parco Nazionale dell'Alta Murgia, i luoghi federiciani (tra cui Castel del Monte), la Valle dell'Ofanto ed i siti di Ruvo, Altamura, Venosa e Melfi.

Dall’Adriatico al Tirreno, la Ciclovia (percorso n.10 di Bicitalia) percorre 342 km quasi interamente su strade asfaltate aperte al traffico, ma si tratta di strade piacevoli, a basso traffico motorizzato, con pendenze mai eccessive e paesaggi suggestivi. Il fondo è quasi sempre buono, i pochi tratti non asfaltati (7 km totali) sono praticabili con qualsiasi bicicletta dotata delle giuste rapportature per affrontare i dislivelli. L'itinerario complessivo è diviso in brevi tappe, modulari, che possono essere combinate dai cicloturisti che intendono affrontare una maggior percorrenza giornaliera.

In particolare durante l’estate, considerando le elevate temperature del Sud Italia, si consiglia di proteggersi dal sole e di portare con sé una buona scorta d’acqua.

Credits: Puglia Promozione - Bicitalia

14° TAPPA: Marzano di Nola - Napoli (37 km)

Si riparte in bicicletta da Marzano di Nola, per affrontare l'ultima tappa di questo bellissimo coast-to-coast e raggiungere la sua perla finale: Napoli.

Si inizia a pedalare su un tratto leggermente trafficato lungo la SS 403, attraversando Lìveri e svoltando a destra al km 3,8 lungo la SS 367, lambendo la parte vecchia di San Paolo Bel Sito e seguendo sulla sinistra l'omonima via che porta a Nola.

Si costeggiano i giardini della Villa Comunale, attraversando il centro di questa graziosa città campana, che ha dato i natali al filosofo Giordano Bruno. Si esce quindi dalla città seguendo Via Polveriera, superando un sottopasso funerario ed i mausolei funerari romani che si trovano sulla destra. Il percorso procede passando sotto l'autostrada A30 e al km 9,6 si imbocca sulla sinistra Via Cerqua S. Antonio che porta al centro dell'abitato di Scisciano. Qui si prende Via Borzillo sulla destra, subito seguita da Via Roma a sinistra, per poi immettersi sulla SP 433 (Via Selva), che procede sempre dritto superando Marigliano, fino ad entrare su Via Nazionale delle Puglie, una strada più importante ed anche più trafficata.

Lungo questo asse si attraversano vari centri abitati, tra cui Brusciano, Castello di Cisterna e Pomigliano d'Arco. Qui, 100 metri dopo il semaforo tra Via Leone Mauro e Via Roma, si scorge l'edificio della vecchia stazione della Circumvesuviana: in corrispondenza di uno slargo dove sostano i bus, si trova un segnale che indica la pista ciclabile che porta alla stazione nuova (Parco Piemonte, km 21,8). Quando la pista termina, si prosegue su Via Falcone, che termina ad una rotatoria dove si riprende, voltando a destra, Via Nazionale delle Puglie. Da qui si segue sempre questa strada, che scavalca l'autostrada con una bella vista sul Vesuvio, procedendo poi in discesa e prendendo il nome di Via Stadera.

Siamo arrivati a Napoli, ed il punto finale di questa Ciclovia è la stupenda Piazza del Plebiscito.

Vai alla tappa precedente #13

<<< GUARDA il nostro itinerario "Due Ruote in città: Napoli, storia e passione", per visitare il cuore della città partenopea in bicicletta >>>

Nola @ph. Rivista siti Unesco Napoli

Punti d'interesse

PALAZZO CELLAMARE
PALAZZO CELLAMARE

Antico palazzo nobiliare ubicato nel quartiere San Ferdinando a Napoli. La sua fondazione risale al primo decennio del XVI secolo per volontà dell'abate di Sant'Angelo di Atella, Giovanni Francesco Carafa. Succedutogli il nipote Luigi nel 1531, questi incaricò Ferdinando Manlio di restaurare completamente l'edificio secondo i più tipici gusti cinquecenteschi.

CASTEL DELL'OVO
CASTEL DELL'OVO

E’ il castello più antico della città di Napoli ed è uno degli elementi architettonici che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Il suo nome deriva da un'antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio - che nel medioevo era considerato anche un mago - nascose nelle segrete dell'edificio un uovo che mantenesse in piedi l'intera fortezza. A causa di diversi eventi che hanno in parte distrutto l'originario aspetto normanno, e grazie ai successivi lavori di ricostruzione del periodo angioino ed aragonese, la linea architettonica del castello nel tempo è mutata drasticamente.

CASTEL NUOVO (MASCHIO ANGIOINO)
CASTEL NUOVO (MASCHIO ANGIOINO)

E’ uno storico castello medievale e rinascimentale, nonché uno dei simboli della città di Napoli. Domina la scenografica piazza Municipio ed è sede della Società napoletana di storia patria e del Comitato di Napoli dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano. La costruzione del suo nucleo antico - oggi in parte riemerso in seguito ad interventi di restauro ed esplorazione archeologica - si deve all'iniziativa di Carlo I d’Angiò. Della fortezza angioina rimane la cappella palatina, alcune torri e le mura.

CHIESA DEL GESU' NUOVO
CHIESA DEL GESU' NUOVO

La chiesa del Gesù Nuovo (o della Trinità Maggiore), è una chiesa monumentale di Napoli, sita in piazza del Gesù Nuovo di fronte all'obelisco dell'Immacolata ed alla basilica di Santa Chiara. Si tratta di una delle più importanti chiese della città, al cui interno si possono ammirare numerose pitture e sculture barocche che portano la firma di alcuni dei più influenti artisti della scuola napoletana. All'interno è custodito il corpo di San Giuseppe Moscati, canonizzato da papa Giovanni Paolo II nel 1987.

CHIESA DI SAN GREGORIO ARMENO
CHIESA DI SAN GREGORIO ARMENO

La chiesa di San Gregorio Armeno (o San Biagio Maggiore), con il relativo complesso conventuale, è ubicata nell'omonima strada del centro storico di Napoli, resa caratteristica dalle famose botteghe di pastori e artigianato sacro. È anche conosciuta volgarmente con il nome di chiesa di santa Patrizia.

NOLA
NOLA

Posta al vertice delle pianure a nord del Vesuvio, la città ha origini molto antiche (etrusche) e conserva importanti testimonianze storiche e archeologiche. E’ turisticamente nota per aver dato i natali al filosofo Giordano Bruno e per ospitare la Festa dei Gigli, storica manifestazione che da secoli si tiene nel mese di giugno. Tra i monumenti di interesse c’è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo cittadino, ricostruita ad inizio ‘900 in stile neorinascimentale sulle ceneri dell’antico edificio gotico del XIV secolo, distrutto da un incendio. Di interesse sono soprattutto la cripta di San Felice e la cappella dell'Immacolata. Gran parte del patrimonio storico di Nola è conservato invece nel Museo Storico-Archeologico, dove si trovano reperti risalenti alla preistoria. In città ci sono anche i resti di un antico anfiteatro romano, l’Anfiteatro Laterizio, uno dei più antichi (risale al I sec. a.C.) e più grandi della Campania. Uno dei più significativi monumenti del Medioevo è invece la Reggia Orsini, un palazzo-fortezza fatto edificare nel 1460-70 dal conte Orso Orsini che affaccia sulla piazza intitolata a Giordano Bruno.

PIAZZA DEL PLEBISCITO
PIAZZA DEL PLEBISCITO

E’ uno dei luoghi simbolo di Napoli. Con una superficie di circa 25mila metri quadrati, è la piazza più grande della città e una delle maggiori in Italia. Ubicata in pieno centro storico e delimitata dal famoso colonnato ad emiciclo, su di essa si affacciano importanti edifici, quali la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Reale, il Palazzo della Prefettura e Palazzo Salerno. Nella piazza sorgono anche due statue equestri realizzate da Antonio Canova, quella di Carlo III di Borbone e di suo figlio Ferdinando I. Completamente pedonalizzata, la piazza si presta spesso ad ospitare manifestazioni di massa e concerti.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dei Borboni - Tappa #14. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dei Borboni - Tappa #14

Dati tecnici

Comune di partenza: Marzano di Nola

Partenza: Marzano di Nola

Comune di arrivo: Napoli

Arrivo: Piazza del Plebiscito

Lunghezza(km.): 37

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 222

Dislivello in discesa (m): 301

Punto più alto (m): 98

Punto più basso (m): 4

Durata (h): 3

Link Utili

www.viaggiareinpuglia.it