Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 1

Tra Austria ed Italia, pedalando dalle Alpi al Mare Adriatico in una settimana

La Ciclovia dell’Alpe Adria è certamente tra le più belle ciclovie in Italia ed Austria: un itinerario unico, che conduce dalle Alpi al mare, unendo Salisburgo con Grado.

I cicloturisti che intraprendono questo tour in bicicletta hanno l'opportunità di pedalare attraverso luoghi magnifici per il loro valore ambientale, storico e culturale, ammirando un panorama che cambia di continuo: vallate selvagge, colline moreniche, la pianura friulana, la laguna ed infine il mare Adriatico. La ciclabile dell’Alpe Adria è quasi interamente in sede propria, ben dotata di segnaletica e collegata con i trasporti pubblici (bus e treno attrezzato per il trasporto di biciclette), rendendo l'itinerario adatto a tutti, grazie anche all'assenza di difficoltà tecniche di rilievo. Alcuni tratti, tra cui il superamento delle Alpi in territorio italiano, si sviluppano seguendo vecchi tracciati di ferrovie dismesse, ora riconvertite per dare nuova vita a spettacolari percorsi naturalistici.

La Ciclovia copre un totale di 413 km, suddivisi in 8 tappe giornaliere, studiate per consentire ai cicloturisti soste in cui godere di tutti i servizi necessari, oltre che poter apprezzare alcune delle località più belle di tutto l'itinerario. Per ogni tappa della Ciclovia dell’Alpe Adria puoi trovare la guida dell’itinerario ed il tracciato gpx.

Credits: Ciclovia Alpe Adria Radweg - PromoTurismo FVG

1° TAPPASalisburgo - Bischofshofen (53.3 km)

La 1° tappa della Ciclovia dell'Alpe Adria inizia presso Mozartplatz, nel meraviglioso centro storico di Salisburgo, città natale di Mozart, il celebre compositore austriaco.

La pista ciclabile segue sin da subito il fiume Salzach, fedele compagno per l’intero corso di questa tappa. Proseguendo lungo la sponda occidentale, si esce dalla città e dopo 9 km si superano i bagni di Waldbad Anif, che offrono una piacevole occasione di rinfrescarsi nelle calde giornate estive oppure di cimentarsi con l’arrampicata. La Ciclovia procede sotto il ponte dell’autostrada e supera successivamente una diga di sbarramento per raggiungere ed attraversare Hallein (km 15), gioiello celtico di architettura medievale che costruì la sua fortuna sull'”oro bianco” delle sue saline.

Usciti dalla città, è ancora il Salzach a guidare il percorso in leggero saliscendi lungo la pittoresca Sonnenscheinweg, fino al ponte che scavalca l’autostrada e che conduce al paese di Kuchl. Il percorso si mantiene sempre sulla sponda ovest, raggiungendo la Chiesetta di Sankt Nikolaus, eretta su di una bancata rocciosa che domina l’abitato di Torren (km 27), da cui con una suggestiva deviazione di 600 m (l’ultimo tratto si percorre a piedi) si può ammirare la cascata di Golling. Si attraversa quindi il Salzach e poco dopo il torrente Lammer, per salire dolcemente al Passo Lueg (900 metri con dislivello di 70 metri).

In seguito alla discesa, l’itinerario procede per 13 km lungo la strada statale, a causa della mancanza di spazio per una ciclabile (il traffico è però relativamente limitato). La valle qui si restringe in modo impressionante: a sinistra e a destra le pareti rocciose si innalzano verticalmente verso il cielo per oltre 1000 metri. Dal km 37 si ritorna ad avere a disposizione una corsia ciclabile fino a Werfen, famosa per la grotta di Eisriesenwelt. Si torna quindi a costeggiare il Salzach, fino a raggiungere, in 8 km, il comune di Bischofshofen, punto di arrivo della prima tappa.

Vai alla tappa successiva #2

Cascata di Golling Waldbad Anif Salzachofen @ph. Hubertl Wikimedia Commons Fortezza di Hohenwerfen @ph. Memorator Werfen @ph. Matthias Kabel

Punti d'interesse

SALISBURGO
SALISBURGO

Dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, la città conserva un autentico e affascinante patrimonio storico e culturale. E’ adagiata sulle rive del fiume Salzach, incorniciata dalle montagne che si affacciano sull’antico centro storico, gioiello architettonico impreziosito da piazze, palazzi e chiese in cui risplende il barocco italiano. Tra gli edifici storici spiccano la ‘bianca’ Fortezza medievale di Hohensalzburg (imponente e splendidamente conservata, costruita sulla collina che sovrasta la città vecchia), il seicentesco Castello di Hellbrunn con i suoi giochi d’acqua, la Residenz, grandioso edificio che fu residenza urbana di potenti arcivescovi, e il Castello di Mirabell con i suoi splendidi giardini. Trasudano storia anche edifici religiosi come il Duomo, l’Abbazia medievale di Nonnberg dal pittoresco campanile col tetto rosso, la Chiesa dei Francescani e la Chiesa dell'Università. Salisburgo è anche città della musica, avendo dato i natali a Mozart, a cui sono dedicati diversi luoghi ed edifici. Ogni estate ospita anche uno degli eventi culturali più prestigiosi in Europa, il Festival della Musica, con un programma ricchissimo di concerti, spettacoli teatrali e opere liriche, messi in scena in diversi luoghi della città.

HALLEIN
HALLEIN

Attraversata dal fiume Salzach, la città deve la sua fortuna economica nei secoli al sale, l”oro bianco” che veniva trasportato lungo il fiume. Non a caso il paese è famoso proprio per le Miniere di sale di Dürrnberg, oggi meta turistica, i cui giacimenti furono scoperti 2700 anni fa. Nelle Salzwelten, antiche miniere di salgemma oggi trasformate in parco a tema, è possibile ripercorrere anni di storia provando anche gli scivoli di legno dei minatori e restando incantati davanti al Salzsee, il mistico lago salato nel ventre della montagna. Intorno al 600 a.C. la città fu popolata dai Celti, la cui cultura può essere apprezzata al Museo Celtico (Keltenmuseum), uno dei più importanti d’Europa nel suo genere.

GOLE DEL SALZACH
GOLE DEL SALZACH

Sono un monumento naturale nei pressi del Pass Lueg, create da un’imponente apertura profonda circa 80 metri tra le catene montuose di pietra calcarea Tennen e Hagengebirge. Il movimento rotatorio dell’acqua ha creato avvallamenti nelle pareti rocciose, generando una vera meraviglia naturale.

CASCATE DI GOLLING
CASCATE DI GOLLING

Situata nella frazione di Golling Torren, vicino al santuario tardo gotico di St. Nikolaus, la cascata si tuffa a valle con due strabilianti salti di circa 75 metri. Questa attrazione naturale è stata spesso immortalata dai pittori d’epoca romantica, affascinati dai suoi balzi.

GROTTE EISRIESENWELT
GROTTE EISRIESENWELT

Eisriesenwelt ("Mondo dei giganti di ghiaccio") è il più grande labirinto di grotte di ghiaccio del mondo, con una estensione interna di 42 km (solo un piccolo tratto viene percorso dai visitatori con visita guidata). Si trovano nei pressi di Werfen, all'interno del massiccio del Tennengebirge, a quota 1 640 m s.l.m. di altezza, e sono raggiungibili con seggiovia. Formatesi nel corso di un lunghissimo periodo di tempo, le grotte sono rimaste sconosciute fino alla fine dell’Ottocento quando furono scoperte da uno studioso di scienze naturali salisburghese che si inoltrò da solo per 200 metri nell’oscurità della grotta. Ne emerse un labirinto suggestivo, che affascina per lo spettacolo di ghiaccio e roccia fusi insieme.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 1. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 1

Dati tecnici

Comune di partenza:

Partenza:

Comune di arrivo:

Arrivo:

Lunghezza(km.): 53

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 463

Dislivello in discesa (m): 270

Punto più alto (m): 589

Punto più basso (m): 420

Durata (h): 4