Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 5

Tra Austria ed Italia, pedalando dalle Alpi al Mare Adriatico in una settimana

La Ciclovia dell’Alpe Adria è certamente tra le più belle ciclovie in Italia ed Austria: un itinerario unico, che conduce dalle Alpi al mare, unendo Salisburgo con Grado.

I cicloturisti che intraprendono questo tour in bicicletta hanno l'opportunità di pedalare attraverso luoghi magnifici per il loro valore ambientale, storico e culturale, ammirando un panorama che cambia di continuo: vallate selvagge, colline moreniche, la pianura friulana, la laguna ed infine il mare Adriatico. La ciclabile dell’Alpe Adria è quasi interamente in sede propria, ben dotata di segnaletica e collegata con i trasporti pubblici (bus e treno attrezzato per il trasporto di biciclette), rendendo l'itinerario adatto a tutti, grazie anche all'assenza di difficoltà tecniche di rilievo. Alcuni tratti, tra cui il superamento delle Alpi in territorio italiano, si sviluppano seguendo vecchi tracciati di ferrovie dismesse, ora riconvertite per dare nuova vita a spettacolari percorsi naturalistici.

La Ciclovia copre un totale di 413 km, suddivisi in 8 tappe giornaliere, studiate per consentire ai cicloturisti soste in cui godere di tutti i servizi necessari, oltre che poter apprezzare alcune delle località più belle di tutto l'itinerario. Per ogni tappa della Ciclovia dell’Alpe Adria puoi trovare la guida dell’itinerario ed il tracciato gpx.

Credits: Ciclovia Alpe Adria Radweg - PromoTurismo FVG

5° TAPPAVillach - Tarvisio (36,9 km)

La quinta tappa della Ciclovia dell'Alpe Adria unisce i due paesi che danno vita a questo fantastico itinerario: Italia ed Austria. Per buona parte del percorso il leit motiv è il fiume Gail, mentre si pedala anche per un tratto del Parco Naturale del Dobratsch, per poi superare il confine e raggiungere Tarvisio.

A Villach si abbandona la Ciclabile della Drava presso il ponte rosso della pace ("Friedensbrücke") e si segue la Ciclabile Carnica (Karnische Radweg), risalendo il corso del Gail mentre tracciati in parte asfaltati si alternano a tratti dal fondo naturale in buono stato.  Verso Müllnern, il fiume disegna una "S" ed al km 15,6 lo si attraversa, seguendo la Ciclabile del Tarvisio (Tarviser Radweg) che raggiunge la località di Erlendorf.

La bicicletta scorre ora lungo il tracciato della vecchia ferrovia ed arriva a Pockau (km 20) e due chilometri dopo ad Arnoldstein, suggestivo comune dove si ergono i ruderi di un antico monastero fortificato e accarezzato dal Monte Forno. Dopo aver pedalato per un tratto lungo la trafficata strada nazionale, si ritorna su ciclabile asfaltata per raggiungere Thörl-Maglern: qui la Ciclovia dell'Alpe Adria supera il confine tra Austria ed Italia. La vegetazione della Foresta di Tarvisio accoglie i cicloturisti in territorio italiano ed un leggero saliscendi tra pareti rocciose consente di attraversare Coccau.

Al km 35, una diramazione consente in pochi chilometri di arrivare ai Laghi di Fusine, silenziosi e limpidi, dal colore smeraldo. Proseguendo invece sulla Ciclovia dell'Alpe Adria si raggiunge Tarvisio, punto di arrivo della tappa, cittadina di origine romana nel cuore della Valcanale.

Vai alla tappa precedente #4
Vai alla tappa successiva #6

Arnoldstein Klosterruine @ph. BSonne Arnoldstein Klosterruine @ph. Johan Jaritz Arnoldstein Gailitzbruecke @ph. Johan Jaritz Tarvisio

Punti d'interesse

TARVISIO
TARVISIO

Immersa nel cuore della Valcanale e contornata dalle Alpi Giulie, è l'ultima località italiana prima della frontiera e si colloca al confine con Austria e Slovenia. Qui, le tre nazioni si fondono e si arricchiscono a vicenda, con uno splendido contesto ambientale come contorno, ricco di ampie vallate e boschi. La località montana, di origine romana, ha un aspetto moderno ma anche un'anima antica e piena di tradizioni: nel centro storico da vedere il Duomo dei Santi Pietro e Paolo, completato nel Quattrocento e la piazza principale, mentre numerosi i luoghi da vedere e le attività da fare nei dintorni: tra questi, un’escursione ai Laghi di Fusine, all’Altopiano di Montasio o alla Foresta di Tarvisio, 24.000 ettari di splendido territorio demaniale. In inverno non mancano le stazioni sciistiche. Tarvisio è anche meta spirituale grazie al suggestivo Santuario della Madonna del Lussari.

LAGHI DI FUSINE
LAGHI DI FUSINE

Situati sul territorio del comune di Tarvisio, sono considerati fra i più bei laghi alpini italiani. Sono due bacini di origine glaciale (Lago Superiore e Lago Inferiore), collocati in un suggestivo anfiteatro calcareo all’interno di un’area protetta - il Parco naturale dei Laghi di Fusine - che corre parallela al confine italo-sloveno. Il Lago Superiore è più piccolo e meno profondo ed alimenta l’Inferiore per via sotterranea. Nelle vicinanze di quest’ultimo si trovano altri due minuscoli specchi d'acqua, chiamati laghi piccoli. I due bacini d’acqua sono collegati tra loro da facili sentieri e ben inseriti all'interno di un fitto bosco di abete rosso alla base della catena montuosa del gruppo del Monte Mangart. Particolarità: in inverno, la zona dei laghi di Fusine è uno dei posti più freddi di tutta la regione Friuli Venezia Giulia.

ARNOLDSTEIN
ARNOLDSTEIN

Suggestivo comune che abbraccia la “triplice frontiera”, cioè il punto d’incontro dei confini nazionali austriaco, italiano e sloveno sul vicino massiccio del Monte Forno (1508 m.), la cui parte preponderante si affaccia proprio su Arnoldstein. Molto interessanti le rovine dell’antico monastero benedettino fortificato, costruito nel 1106 sui resti di un precedente castello che si dice risalga al fondatore e costruttore Arnold. Dopo la distruzione e l’abbandono del monastero nel 1883, le sue rovine sono state restaurate nel 1992 e si presentano oggi come centro culturale e sede di feste e concerti.

PARCO NATURALE DI DOBRATSCH
PARCO NATURALE DI DOBRATSCH

Il monte Dobratsch si trova al centro dell’idillico paesaggio lacustre della Carinzia, a dominare Villach. Intorno ad esso, per salvaguardare il suo inestimabile valore naturalistico, è stato istituito un Parco Naturale, il primo della regione austriaca. Il territorio si distingue per le sue diverse fasce climatiche e per ospitare molteplici specie animali e vegetali: un ambiente suggestivo dove la natura è ancora intatta ed incontaminata, tanto che gli abitanti di Villach lo considerano un giardino speciale da proteggere con cura e di cui andare fieri. Il Parco è ricco di fonti termali e di sentieri e, grazie ai nuovi impianti di risalita, è diventato una delle mete privilegiati dagli amanti del turismo ecosostenibile, escursionisti d’estate, alpinisti e fondisti d’inverno.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 5. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 5

Dati tecnici

Comune di partenza:

Partenza:

Comune di arrivo: Tarvisio

Arrivo: Tarvisio

Lunghezza(km.): 37

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 351

Dislivello in discesa (m): 271

Punto più alto (m): 760

Punto più basso (m): 487

Durata (h): 3