Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 8

Tra Austria ed Italia, pedalando dalle Alpi al Mare Adriatico in una settimana

La Ciclovia dell’Alpe Adria è certamente tra le più belle ciclovie in Italia ed Austria: un itinerario unico, che conduce dalle Alpi al mare, unendo Salisburgo con Grado.

I cicloturisti che intraprendono questo tour in bicicletta hanno l'opportunità di pedalare attraverso luoghi magnifici per il loro valore ambientale, storico e culturale, ammirando un panorama che cambia di continuo: vallate selvagge, colline moreniche, la pianura friulana, la laguna ed infine il mare Adriatico. La ciclabile dell’Alpe Adria è quasi interamente in sede propria, ben dotata di segnaletica e collegata con i trasporti pubblici (bus e treno attrezzato per il trasporto di biciclette), rendendo l'itinerario adatto a tutti, grazie anche all'assenza di difficoltà tecniche di rilievo. Alcuni tratti, tra cui il superamento delle Alpi in territorio italiano, si sviluppano seguendo vecchi tracciati di ferrovie dismesse, ora riconvertite per dare nuova vita a spettacolari percorsi naturalistici.

La Ciclovia copre un totale di 413 km, suddivisi in 8 tappe giornaliere, studiate per consentire ai cicloturisti soste in cui godere di tutti i servizi necessari, oltre che poter apprezzare alcune delle località più belle di tutto l'itinerario. Per ogni tappa della Ciclovia dell’Alpe Adria puoi trovare la guida dell’itinerario ed il tracciato gpx.

Credits: Ciclovia Alpe Adria Radweg - PromoTurismo FVG

8° TAPPA: Udine - Grado (59,1 km)

Ultima tappa di questo suggestivo viaggio dalle Alpi al mare lungo la Ciclovia dell’Alpe Adria.

Dal cuore del Parco del Cormor si pedala verso le grandi superfici di cemento che ospitano affascinanti opere di artisti di strada, per immergersi nel centro della città di Udine: storia, architettura e panorami sono gli elementi che caratterizzano questa meravigliosa città, con il suo maestoso castello e le montagne che lo circondano.

Costeggiando la Roggia, un grande e storico canale d’acqua, si arriva nel cuore della città, Piazza della Libertà. Attraversando il centro per Piazzale Cavalcaselle, si pedala verso la splendida Villa Deciani in località Selvuzzis, proseguendo poi verso sud su strada sterrata, ‘toccando’ i paesi di Persereano, Santo Stefano Udinese e Tissano. 

Raggiunta Palmanova si visita la 'città stellata’, attraversando la bella piazza e proseguendo in direzione sud verso Aquileia e il suggestivo Sentiero degli Spalti.

Dopo una sosta obbligata al Castello di Strassoldo, ci si dirige verso Cervignano del Friuli. Il percorso arriva così ad Aquileia, snodandosi attraversando l’antica città romana, ricca di storia e tradizione, nonché Patrimonio Unesco. Attraversando il Foro Romano vicino alla Basilica, si può ammirare il meraviglioso tappeto musivo, il più esteso dell’Europa Occidentale.

Riprendendo a pedalare verso Grado, arrivo finale della Ciclovia, si ha l’emozionante esperienza visiva della Laguna e del profumo del Mare Adriatico.

Vai alla tappa precedente #7

Palmanova @ph. Szeder Foro romano di Aquileia @ph. Zavijavah Laguna di Grado @ph. Gianluca Baronchelli - Turismo FVG

Punti d'interesse

CASTELLI DI STRASSOLDO
CASTELLI DI STRASSOLDO

Strassoldo è un raro esempio di antico borgo medievale, estremamente ben conservato, culla per secoli dell'omonima famiglia di feudatari. Il borgo si sviluppa intorno al “Castello dalle due torri”, edificato più di mille anni fa e successivamente diviso in due: Castello di Sopra e Castello di Sotto. Verso la metà del Settecento la struttura fortificata subì importanti restauri, configurandosi come è attualmente: un suggestivo esempio di complesso fortificato, trasformato in due residenze signorili, immerse nella pace di parchi secolari, lambiti da due fiumi di risorgiva. Il Castello di Sopra si sviluppa attorno alla torre ottoniana e ci si accede dall’antica Porta Cistigna. Intorno il Borgo Vecchio, con il palazzo signorile, vari fabbricati, un bel giardino e la Chiesa di San Nicolò. Il Castello di Sotto ha un aspetto più settecentesco ma è costituito anche da varie parti risalenti al periodo medioevale. Da ammirare la Cappella di San Marco (1575) e il tratto di muro merlato detto ‘Gironutto’, che si unisce alla Pusterla, porta di accesso al castello. Un'altra presenza notevole è la medievale chiesetta di Santa Maria "in vineis", ubicata fuori del circuito murato.

AQUILEIA
AQUILEIA

Antichissima Colonia romana fondata nel 181 a.C, Aquileia, con la sua immensa area archeologica, è un prezioso scrigno d'arte e di storia. Fu una delle città più grandi e ricche dell'Impero Romano nel Mediterraneo, sede di un Patriarcato e centro propulsore del Cristianesimo in tutta l'Europa centrale durante il Medioevo. Gli importanti scavi archeologici hanno riportato alla luce alcune tra le testimonianze meglio conservate dell'antica grandiosità romana, motivo per cui la città è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Fra i ‘tesori’ di Aquileia spicca la Basilica di Santa Maria Assunta, risalente all'anno 1000, l’antica chiesa cattedrale del Patriarcato, che con i suoi magnifici mosaici del IV secolo è un ineguagliato esempio di architettura religiosa. Fu fondata nel XI secolo e si staglia imponente assieme al Battistero e all'alto campanile (73 metri): al suo interno conserva il più antico mosaico cristiano d’Occidente. L'abitato si sviluppa attorno alla Basilica patriarcale, inglobando anche i resti dell'antica città romana.

GRADO
GRADO

È un importante centro turistico e termale, un’isola dalle fattezze veneziane impreziosita da un dedalo di isolotti che formano la sua suggestiva laguna. Unita alla terraferma da una sottile striscia di terra, Grado conserva la tradizione di antico borgo marinaro e custodisce un centro storico pedonale ricco di vicoli e piazzette, sorvegliate dalle pittoresche case dei pescatori, strette una all'altra. Nella "città vecchia" si possono ammirare gli edifici paleocristiani della Basilica di Santa Eufemia (V sec,), simbolo della città, con il Battistero e il Lapidario, e la Basilica di Santa Maria della Grazie, la più antica di tutta Grado. La centrale Piazza Biagio Marin, fulcro della vita cittadina, mostra i resti dell'antico insediamento della Basilica della Corte. Grado è molto amata anche per le sue spiagge sabbiose, come spiaggia Banco d'Orio, lunga ed ampia striscia di sabbia collocata ad ovest di Grado, circondata da un'area ricca di flora e fauna autoctona. L’intera laguna occupa una superficie di circa 90 kmq, divisa in un settore orientale (palù de sora) ed in uno occidentale (palù de soto).

PALMANOVA
PALMANOVA

Monumento nazionale e recentemente entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO, Palmanova è la suggestiva città-fortezza pianificata dai Veneziani nel 1593, chiamata la "città stellata" per l’unicità della sua pianta poligonale a stella con 9 punte. Circondata da mura e fossati che formano una ‘cornice’ armoniosa, alla città si accede tramite tre porte monumentali (Porta Udine, Porta Cividale, Porta Aquileia). Il “centro” della stella è occupato dalla suggestiva Piazza Grande, perfettamente esagonale, in cui si erge un basamento con l'alto stendardo, da sempre simbolo della fortezza stessa. Sulla piazza si affacciano tutti i principali edifici, tra cui il seicentesco Duomo, che rappresenta il miglior esempio di architettura veneziana in Friuli.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 8. Scrivi tu il primo commento su Ciclovia dell'Alpe Adria - Tappa 8

Dati tecnici

Comune di partenza: Udine

Partenza: Udine

Comune di arrivo: Grado

Arrivo: Grado

Lunghezza(km.): 59

Difficoltà: Medio

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 61

Dislivello in discesa (m): 234

Punto più alto (m): 117

Punto più basso (m): 1

Durata (h): 4

Comuni attraversati

Aquileia (UD)
Aquileia (UD)

Centro di pianura, di origine romana, che accanto alle tradizionali attività agricole ha...