Da Cingoli al Monte San Vicino in Mtb

Lungo itinerario di 39 km in Mtb che attraversa vari ambienti, con difficoltà tecniche impegnative ma non eccessive.
Dalla panoramica Cingoli si attraversa la bella valle di San Bonfiglio per raggiungere il Lago Castreccioni da cui è già possibile vedere la nostra meta: l'inconfondibile profilo del Monte San Vicino.
Un lungo trasferimento su strade secondarie attraversa le campagne ai piedi del monte, fino a Frontale, la porta del versante est del San Vicino.
Durante la salita si gode di un panorama notevole sulla valle, prima di una bella discesa impegnativa. 

Descrizione tecnica:
Dai Viali Valentini, nel centro città di Cingoli, si seguono le indicazioni per il Palasport e il Tiro a segno, di fronte al quale inizia il sentiero di S. Bonfiglio. Pochi metri di asfalto e sterrato e si raggiungono i ruderi dell'antica chiesa dedicata al Santo, da cui, tenendo la sinistra, dopo poco si incrocia l'imbrecciata che porta al Monte Nero. Il nostro obiettivo però è un altro: si prende la destra e su asfalto si raggiunge il lago di Cingoli e la sua diga.
Costeggiando per un tratto la riva, si attraversa il nucleo abitato di Castreccioni passando per Azzoni. Oltre la piccola frazione si prosegue su imbrecciata nella campagna ai piedi del monte, passando un crocevia, fino ad incrociare la strada che entra a Frontale e quindi nell'adiacente Villanova.
Qui comincia la lunga, e a tratti ripida, salita sul versante est del San Vicino. Si percorre un anello che tocca l'apice a 938 m. di quota e che, dopo una discesa impegnativa, riporta a Villanova e quindi Frontale.

Consigli tecnici:
L'itinerario è rivolto ai bikers più allenati. Si pedala su terreni misti. La salita da Villanova a Casa Serra Mese è ripida e lunga, e la discesa richiede buone capacità tecniche.
E' utile consultare bene la cartografia per conoscere la morfologia dei luoghi e portare con sé abbigliamento adatto a vento e pioggia.
L'acqua è reperibile in tutti i nuclei abitati attraversati.

Periodo consigliato:
Il percorso si può intraprendere tutto l'anno; tuttavia, la prima parte, in condizioni di bagnato, diventa abbastanza fangosa. D'inverno il San Vicino è spesso coperto dalla neve fino a bassa quota, in questo caso l'itinerario non è percorribile per intero. Il vento sul monte è una costante.

Punti d'interesse

MONTE SAN VICINO
MONTE SAN VICINO

Il San Vicino è un monte della dorsale umbro-marchigiana, situato lungo la linea di confine tra le province di Ancona e Macerata. Con i suoi 1479 metri di altezza, risulta avere la cima più riconoscibile dell’intera catena Appenninica Marchigiana: è infatti un monte dal profilo delineato e molto particolare, perché appare in forme assai diverse a seconda del versante da cui lo si guarda. I pendii e le valli che ne incidono i versanti sono coperti da estesi boschi e ampi prati secondari.

CINGOLI
CINGOLI

Adagiato sulla sommità del Monte Circe, il paese è chiamato il "Balcone delle Marche" per la sua posizione panoramica sull’intero territorio marchigiano. Da una vasta terrazza posta sulle mura castellane di origine medievale, infatti, è possibile godere la vista di gran parte del territorio regionale, con la cornice naturale, all'orizzonte, del Conero e del mar Adriatico.

LAGO DI CINGOLI
LAGO DI CINGOLI

Il più grande bacino artificiale delle Marche e dell'Italia centrale, con una superficie di 2 chilometri quadrati ed una profondità che raggiunge circa i 55 m. Noto anche come lago di Castreccioni, è creato da una diga alta 67 metri sul fiume Musone ed è ricco di fauna acquatica e uccelli migratori. L’ambiente è particolarmente suggestivo, con il profilo delle montagne intorno che si riflette sul lago in mille colori.

VALLE DI SAN BONFIGLIO
VALLE DI SAN BONFIGLIO

Il sentiero che percorre questa valle alle pendici del Monte Nero è uno dei percorsi naturalistici più interessanti dell’area di Cingoli. Ricca di vegetazione e di sorgenti d’acqua, con alcune radure adibite a pascolo, la valle è ammantata da una millenaria tradizione di genti e di fedi, legate alla storia di San Bonfiglio, che in queste terre visse e fu sepolto. Meta di pellegrinaggi è l’antica chiesetta del XIII secolo dedicata al Santo, di cui oggi restano soltanto alcuni residui elementi architettonici e decorativi che spuntano dal bosco. Secondo tradizione, le sorgenti d’acqua che sgorgavano alle porte dell’antico monastero erano miracolose e molti malati vi attingevano per cercare conforto.

Dove acquistare, dove mangiare, dove dormire, dove andare

B&B San Paterniano
B&B San Paterniano

Il B&B San Paterniano è un monumento storico del XII secolo, immerso in un parco alberato a pochi minuti dal centro storico del borgo medievale di Cingoli.Natura, storia, tipicità e benessere saranno allinsegna della vostra vacanza!Nellampio...2

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Da Cingoli al Monte San Vicino in Mtb. Scrivi tu il primo commento su Da Cingoli al Monte San Vicino in Mtb

Dati tecnici

Comune di partenza: Cingoli

Partenza: Viali di Cingoli

Comune di arrivo: Cingoli

Arrivo: Viali di Cingoli

Lunghezza(km.): 39

Difficoltà: Difficile

Disciplina: MTB

Tipologia itinerario: Giornata intera

Dislivello in salita (m): 911

Dislivello in discesa (m): 911

Punto più alto (m): 916

Punto più basso (m): 294

Durata (h): 6