Il Cammino delle Terre Mutate in MTB - Tappa 6

Da Norcia a Castelluccio, tra i colori del Pian Grande

terremoti del 2009, 2016 e 2017 hanno scosso la terra e le vite di molti luoghi del Centro Italia. Ma se da un lato ci sono le macerie, dall'altro restano la bellezza e lo spirito di rialzarsi. E' nata così una marcia di solidarietà per sollecitare la ricostruzione e mantenere intatti i rapporti umani e le relazioni tra questi fantastici territori.

Oggi la marcia è diventata un itinerario percorribile a piedi o in mountain bike da chiunque voglia immergersi negli scenari meravigliosi dei Monti Sibillini e del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga. Il Cammino delle Terre Mutate non è solo trekking nella natura, ma anche un viaggio nelle terre del cambiamento per conoscere le storie, i protagonisti e i progetti di rinascita di comunità che non si arrendono.

Un viaggio che si può affrontare in piena autonomia, durante tutte le stagioni dell'anno, attraverso quattro regioni italiane (Marche, Umbria, Lazio ed Abruzzo) e due parchi nazionali. Il percorso qui pubblicato è la versione dedicata alla MTB.

Credits: camminoterremutate.org

6° TAPPANorcia - Castelluccio di Norcia (15,4 km)

In questa tappa si raggiunge uno dei posti più belli dal punto di vista paesaggistico dell’intero parco naturalistico italiano: l’altopiano carsico-alluvionale di Castelluccio di Norcia, al cospetto del Monte Vettore e della cima del Redentore.

La fatica del dislivello di 1000 metri che da Norcia, attraverso un antico sentiero usato dai pastori, raggiunge la forca del Monte Ventosola, viene più che ripagata da uno scorcio mozzafiato sul Pian Grande di Castelluccio, le cime intorno e quelle più lontane dell’Appennino.

Una lunga discesa verso il Pian Grande per camminare tra i campi coltivati della preziosa lenticchia IGP e poi fino all’arroccato paese di Castelluccio.

Vai alla tappa precedente #5
Vai alla tappa successiva #7

Punti d'interesse

MONTE VETTORE
MONTE VETTORE

Con i suoi 2.476 metri di altitudine è il rilievo montuoso più alto del massiccio dei Monti Sibillini, situato nell'Appennino umbro-marchigiano al confine tra Umbria e Marche. Per la sua conformazione e gli splendidi scenari naturali che offre, il monte è meta previlegiata di escursionisti. Sulla pendice nord, in una conca naturale a 1.941 metri di quota, si trova il Lago di Pilato, di grande interesse per naturalisti e biologi. Il Monte Vettore è attraversato da una fascia trasversale di ghiaia, detta la strada delle fate, nome derivante da un’antica leggenda popolare legata culto delle Sibille.

PIANI DI CASTELLUCCIO
PIANI DI CASTELLUCCIO

Ampio altopiano carsico creato dai lenti movimenti di distensione della crosta terrestre e dalla sedimentazione di detriti nel fondo di un antico lago ormai scomparso. Il bacino di Castelluccio (paese situato a nord della piana) è diviso in tre aree: il Pian Grande, dominato a est dalle imponenti pareti del Monte Vettore, il Pian Piccolo e il Pian Perduto. I Piani offrono uno dei paesaggi più suggestivi del Parco dei Sibillini, grazie all'azione della natura, ma anche al lavoro dell'uomo, che qui coltiva da centinaia di anni le famose lenticchie di Castelluccio. Imperdibile è la Fiorita, ossia il fenomeno di fioritura che colora il piano tra la fine di maggio e l'inizio di luglio.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino delle Terre Mutate in MTB - Tappa 6. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino delle Terre Mutate in MTB - Tappa 6

Dati tecnici

Comune di partenza: Norcia

Partenza: Norcia

Comune di arrivo: Norcia

Arrivo: Castelluccio di Norcia

Lunghezza(km.): 15

Difficoltà: Difficile

Disciplina: MTB

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 1132

Dislivello in discesa (m): 322

Punto più alto (m): 1569

Punto più basso (m): 603

Durata (h): 3