Il Tour dei Malatesta in MTB - MULTITAPPA

In mountain bike nelle terre di una delle famiglie più influenti del Medioevo

Un tuffo nel passato al ritmo della mountain bike! Il Tour dei Malatesta è un’imperdibile occasione per pedalare lungo le strade ed i sentieri che furono di proprietà dei Signori del Verucchio tra il XII e il XVII secolo. I Malatesta, una delle famiglie più prestigiose del Medioevo, dominarono la Signoria di Rimini e numerosi territori della Romagna e della Marche.

L’emozione della MTB, la storia di un passato ancora vivo in rocche e castelli ben conservati e i panorami affascinanti del Monte Carpegna e del Parco Sasso Simone e Simoncello sono gli elementi che si intrecciano con armonia nel disegnare un tour indimenticabile.

Si tratta di un itinerario adatto a chi ha una certa esperienza, per via di alcuni tratti tecnici e dislivelli importanti.

Consigli tecnici:
Il tour è adatto a tutti i tipi di MTB: il primo tratto è molto tecnico ed adatto alle “full”, mentre dopo il Parco del Monte San Bartolo il tracciato diventa molto panoramico e pedalabile. E’ solitamente molto facile rifornirsi di acqua.
Contattare il Tutor dell'itinerario per l'ausilio di guide e l’eventuale noleggio di E-bike.

Dove parcheggiare:
Parcheggio gratuito a San Giovanni in Marignano. Il tour guidato prevede il rientro con navetta da San Marino.

Periodo consigliato:
Da Maggio a Settembre

>> Clicca sulle Tappe qui sotto per info, foto e gpx <<

Tappe

Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 1
Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 1

Un tuffo nel passato al ritmo della mountain bike! Il Tour dei Malatesta è un’imperdibile occasione per pedalare lungo le strade ed i sentieri che furono di proprietà dei Signori del Verucchio tra il XII e il XVII secolo. I Malatesta, una...

Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 2
Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 2

Un tuffo nel passato al ritmo della mountain bike! Il Tour dei Malatesta è un’imperdibile occasione per pedalare lungo le strade ed i sentieri che furono di proprietà dei Signori del Verucchio tra il XII e il XVII secolo. I Malatesta, una...

Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 3
Il Tour dei Malatesta in MTB - Tappa 3

Un tuffo nel passato al ritmo della mountain bike! Il Tour dei Malatesta è un’imperdibile occasione per pedalare lungo le strade ed i sentieri che furono di proprietà dei Signori del Verucchio tra il XII e il XVII secolo. I Malatesta, una...

Punti d'interesse

MONDAINO – Rocca Malatestiana
MONDAINO – Rocca Malatestiana

Ben visibile dal fondovalle con la sua imponenza, la Rocca del XIV secolo divenne un baluardo sotto il regno dei Malatesta, che potenziarono la sua struttura medievale con una cinta muraria dotata di ben 13 torrioni. Peculiarità dell’antica fortezza risiedono nel suo punto più alto, con una splendida terrazza dalla quale si domina tutta la Romagna e il Montefeltro, e nel suo punto più basso, con una serie di passaggi e condotti segreti utilizzati a scopo militare. Adiacente alla suggestiva piazza centrale di Mondaino, la Rocca fa da sfondo a tutte le manifestazioni che si svolgono in paese, tra cui il "Palio de lo Daino", rievocazione rinascimentale tra le più importanti anche a livello nazionale, che si tiene a cavallo del ferragosto. Attualmente la rocca è sede del municipio e del Museo Paleontologico.

MONTEGRIDOLFO
MONTEGRIDOLFO

Situato al confine tra Marche e Romagna, ben inserito tra le dolci colline riminesi, il borgo medievale conobbe nel corso dei secoli sia l'influenza del Ducato di Montefeltro che quello dei Malatesta, tanto da diventare spesso oggetto di scontri e dispute militari vista la sua importanza strategica difensiva. Fu progettato e costruito come "cassero" (un borgo a pianta rettangolare dotato di una torre posta a rinforzo del complesso murario) e così è rimasto fino ad oggi, con le mura fiancheggiate da torrioni che circondano stradine e casette. Ai piedi delle mura castellane sorge la Chiesa di San Rocco, eretta nel 1427, con un bel portale a ogiva di ispirazione gotica. Da visitare anche il Santuario della Beata Vergine delle Grazie, situato nella frazione di Trebbio, luogo di culto e pellegrinaggio.

CASTELLO DI GRADARA
CASTELLO DI GRADARA

Di grande rilevanza storica, l’imponente complesso sorge sulla sommità di una collina ed è costituito da una rocca medievale (castello-fortezza) e dall'adiacente borgo storico, protetto da una cinta muraria esterna che si estende per quasi 800 metri. Strategicamente importante per via della posizione geografica, in epoca medievale la fortezza è stata uno dei principali teatri degli scontri tra le milizie fedeli al Papato e le turbolente signorie marchigiane e romagnole. Costruita attorno al 1150, fu un caposaldo dei Malatesta fino a metà del ‘400. La rocca è famosa anche perché legata alla leggenda di Paolo e Francesca, cantata da Dante nella Divina Commedia, in quanto il castello avrebbe fatto da sfondo al loro tragico amore. Oggi il castello è diventato uno dei monumenti più visitati della regione ed è teatro di eventi museali, musicali ed artistici.

PARCO DEL MONTE SAN BARTOLO
PARCO DEL MONTE SAN BARTOLO

Ha una superficie totale di circa 1600 ettari e comprende la dorsale collinare che dal porto di Pesaro si estende fino a Gabicce Mare, di fatto costituendo il primo promontorio che affaccia sulla costa adriatica provenendo dal Nord Italia. Il paesaggio del Parco mostra ambienti differenti: lungo il mare si caratterizza per un tratto di costa alta, in gran parte rappresentata da falesie e grotte (assai rare nell’Adriatico), mentre il versante interno protetto è costituto dal paesaggio rurale che, fino agli anni ’50, era attivamente coltivato anche ai limiti del mare. Il promontorio è ricco di sentieri, che permettono di raggiungere scorci fantastici o nicchie incontaminate.

FIORENZUOLA DI FOCARA
FIORENZUOLA DI FOCARA

L’antico borgo medievale sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul Mare Adriatico. Denominato originariamente solo Fiorenzuola (Focara fu aggiunto nel 1889, la cui etimologia deriva dalla presenza nell’antichità di fuochi che segnalavano ai naviganti la posizione), il suo castello ebbe un’importanza strategica nel sistema difensivo dei Malatesta, insieme alle rocche di Casteldimezzo, Gradara e Granarola. A testimonianza della sua storia, rimangono visibili ancora alcuni resti delle mura medievali e qualche portale del ’600-’700. Interessante in particolare la porta sulla quale una targa rievoca i versi Danteschi (Inferno XXVIII) relativi ad un fatto avvenuto sul mare antistante. Tra le piazzette e i vicoli caratteristici del borgo, si staglia il suggestivo campanile con orologio dell’antica Chiesa di Sant’Andrea (XII secolo). Dalla cima della collina a strapiombo sul mare, attraverso alcune stradine tortuose, si raggiunge la riva del mare, dove c’è una bella spiaggia.

SALUDECIO
SALUDECIO

Immersa in un paesaggio collinare dolce e allungato, l’antico borgo medievale conserva tutto il suo fascino storico-architettonico. A partire dal ‘200, per diversi secoli, è stato un possedimento difensivo dei Malatesta, i quali consolidarono la rocca e la cinta muraria caratterizzando molto la struttura del centro storico, fatto di vicoli racchiusi dalle mura e dalle due porte monumentali di accesso, una verso il mare, l’altra verso l’entroterra. La settecentesca Chiesa di San Biagio è una piccola cattedrale, non solo per l'ampiezza ma anche per la pregevolezza con la quale è stata costruita ed arricchita.

CASTELNUOVO DI AUDITORE
CASTELNUOVO DI AUDITORE

Paese “fantasma” di antiche origini medievali, un tempo uno dei borghi rurali più importanti e popolosi della zona, oggi abbandonato dalla popolazione e in mano alla forza della natura. Il paese passò sotto il dominio dei Malatesta nel 1332, che lo fortificarono con possenti mura. Passò sotto il controllo del Ducato d’Urbino nel 1462. Tra i ruderi di case e chiese, oggi si notano ancora alcune delle costruzioni di epoca medievale.

MONTEFIORE CONCA
MONTEFIORE CONCA

Capitale medievale della valle del Conca, il piccolo borgo dell'entroterra Riminese un tempo era un importante avamposto dei Malatesta di cui oggi è rimasto tra i più integri e affascinanti (rientra nel prestigioso circuito dei “Borghi più belli d’Italia”). L'abitato è dominato dalla mole della Rocca, risalente alla metà del ‘300, anche se recenti scavi archeologici hanno ipotizzato che il complesso esistesse già nell'XI secolo. Il castello sorge su un promontorio con la sua imponente mole, offrendo scorci panoramici suggestivi sul territorio circostante, dai boschi, alle campagne, fino al mare della costa romagnola. A Montefiore è presente anche un santuario dedicato alla Madonna.

MONTE CERIGNONE
MONTE CERIGNONE

Sorge scenograficamente su uno sperone di roccia alle falde del Monte Faggiola ed è formato da un piccolo borgo adagiato a livello del fiume e da un castello che si eleva su di un costone di tufo. Pittoresche stradine lastricate salgono fino al complesso dell’antica Rocca, eretta nel XII secolo dai primi conti di Montefeltro e rifatta in parte sul finire del XV secolo. Il paese ospita anche importanti edifici religiosi, tra cui la Chiesa di Santa Caterina (edificata dai Cavalieri di Malta), la Chiesa di Santa Maria del Soccorso e la Chiesa di San Biagio. Risalendo il Monte Faggiola si raggiunge infine il Santuario di Santa Maria in Recluso, per la cui costruzione si utilizzarono i materiali dell’antico tempio dedicato a Giunone.

SAN LEO
SAN LEO

Da sempre capitale storica del ducato di Montefeltro, la città-fortezza si trova su di un enorme sperone di roccia dalle pareti a strapiombo, in posizione dominante sulla Valmarecchia. Noto per le sue vicende storiche e geopolitiche, il paese è una perla della provincia di Rimini, una città d’arte annoverata tra “I Borghi più Belli d’Italia”. Il suggestivo centro storico conserva antichi edifici romanici (Pieve di Santa Maria Assunta, Cattedrale e Torre) affiancati da numerosi palazzi rinascimentali. A sovrastare l’abitato con la sua imponenza è la rocca, un possente apparato difensivo che sembra essere un prolungamento dello sperone roccioso che lo sostiene. Di origini antichissime (VI secolo), essa fu costantemente oggetto di contesa, fino a quando venne definitivamente conquistata da Federico da Montefeltro nel 1441.

REPUBBLICA DI SAN MARINO
REPUBBLICA DI SAN MARINO

Quarto Stato più piccolo d'Europa, San Marino è una delle repubbliche più antiche al mondo. Suddivisa in nove amministrazioni locali (castelli) all’interno del territorio italiano, San Marino ha conservato gran parte della sua antica architettura medievale. Ne è un esempio l’omonima capitale, che sorge sui pendii del Monte Titano, conosciuta per l’ottimo stato di conservazione del suo centro storico (Patrimonio dell'umanità UNESCO), circondato da mura e ricco di viuzze acciottolate. Di importante interesse storico e culturale sono le tre celebri antiche fortificazioni che sorgono sui punti più alti del Titano, costruite a scopo difensivo e da sempre simboli della Serenissima Repubblica: “Rocca Guaita” (XI secolo), “Rocca Cesta o Fratta” (costruita nel XIII secolo sul punto più alto della montagna) e il "Montale", la torre più piccola.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Tour dei Malatesta in MTB - MULTITAPPA. Scrivi tu il primo commento su Il Tour dei Malatesta in MTB - MULTITAPPA

Dati tecnici

Comune di partenza: Cattolica

Partenza: San Giovanni in Marignano

Comune di arrivo: Città di San Marino

Arrivo: Città di San Marino

Lunghezza(km.): 133

Disciplina: MTB

Tipologia itinerario: Long Weekend