In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #2

L'itinerario complessivo è un bellissimo bike tour suddiviso in dieci tappe, che si snoda prima all'interno del Parco del Delta del Po per poi addentrarsi nell'entroterra a contatto con i borghi e i luoghi che hanno fatto la storia della bassa pianura padana delle province di Ferrara e Ravenna.

Si tratta di poco più di 600 km di percorso quasi totalmente pianeggiante (a parte una tappa collinare), che possono essere intrapresi facilmente in una settimana. La natura del percorso prevede la possibilità di modificarne facilmente la lunghezza, a seconda di tempi ed energie a disposizione.

Durante il percorso si è accompagnati da un incessante evolversi del panorama paesaggistico: si passa dalla rigogliosa natura faunistica lacustre del Polesine ai campi coltivati e ai corsi fluviali che percorrono la pianura, dai boschi dei rilievi appenninici alle piccole città fortificate medievali. Chioggia, l'isola della Donzella, i castelli di Mesola e Ferrara, Argenta, Bagnacavallo, l'oasi di Compotto, le basiliche di Ravenna e le valli di Comacchio sono solo alcune delle attrazioni che rendono questo itinerario più unico che raro.

2° TAPPAPorto Levante - Mesola (74 km)

Descrizione tecnica: Lasciato alle spalle il piccolo centro di Porto Levante, si prosegue verso sud attraversando la laguna. In breve ci si immerge in uno dei panorami più significativi per l’avvistamento degli uccelli, proseguendo per l’unica strada che percorre la sponda nord del Po di Maistra.

Il paesaggio lacustre ci accompagna sino alle aree bonificate della campagna, che diventa preponderante subito dopo lo splendido abitato di Porto Tolle. Anche se fuori percorso, vale la pena una piccola visita alla piazza e al Municipio della cittadina veneta.

Una volta passato l’altissimo camino della centrale idroelettrica, ci si dirige di nuovo verso sud, prima in direzione Cà Mello, poi lungo le sponde della Sacca Scardovari, fino a Santa Giulia. A questo punto si sale sull’argine e si accede ai suggestivi ponti in chiatte sul Po di Gnocca e sul Po di Goro. Da qui si procede verso nord-ovest lungo il percorso cicloturistico “Destra del Po”, superando Goro e continuando fino all’abitato di Mesola.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva

Porto Tolle Porto Tolle isola della donzella isola della donzella isola della donzella-risaie orti d'acqua sacca degli scardovari

Punti d'interesse

SACCA DEGLI SCARDOVARI
SACCA DEGLI SCARDOVARI

E' la più grande laguna del Delta del Po, un vasto specchio d’acqua compreso tra le foci del Po di Gnocca e del Po di Tolle. Habitat ideale per molluschi come cozze e vongole, che trovano proprio qui uno dei luoghi di più intenso allevamento. Percorrendo la strada che costeggia la sacca si possono osservare da vicino le varie fasi dell’acquacoltura.

PORTO TOLLE
PORTO TOLLE

È il comune più grande del Parco Regionale Veneto del Delta del Po. Si trova nel cuore del Delta del Po ed è completamente circondato dalle acque dei vari rami del fiume che si uniscono al Mare Adriatico. Le lagune e le valli da pesca hanno favorito in questo territorio lo sviluppo della pesca, soprattutto la molluschicoltura con i suoi “orti d'acqua”. Non mancano anche grandi distese di campi, molti dei quali coltivati a riso. Porto Tolle ha un’importante centrale termoelettrica, la cui ciminiera, coi suoi 250 metri, è la più alta d'Italia e tra le prime 150 al mondo.

ISOLA DELLA DONZELLA
ISOLA DELLA DONZELLA

Delimitata dalle acque del Po di Gnocca, del Po di Venezia e del Po delle Tolle, che la avvolgono come un grande nastro d’acqua, l’isola regala un paesaggio naturale particolarmente suggestivo e mutevole, tra acqua e terra. Qui è molto sviluppata la coltivazione dei molluschi, tra cui le famose vongole della Sacca degli Scardovari, lingua di mare che si insinua all’interno dell’isola. Il luogo è habitat ideale per diverse varietà di avifauna.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #2. Scrivi tu il primo commento su In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #2

Dati tecnici

Comune di partenza: Taglio di Po

Partenza: Porto Levante

Comune di arrivo: Taglio di Po

Arrivo: Mesola

Lunghezza(km.): 74

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 36

Dislivello in discesa (m): 32

Punto più alto (m): 0

Punto più basso (m): 0

Durata (h): 5

Comuni attraversati

Taglio di Po (RO)
Taglio di Po (RO)

Il territorio del comune di Taglio di Po deve il nome e le origini al “taglio di Porto Viro”,...

Porto Viro (RO)
Porto Viro (RO)

Nato nel 1995 dalla fusione di due paesi, Donada e Contarina, Porto Viro rappresenta uno dei...

Goro (FE)
Goro (FE)

Centro di pianura, di origini relativamente recenti, che accanto alle tradizionali attività...