In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #9

L'itinerario complessivo è un bellissimo bike tour suddiviso in dieci tappe, che si snoda prima all'interno del Parco del Delta del Po per poi addentrarsi nell'entroterra a contatto con i borghi e i luoghi che hanno fatto la storia della bassa pianura padana delle province di Ferrara e Ravenna.

Si tratta di poco più di 600 km di percorso quasi totalmente pianeggiante (a parte una tappa collinare), che possono essere intrapresi facilmente in una settimana. La natura del percorso prevede la possibilità di modificarne facilmente la lunghezza, a seconda di tempi ed energie a disposizione.

Durante il percorso si è accompagnati da un incessante evolversi del panorama paesaggistico: si passa dalla rigogliosa natura faunistica lacustre del Polesine ai campi coltivati e ai corsi fluviali che percorrono la pianura, dai boschi dei rilievi appenninici alle piccole città fortificate medievali. Chioggia, l'isola della Donzella, i castelli di Mesola e Ferrara, Argenta, Bagnacavallo, l'Oasi di Campotto, le basiliche di Ravenna e le valli di Comacchio sono solo alcune delle attrazioni che rendono questo itinerario più unico che raro.

9° TAPPARavenna - Comacchio (70 km)

Descrizione tecnica: Questa tappa porta da Ravenna a Comacchio, costeggiando l'Adriatico all'altezza di Marina di Ravenna e le valli di Comacchio verso l'entroterra.

Il percorso di 70 km parte dal centro città di Ravenna in direzione sud (tuttavia si può intercettare subito la circonvallazione Canale Molinetto, in direzione nord-est, risparmiando 3-4 km sul tragitto). Si raggiunge il mare a Punta Marina, quindi si procede in direzione nord. Giunti a Marina di Ravenna è necessario imbarcarsi con le biciclette sul traghetto per oltrepassare il Canale di Baiona.

Superato l'abitato di Porto Corsini, si prosegue lungo Viale Italia. Una lunga lingua di pini accompagna per sei chilometri separando la strada dal mare, attraverso Marina Romea sino al borgo di Casal Borsetti. Qui si lascia la costa puntando verso ovest e l’entroterra, addentrandosi nella campagna sino al secondo ed ultimo passaggio in traghetto sul fiume Reno.

Si comincia quindi a costeggiare e circumnavigare il territorio delle valli di Comacchio, una splendida riserva naturale ricca di avifauna che popola questo particolare biotopo dal clima mite. Di lì a poco si raggiunge Comacchio, arrivo di tappa particolarmente suggestivo.

Vai alla tappa precedente
Vai alla tappa successiva  

Punti d'interesse

COMACCHIO
COMACCHIO

Comacchio è uno dei centri maggiori del Delta del Po, interessante sotto l'aspetto paesaggistico e storico. La cittadina lagunare ha origini antiche e durante la propria storia fu assoggettata al potere dell'Esarcato di Ravenna prima, del Ducato di Ferrara in seguito, per poi tornare a far parte dei territori dello Stato Pontificio. Considerata una “piccola Venezia”, Comacchio ha come elemento qualificante del suo centro storico i ponti, dato che il centro abitato antico vive di fatto tra terra e mare. Simbolo della città è il complesso architettonico dei Trepponti, edificato nel 1634 e costituito da cinque ampie scalinate, culminanti in un piano in pietra d'Istria. Di notevole interesse anche il seicentesco Ponte degli Sbirri e il Loggiato dei Cappuccini, formato da 142 archi sostenuti da altrettante colonne di marmo e lungo oltre 400 metri. Comacchio è conosciuta anche per i suoi sette lidi, distribuiti in ampi arenili lungo la costa adriatica e meta ideale per le vacanze.

VALLI DI COMACCHIO
VALLI DI COMACCHIO

Luogo denso di fascino e attrazione naturalistica per gli amanti dell’avifauna, le Valli di Comacchio sono un'ampia zona umida e paludosa dell'Emilia Romagna, situata tra la cittadina di Comacchio e il fiume Reno. L’area è classificata come sito di interesse comunitario all’interno del Parco regionale del Delta del Po e si estende per più di 11mila ettari. Le Valli nacquero intorno al X secolo a causa dell'abbassamento del suolo e dell'impaludamento della zona costiera. Sono caratterizzate da un'acqua salmastra e salata e ospitano una grande varietà di flora e fauna (oltre 300 specie di uccelli) che la rende un'area di interesse internazionale. Nelle valli di Comacchio ci sono numerose saline ed è molto praticata la pesca. Protagonista indiscussa della cucina locale è l'anguilla.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #9. Scrivi tu il primo commento su In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - Tappa #9

Dati tecnici

Comune di partenza: Ravenna

Partenza: Ravenna

Comune di arrivo: Comacchio

Arrivo: Comacchio

Lunghezza(km.): 70

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Vie medie - Giornata intera

Dislivello in salita (m): 22

Dislivello in discesa (m): 27

Punto più alto (m): 12

Punto più basso (m): 0

Durata (h): 5

Comuni attraversati

Comacchio (FE)
Comacchio (FE)

Cittadina di pianura, di antichissime origini, che accanto alle tradizionali attività...