La Riviera Friulana in bicicletta - MULTITAPPA

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la bassa pianura. Ne possono godere gli amanti del mare e tutti coloro che sognano di passeggiare in piccoli boschi o di scoprire il fascino dell’archeologia e della storia. 

Con una pedalata scandita dai paesaggi lagunari e dai ritmi piatti e dolci della pianura, l'itinerario è adatto a chiunque: scorre lungo la costa dell'Alto Adriatico, lambisce le lagune di Grado e Marano e raggiunge la città romana di Aquileia, patrimonio Unesco. 

Credits: Provincia di Udine - Terra dei Patriarchi

Tappe

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 1
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 1

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la bassa...

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 2
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 2

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la bassa...

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 3
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 3

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la...

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 4
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 4

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la...

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 5
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 5

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la...

La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 6
La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 6

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la...

Punti d'interesse

CASTELLI DI STRASSOLDO
CASTELLI DI STRASSOLDO

Strassoldo è un raro esempio di antico borgo medievale, estremamente ben conservato, culla per secoli dell'omonima famiglia di feudatari. Il borgo si sviluppa intorno al “Castello dalle due torri”, edificato più di mille anni fa e successivamente diviso in due: Castello di Sopra e Castello di Sotto. Verso la metà del Settecento la struttura fortificata subì importanti restauri, configurandosi come è attualmente: un suggestivo esempio di complesso fortificato, trasformato in due residenze signorili, immerse nella pace di parchi secolari, lambiti da due fiumi di risorgiva. Il Castello di Sopra si sviluppa attorno alla torre ottoniana e ci si accede dall’antica Porta Cistigna. Intorno il Borgo Vecchio, con il palazzo signorile, vari fabbricati, un bel giardino e la Chiesa di San Nicolò. Il Castello di Sotto ha un aspetto più settecentesco ma è costituito anche da varie parti risalenti al periodo medioevale. Da ammirare la Cappella di San Marco (1575) e il tratto di muro merlato detto ‘Gironutto’, che si unisce alla Pusterla, porta di accesso al castello. Un'altra presenza notevole è la medievale chiesetta di Santa Maria "in vineis", ubicata fuori del circuito murato.

SAN GIORGIO DI NOGARO
SAN GIORGIO DI NOGARO

Situato nella Bassa Friulana centrale, il paese è bagnato dal fiume Corno e, data la sua posizione a pochi chilometri dalla laguna di Marano e dalle isole di Sant’Andrea e porto Buso, ha visto fiorire nella sua recente storia la nascita di svariate darsene e alloggi turistici, che trovano il loro maggior afflusso turistico nei periodi estivi. Due chilometri più a sud del paese, Porto Nogaro è un importante scalo marittimo dell'Alto Adriatico, cuore pulsante dell’economia e del turismo. Nel centro città, la prestigiosa Villa Dora, oggi sede della biblioteca cittadina, rappresenta un solido perno dell'offerta culturale.

FIUME STELLA
FIUME STELLA

E’ considerato uno dei principali fiumi di risorgiva del Friuli-Venezia Giulia, già conosciuto in epoca romana come importante via commerciale. Percorre un territorio di 47 km, attraversando diversi paesi e terminando la sua corsa in una ramificata foce ad estuario nella Laguna di Marano. Lo Stella è un corso d'acqua particolarmente interessante dal punto di vista ambientale: nasce nei pressi della località di Flambro e si ingrossa nel suo lento tragitto al mare, mantenendo una temperatura pressoché costante. Attorno, una preziosa vegetazione e una ricchissima e variegata fauna. Nella Laguna di Marano si estende la Riserva naturale regionale Foci dello Stella, raggiungibile con le apposite motonavi turistiche attraverso il delta del fiume: un microcosmo eccezionale, vero paradiso per il birdwatching, in cui trovare anche un suggestivo villaggio di casoni di pescatori.

LATISANA
LATISANA

Fondata in epoca romana sulle rive del fiume Tagliamento - un tempo via privilegiata per i trasporti e il commercio - la città rappresenta uno dei centri più attivi della Bassa Friulana, grazie anche alla sua particolare collocazione al confine tra Veneto e Friuli. Si caratterizza per ospitare un elevato numero di edifici di culto in rapporto alla sua grandezza, tra cui ben sette chiese. Il più importante è il Duomo dedicato a San Giovanni Battista, di origine antica, inizialmente consacrato nel 1504 e più volte ristrutturato nel corso del XVIII secolo.

LIGNANO  SABBIADORO
LIGNANO SABBIADORO

Situata in una verde penisola che divide la Laguna di Marano dal Mar Adriatico, Lignano è una nota meta turistica balneare, con 8 km di spiaggia fine e un mare tranquillo che da anni si fregia della Bandiera Blu. Ospita anche otto darsene con 5.000 posti barca. La cittadina racchiude in sé tre località: Lignano Sabbiadoro, fulcro del divertimento, con ristoranti, bar all'aperto e negozi; Lignano Pineta, all'ombra dei giardini e disegnata da eleganti viali; e Lignano Riviera, la zona più rilassante alla foce del Tagliamento, con villette immerse in una ricca vegetazione.

RISERVA NATURALE FOCI DELLA STELLA
RISERVA NATURALE FOCI DELLA STELLA

E’ uno degli ambienti distintivi dell'intero comprensorio della Laguna di Marano, dal notevole interesse naturalistico. La riserva comprende il delta del fiume Stella e la zona lagunare circostante, caratterizzata da un esteso e rigoglioso canneto intersecato da una tortuosa rete idrica che si protrae dolcemente in laguna. Un microcosmo eccezionale, vero paradiso per il birdwatching, in cui trovare anche un suggestivo villaggio di casoni di pescatori.

BOSCO BAREDI - SELVA DI ARVONCHI
BOSCO BAREDI - SELVA DI ARVONCHI

E’ il più esteso dei boschi planiziali della Bassa Friulana, quel che resta dell’antica foresta “Silva lupanica” che un tempo ricopriva l’intera pianura friulana e si estendeva dal fiume Livenza all’Isonzo. Si tratta di 160 ettari di fitto bosco, un tempo popolato anche dai lupi, che oggi è una vera e propria oasi per moltissime specie di animali, che al loro interno trovano riparo, soprattutto da quando negli anni ’70 si è interrotto il processo di disboscamento.

MARANO LAGUNARE
MARANO LAGUNARE

Strettamente legato alla Repubblica di Venezia per quasi 400 anni, questo storico borgo marinaro conserva le antiche vestigia che ricordano il suo passato. Naturale porto di partenza per scoprire la laguna e la sua bellezza paesaggistica, Marano Lagunare ha un centro storico con case tutte a ridosso le une sulle altre, strette calli e piazzette sempre animate. Numerosi gli edifici risalenti all'epoca della Serenissima, tra cui l’importante Loggia Maranese, dove la comunità si riuniva, con accanto la cosiddetta Torre Millenaria, alta 32 metri, di cui si hanno le prime notizie già nel 1066. Da vedere anche il Bastione di Sant'Antonio, ultima traccia dell’antico sistema di mura che circondava il borgo, e la settecentesca Chiesa di San Martino.

TORVISCOSA
TORVISCOSA

Simbolo dell’Italia fascista e dei suoi principali riferimenti ideologici, questa piccola città merita una visita proprio perché rappresenta una tipica “città di fondazione” del Ventennio, cioè una di quelle nuove realtà sorte in Italia negli anni Trenta del Novecento nei territori di bonifica e caratterizzate da architetture del Regime. È anche una “città-industria”, la cui fondazione è strettamente legata al presenza sul territorio di una grande azienda italiana, la SNIA Viscosa (da cui Torviscosa prende una parte del nome) che all’epoca si dedicava soprattutto alla produzione di fibre artificiali ricavate dalla cellulosa. La nuova città, immaginata per espandersi e ospitare fino a 20.000 persone, fu costruita attorno dello stabilimento, organizzata per aree funzionali. La struttura originaria non ha subito modifiche sostanziali e ancora oggi sono riconoscibili il villaggio operaio, le case per i tecnici, le ville dei dirigenti, gli spazi del lavoro e quelli per il tempo libero e lo sport. Il fulcro della vita pubblica era rappresentato dalla piazza “Impero” (oggi Piazza del Popolo). Del “vecchio” paese resta la settecentesca chiesa della Madonna del Rosario.

AQUILEIA
AQUILEIA

Antichissima Colonia romana fondata nel 181 a.C, Aquileia, con la sua immensa area archeologica, è un prezioso scrigno d'arte e di storia. Fu una delle città più grandi e ricche dell'Impero Romano nel Mediterraneo, sede di un Patriarcato e centro propulsore del Cristianesimo in tutta l'Europa centrale durante il Medioevo. Gli importanti scavi archeologici hanno riportato alla luce alcune tra le testimonianze meglio conservate dell'antica grandiosità romana, motivo per cui la città è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Fra i ‘tesori’ di Aquileia spicca la Basilica di Santa Maria Assunta, risalente all'anno 1000, l’antica chiesa cattedrale del Patriarcato, che con i suoi magnifici mosaici del IV secolo è un ineguagliato esempio di architettura religiosa. Fu fondata nel XI secolo e si staglia imponente assieme al Battistero e all'alto campanile (73 metri): al suo interno conserva il più antico mosaico cristiano d’Occidente. L'abitato si sviluppa attorno alla Basilica patriarcale, inglobando anche i resti dell'antica città romana.

PARCO DI VILLA CHIOZZA
PARCO DI VILLA CHIOZZA

Villa Chiozza si trova nella piana rurale di Scodovacca, nei pressi di Cervignano del Friuli. Fu la dimora dal 1854 dello scienziato Luigi Chiozza, illustre chimico-agronomo, cui si deve la realizzazione dell’ampio parco che circonda la villa, il cui splendore botanico è legato strettamente ai suoi interessi scientifici. L’impianto è all’inglese, con radure erbose alternate a macchie verdi. L’impatto ‘coloristico’ è stato attentamente studiato nel susseguirsi delle stagioni per rendere suggestivo l’aspetto scenografico. All’interno del parco si snodano diversi sentieri, attraverso viottoli e ponticelli, che conducono tra una grande varietà di piante ed alberi. Sparsi in altre zone del parco si trovano anche specie come agrifogli, salici, bambù e gynkgo biloba. C’è anche un gelseto, creato dallo stesso Luigi Chiozza per i suoi studi sul baco da seta, stimolati dal soggiorno nella villa, per gli stessi scopi, del famoso Luigi Pasteur. Notevole è anche la presenza di un gruppo di cervi, perfettamente inseriti nell’ambiente.

GRADO
GRADO

È un importante centro turistico e termale, un’isola dalle fattezze veneziane impreziosita da un dedalo di isolotti che formano la sua suggestiva laguna. Unita alla terraferma da una sottile striscia di terra, Grado conserva la tradizione di antico borgo marinaro e custodisce un centro storico pedonale ricco di vicoli e piazzette, sorvegliate dalle pittoresche case dei pescatori, strette una all'altra. Nella "città vecchia" si possono ammirare gli edifici paleocristiani della Basilica di Santa Eufemia (V sec,), simbolo della città, con il Battistero e il Lapidario, e la Basilica di Santa Maria della Grazie, la più antica di tutta Grado. La centrale Piazza Biagio Marin, fulcro della vita cittadina, mostra i resti dell'antico insediamento della Basilica della Corte. Grado è molto amata anche per le sue spiagge sabbiose, come spiaggia Banco d'Orio, lunga ed ampia striscia di sabbia collocata ad ovest di Grado, circondata da un'area ricca di flora e fauna autoctona. L’intera laguna occupa una superficie di circa 90 kmq, divisa in un settore orientale (palù de sora) ed in uno occidentale (palù de soto).

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su La Riviera Friulana in bicicletta - MULTITAPPA. Scrivi tu il primo commento su La Riviera Friulana in bicicletta - MULTITAPPA

Dati tecnici

Comune di partenza: Cervignano del Friuli

Partenza: Cervignano del Friuli

Comune di arrivo: Cervignano del Friuli

Arrivo: Cervignano del Friuli

Lunghezza(km.): 196

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Grandi Itinerari

Comuni attraversati

San Michele al Tagliamento (VE)
San Michele al Tagliamento (VE)

Cittadina rivierasca, di origini antica, la cui economia si basa principalmente sulle attività...

Aquileia (UD)
Aquileia (UD)

Centro di pianura, di origine romana, che accanto alle tradizionali attività agricole ha...