La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 5

Da Marano Lagunare ad Aquileia

La Riviera Friulana è un percorso ad anello pensato per visitare il Friuli Venezia Giulia a misura di bicicletta. L'itinerario ciclabile è lungo circa 192 km e si snoda tra la riviera adriatica e la laguna, attraversando anche la bassa pianura. Ne possono godere gli amanti del mare e tutti coloro che sognano di passeggiare in piccoli boschi o di scoprire il fascino dell’archeologia e della storia. 

Con una pedalata scandita dai paesaggi lagunari e dai ritmi piatti e dolci della pianura, l'itinerario è adatto a chiunque: scorre lungo la costa dell'Alto Adriatico, lambisce le lagune di Grado e Marano e raggiunge la città romana di Aquileia, patrimonio Unesco. 

Credits: Provincia di Udine - Terra dei Patriarchi

5° TAPPAMarano Lagunare - Aquileia (36,3 km)

La quinta tappa della Ciclovia della Riviera Friulana parte da Marano Lagunare per raggiungere l'affascinante Aquileia, scrigno d'arte e di storia appartenente alla lista UNESCO dei Patrimoni dell'Umanità.

Usciti da Marano Lagunare, si torna subito a pedalare nel dedalo di canali che contraddistinguono questo territorio, costeggiando Bosco Sacile ed arrivando all'abitato di Carlino.
Alcune strade leggermente più trafficate portano alla periferia di San Giorgio di Nogaro (località Porto Nogaro, km 10,5). Qui si prende la ciclabile su Via Marittima e si svolta a sinistra su Via Giulia attraversando il fiume Corno, che accompagna per un breve tratto la pedalata. Una stradina dal fondo in ghiaia in buone condizioni si dirama sulla sinistra, costeggiando un canale e facendo strada fino a Malisana, mentre è una ciclabile a condurre poi a Torviscosa (km 18), insediamento urbano degli anni Trenta dove si può notare l'architettura di regime.

Dopo il sottopasso la strada corre parallela ai binari fino alla prima di tre rotonde, dopo le quali si raggiunge il caratteristico Borgo Fornasir, complesso romanico lungo il fiume Ausa. Qui la strada diventa bianca e nei pressi di Aquileia si ritrova l'asfalto, per gli ultimi 7 km fino al termine della tappa.

Il punto di arrivo è proprio la splendida Basilica di Aquileia, ricca di solennità e fascino, dove si cammina su un mosaico pavimentale che è il più vasto del mondo occidentale cristiano e sicuramente tra i più belli. La città fu tra le più grandi e ricche dell'Impero Romano ed ospita oggi un centro archeologico che l’ha resa Patrimonio Mondiale UNESCO.

Vai alla tappa precedente #4
Vai alla tappa successiva #6

Basilica di Aquileia @ph. Koni Pas Marano_Lagunare @ph. Luigi Mengato

Punti d'interesse

TORVISCOSA
TORVISCOSA

Simbolo dell’Italia fascista e dei suoi principali riferimenti ideologici, questa piccola città merita una visita proprio perché rappresenta una tipica “città di fondazione” del Ventennio, cioè una di quelle nuove realtà sorte in Italia negli anni Trenta del Novecento nei territori di bonifica e caratterizzate da architetture del Regime. È anche una “città-industria”, la cui fondazione è strettamente legata al presenza sul territorio di una grande azienda italiana, la SNIA Viscosa (da cui Torviscosa prende una parte del nome) che all’epoca si dedicava soprattutto alla produzione di fibre artificiali ricavate dalla cellulosa. La nuova città, immaginata per espandersi e ospitare fino a 20.000 persone, fu costruita attorno dello stabilimento, organizzata per aree funzionali. La struttura originaria non ha subito modifiche sostanziali e ancora oggi sono riconoscibili il villaggio operaio, le case per i tecnici, le ville dei dirigenti, gli spazi del lavoro e quelli per il tempo libero e lo sport. Il fulcro della vita pubblica era rappresentato dalla piazza “Impero” (oggi Piazza del Popolo). Del “vecchio” paese resta la settecentesca chiesa della Madonna del Rosario.

AQUILEIA
AQUILEIA

Antichissima Colonia romana fondata nel 181 a.C, Aquileia, con la sua immensa area archeologica, è un prezioso scrigno d'arte e di storia. Fu una delle città più grandi e ricche dell'Impero Romano nel Mediterraneo, sede di un Patriarcato e centro propulsore del Cristianesimo in tutta l'Europa centrale durante il Medioevo. Gli importanti scavi archeologici hanno riportato alla luce alcune tra le testimonianze meglio conservate dell'antica grandiosità romana, motivo per cui la città è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Fra i ‘tesori’ di Aquileia spicca la Basilica di Santa Maria Assunta, risalente all'anno 1000, l’antica chiesa cattedrale del Patriarcato, che con i suoi magnifici mosaici del IV secolo è un ineguagliato esempio di architettura religiosa. Fu fondata nel XI secolo e si staglia imponente assieme al Battistero e all'alto campanile (73 metri): al suo interno conserva il più antico mosaico cristiano d’Occidente. L'abitato si sviluppa attorno alla Basilica patriarcale, inglobando anche i resti dell'antica città romana.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 5. Scrivi tu il primo commento su La Riviera Friulana in bicicletta - Tappa 5

Dati tecnici

Comune di partenza: Marano Lagunare

Partenza: Marano Lagunare

Comune di arrivo: Aquileia

Arrivo: Aquileia

Lunghezza(km.): 36

Difficoltà: Facile

subdetails.tpl

Motivazioni: Storia

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 177

Dislivello in discesa (m): 174

Punto più alto (m): 6

Punto più basso (m): 1155

Durata (h): 3

Comuni attraversati

Aquileia (UD)
Aquileia (UD)

Centro di pianura, di origine romana, che accanto alle tradizionali attività agricole ha...