Borghi e vigneti in Valtellina - Via dei Terrazzamenti Tappa #4

La Via dei Terrazzamenti è un percorso adatto a tutti gli amanti della bici. Lungo poco più di 70 km, attraversa la Bassa e Media Valtellina e prende il nome dai lunghi filari di vigne che si incontrano nel tragitto, dall’impressionante impatto visivo. Ma oltre ai vigneti ed ai suggestivi scorci naturali, la Via dei Terrazzamenti offre un percorso di turismo lento, entrando nei borghi più caratteristici, alla scoperta di botteghe artigiane e di negozi di prodotti tipici, ristoranti, enoteche e frutteti. Questo patrimonio locale e culturale è arricchito ancora di più dai monumenti, chiese, opere d’arte e siti preistorici di notevole pregio presenti lungo la Via.

La Via dei Terrazzamenti, che si mantiene ad una quota compresa tra i 300 e gli 800 metri (anche su strade bianche non asfaltate), può essere percorsa in entrambe le direzioni in tutte le stagioni, cercando di evitare però le giornate estive più calde. Chi desidera affrontare la Via in modo consecutivo può pernottare in varie località lungo l’itinerario, mentre collegamenti bus e ferroviari consentono di ritornare al luogo di partenza per chi preferisce percorrere le singole tappe in giornata.

4° TAPPA: Castionetto - Tirano (18,3 km)

Uscendo da Castionetto, si attraversa il Torrente Val Rogna, giungendo nella località di Fracia. Qui il versante è un susseguirsi di piccoli pianori che ospitano nuclei abitati di case rustiche, tra castagni e vigneti: uno di questi è Vangione, in posizione panoramica con vista sull'imponente gruppo del Pizzo Coca.

Proseguendo in salita verso est, al km 4 si entra nel paesino di Sant’Antonio: qui lo sguardo è libero di spaziare sul versante orobico e sul fondovalle, rimasto incontaminato dall'industrializzazione in questa area. Altri 2 km e si raggiunge il punto più alto di questa tappa, Teglio (850 mt), borgo affascinante che unisce armoniosamente una posizione incantevole e dal clima gradevole durante tutto l'anno ad un'architettura ispirata da mecenati nel corso dei secoli.

Uscendo dal paese il versante retico lascia spazi sempre più aperti ai prati, ai campi e alle selve, ed i tenaci vigneti non abbandonano il viaggiatore, con i filari che corrono orizzontalmente paralleli alla vallata in prossimità di Bianzone. Scesi nell'abitato, al km 11, il percorso offre alcuni saliscendi dal leggero dislivello, fino a giungere alle porte di Tirano attraversando il canale Poschiavino.

A Tirano si conclude questa tappa, così come la Via dei Terrazzamenti, consentendo di scoprire la città, ricca di proposte e suggestioni: una su tutte è il Trenino rosso del Bernina, patrimonio dell’UNESCO, che parte dalla locale stazione e, lasciata l’Italia, si inerpica tra paesaggi spettacolari lungo la valle di Poschiavo fino a St.Moritz.

Vai alla tappa precedente #3

Credits gpx: Altarezia.eu e Distretto culturale della Valtellina Credits ph: Luca Arzuffi, Jacopo Merizzi, Marco Brigatti, Ugo Zecca, Paola Balatti, Massimo Mandelli, Tamara Della Vedova e Fondazione Cariplo

Punti d'interesse

TEGLIO
TEGLIO

Abitato fin dai tempi più antichi, il paese di Teglio oggi è considerato uno dei borghi più belli d'Italia. Situato in una posizione privilegiata, offre una grande varietà di testimonianze artistico-culturali ed è una culla dei sapori tradizionali valtellinesi: qui infatti si coltiva il grano saraceno, ingrediente base dei tipici Pizzoccheri. Meritano una visita: Palazzo Besta (antica dimora cinquecentesca rinascimentale), la torre “De li Beli Miri” (i resti del Castello di Teglio), la parrocchiale di S. Eufemia (XV sec.) e la chiesetta romanica di S. Pietro.

TRENINO ROSSO DEL BERNINA
TRENINO ROSSO DEL BERNINA

E’ la trasversale alpina più alta d’Europa e una delle ferrovie ad aderenza naturale più ripide del mondo. Nel 2008 ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale UNESCO. Il Bernina Express, meglio noto come il “Trenino rosso del Bernina” collega Italia e Svizzera attraversando la Val Poschiavo, partendo da Tirano, in Valtellina, e raggiungendo Saint Moritz, nell'Engadina svizzera, valicando quasi 200 viadotti e ponti con pendenze fino a 7%, senza cremagliera. Ha un’importanza soprattutto turistica, perché percorre un itinerario di notevole interesse paesaggistico, reso più apprezzabile dalle speciali carrozze panoramiche di cui esso è dotato. La parte più suggestiva del percorso (145 km) è nei pressi del fondovalle del ghiacciaio del Morteratsch; da qui è possibile ammirare la cima del Pizzo Bernina (4 049 m) e la cresta che scende dal Pizzo Bianco.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Borghi e vigneti in Valtellina - Via dei Terrazzamenti Tappa #4. Scrivi tu il primo commento su Borghi e vigneti in Valtellina - Via dei Terrazzamenti Tappa #4

Dati tecnici

Comune di partenza: Chiuro

Partenza: Castionetto

Comune di arrivo: Tirano

Arrivo: Tirano

Lunghezza(km.): 0

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 560

Dislivello in discesa (m): 690

Punto più alto (m): 858

Punto più basso (m): 417

Durata (h): 2

Link Utili

www.distrettoculturalevaltellina.mobi/it/via-terrazzamenti www.altarezia.eu