Le colline del Roero: in MTB tra borghi e panorami

Un itinerario ad anello tra i paesaggi più affascinanti del Piemonte: il Roero è un territorio della provincia di Cuneo ricco di colline, antichi borghi arrampicati sulle alture, filari e deliziose tradizioni gastronomiche.

Il punto di partenza e di arrivo del percorso è Govone, il borgo che ormai da qualche anno può essere considerato "Il Paese del Natale", per il suo ricco calendario di eventi, tra cui spicca il Mercatino, 3° in Italia, costituito da ben 75 casette in legno che tra decori natalizi, presepi, torroni e vin brulè ospitano le eccellenze artigianali e gastronomiche del territorio.

Il percorso è contraddistinto da strade dure e non tecniche, con discese facili seppur ripide e salite lunghe al massimo 1 km. Un tracciato adatto a tutti, meglio però se dotati di "buona gamba". I meno allenati possono comunque accorciare il percorso (v. descrizione tecnica) o spingere un po' la bici a mano lungo le tre salite previste.

Lungo il tragitto, sono numerosi i punti panoramici che, tra filari e campi coltivati, si affacciano sul Tanaro, le Langhe e il Monferrato. Si costeggia anche una Tartufaia e con un po' di fortuna si può assistere ad una dimostrazione di ricerca.

Descrizione tecnica:
Il percorso di 18 km è adatto a tutti e percorribile tutto l'anno. Si affrontano tre salite con pendenza max del 12-14% e relative discese, lungo stradine e non sentieri. Tre km sono su asfalto (inizio e fine, con un tratto a metà percorso spettacolare per ambiente e panorami), al km 16.800 finisce lo sterrato e si continua fino alla fine su strada provinciale poco trafficata.
N.B.: Al km 11 si può prendere a destra la quadrivia e accorciare il percorso di 4 km, eliminando una salita. Attenzione a non sottovalutare la poca altimetria, il percorso è fisicamente impegnativo.

Consigli tecnici:
Difficile forare pneumatici su questo percorso ma una riserva antiforatura è sempre consigliata. Abbigliamento senza particolari precauzioni. Si trova acqua alla partenza (fontana al parcheggio del Castello di Govone) e a metà percorso, comunque il tracciato affianca spesso caseggiati.

Dove parcheggiare:
Nell'ampio piazzale ciottolato del parco del Castello di Govone, facile da raggiungere e ombreggiato.

Periodo consigliato:
Da Marzo a fine Ottobre

roero vista roero panorama vigneti panorama tartufaia Govone castello di govone scalinata castello castello di govone - interni

Punti d'interesse

ROERO
ROERO

Ufficialmente incluso dal 2014 nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità UNESCO, il Roero è una regione geografica del Piemonte, situata nella parte nord-orientale della provincia di Cuneo. Prende il nome dalla famiglia omonima - ovvero quella dei Roero – che a partire dal periodo medioevale e per vari secoli ha dominato su quest’area. Il territorio, al pari delle vicine Langhe, è nota meta turistica in ambito enogastronomico e culturale, per i tanti castelli e antichi borghi che lo costellano. La cultura del Roero è principalmente legata alla terra e ai suoi prodotti, in particolare al vino, ai tartufi, alle nocciole e al miele, e alle sue tradizioni contadine. La storia millenaria propone anche testimonianze d'arte.

CASTELLO DI GOVONE
CASTELLO DI GOVONE

Antica fortezza medioevale, il castello è stato residenza della casa reale Savoia dal 1792 al 1870. Oggi è adibito a palazzo comunale ed è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Come molte altre dimore storiche sabaude del Piemonte, il castello è meta di visitatori, richiamati specialmente dal monumentale e scenografico scalone d'onore a due rampe, ricco di rilievi e telamoni che provengono dai giardini di Venaria Reale. Di particolare bellezza sono anche le sale, in special modo quelle decorate da preziose carte cinesi. Il salone da ballo fu fatto affrescare dal re Carlo Felice che, assieme alla moglie Maria Cristina, agli inizi dell'Ottocento fece completamente restaurare il castello e l'adiacente parco con giardino all'italiana, adibendoli a sede delle sue villeggiature estive.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Le colline del Roero: in MTB tra borghi e panorami. Scrivi tu il primo commento su Le colline del Roero: in MTB tra borghi e panorami

Dati tecnici

Comune di partenza: Govone

Partenza: Parco del Castello Reale di Govone

Comune di arrivo: Govone

Arrivo: Parco del Castello Reale di Govone

Lunghezza(km.): 18

Difficoltà: Medio

Disciplina: MTB

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 355

Dislivello in discesa (m): 355

Punto più alto (m): 281

Punto più basso (m): 158

Durata (h): 3

Link Utili

www.comune.govone.it www.magicopaesedinatale.com