Mortirolo: la salita del "Pirata"

Per i ciclisti italiani e stranieri il suo nome è davvero un mito. Il "Mortirolo" è semplicemente una delle salite più dure di Europa, a tratti massacrante, che mette a dura prova anche i professionisti su due ruote.

Teatro di grandi sfide e duelli ciclistici negli ultimi 30 anni, l’ascesa al Mortirolo è consacrata anche come la “Salita del Pirata”, ovvero la salita di Marco Pantani, tra i più grandi grimpeur italiani e simbolo indimenticato di un’intera generazione di ciclisti.
Proprio sui ripidi pendii di questa montagna, nel Giro d’Italia del 1994, il campione romagnolo iniziò la sua leggenda, quando da semi sconosciuto mise in scena una delle sue rinomate e micidiali fughe in solitaria, vincendo la tappa.

Descrizione tecnica:
Il percorso di 12 km si sviluppa quasi interamente nel bosco, affrontando la salita sul versante nord, cioè quello più duro da fronteggiare pedalando. Da Mazzo di Valtellina si sale costantemente verso il Passo del Mortirolo, con una pendenza media di oltre il 10% e punte che arrivano a toccare il 20%.

Al Km 8 si incontra il monumento dedicato al “Pirata” Pantani (realizzato nel 2006 da Alberto Pasqual) in uno dei punti più emozionanti del percorso.

Consigli tecnici:
Per affrontare questa salita bella e massacrante bisogna essere ben allenati e non strafare nei primissimi chilometri perché poi le pendenze diventano davvero proibitive.
Il Passo del Mortirolo è aperto solo in determinati periodi dell'anno - indicativamente dal 15 maggio al 30 settembre - e molto dipende dalle condizioni atmosferiche.
 

Si ringrazia il Consorzio Turistico Valtellina Terziere Superiore

 

Marco Pantani monumento a Marco Pantani

Punti d'interesse

PASSO DEL MORTIROLO
PASSO DEL MORTIROLO

Il passo del Mortirolo (1.852 m), detto anche passo della Foppa, mette in comunicazione la Valtellina con la Val Camonica. La strada che sale al Passo è stretta e poco frequentata, ma è un ‘leggenda’ per tutti i ciclisti. Dopo essere rimasto per molti anni una strada secondaria di montagna, sterrata, infatti, il Mortirolo è salito alla ribalta a partire dal 1990, quando è stato inserito nel percorso del Giro d'Italia, a causa delle pendenze molto accentuate e costanti nel suo versante settentrionale. Dopo essere stato asfaltato, il Passo è stato percorso in più occasioni durante la corsa ciclistica, con imprese entrate nella leggenda del ciclismo.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Mortirolo: la salita del "Pirata" . Scrivi tu il primo commento su Mortirolo: la salita del "Pirata"

Dati tecnici

Comune di partenza: Mazzo di Valtellina

Partenza: Mazzo di Valtellina

Comune di arrivo: Mazzo di Valtellina

Arrivo: Passo del Mortirolo

Lunghezza(km.): 12

Difficoltà: Estremo

Disciplina: Strada

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 1302

Dislivello in discesa (m): 12

Punto più alto (m): 1852

Punto più basso (m): 566

Durata (h): 2

Link Utili

www.altarezia.eu/it/percorsi/scheda-percorso.html?id=Road09 http://www.valtellinaturismo.com/