Tour in bici tra Udine e le Valli del Natisone - Tappa #1

Da Udine a Cividale, perla d'arte e di storia

L'affascinante territorio orientale del Friuli è il teatro dove si snoda un itinerario in bicicletta su 3 tappe con partenza ed arrivo ad Udine, capoluogo e cuore della regione. Il percorso ciclabile raggiunge ed attraversa le Valli del Natisone, una terra magica ed autentica, dal panorama selvaggio e mutevole, disegnata con arte dai torrenti che scorrono tra forre, piccole cascate e grotte.

Le Valli si trovano nelle Prealpi Giulie, alle spalle di Cividale, luogo ricco di tesori artistici e storici riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità. Scorrono così, tra natura e meraviglie del passato, gli 83 km di un percorso in bicicletta alla scoperta di un'Italia incantevole e meno conosciuta.

Credits: Provincia di Udine - Terra dei Patriarchi

1° TAPPA: Udine - Cividale del Friuli (27 km)

Il tour in bicicletta inizia ad Udine, presso la stazione ferroviaria, e si introduce nel centro vibrante della città, raggiungendo Piazza della Libertà, che ne costituisce la memoria storica, e proseguendo su via Mercatovecchio, lungo la fossa che nel Medioevo cingeva le mura cittadine.

Al km 4,8, usciti dal centro, su via Zilli la strada si fa bianca e poco dopo, in via Bariglaria, si svolta a sinistra prendendo la ciclabile. Lungo via Emilia si raggiunge l'argine del torrente Torre, incontrando il primo dei tanti corsi d'acqua che contraddistinguono questa regione. Al km 10 il vecchio ponte sulla destra oltrepassa il torrente e porta a Salt di Povoletto.

NB: Se il ponte non dovesse essere aperto al transito si prosegue dritto fino alla rotonda e, prendendo la prima uscita, si attraversa il ponte, per poi prendere nuovamente la prima uscita alla rotonda successiva e ritrovare l'itinerario a Salt.

Raggiunta Grions, si prosegue sul percorso ciclabile ben segnalato, superando anche il torrente Malina al km 15,6. Segue un lungo rettilineo sterrato che termina in prossimità del ponte sul torrente Ellero.

Piste ciclabili asfaltate costeggiano prima l'Ellero poi il torrente Chiarò, che si guada al km 21. (Se il guado fosse inagibile per la presenza d'acqua si torni indietro per un breve tratto e si utilizzi il ponte della strada comunale che porta a Bottenico, dove si riprende la ciclabile in via Sterpet).

Ciclabili in sede propria conducono infine alla conclusione della tappa, a Cividale del Friuli, gioiello sulle rive del Natisone che mantiene quasi integro il suo antico impianto romano. Vale la pena visitare la città, rievocandone la storia gloriosa di quando dal V secolo fu il centro governativo della Venetia et Histria e sede del ducato friulano in epoca longobarda, le cui testimonianze, come il Tempietto Longobardo, hanno reso Cividale Patrimonio Unesco.

Vai alla tappa successiva #2

Udine - Piazza della Libertà @ph. Turismo Fvg @ph. Turismo Fvg @ph. Turismo Fvg Cividale del Friuli @ph. Zairon

Punti d'interesse

UDINE
UDINE

Dalla tipica impronta di città medievale, sviluppatasi intorno ad un colle, Udine ha un fascino veneziano, caratterizzata da piazze e antichi palazzi. Fulcro della città è il castello, che da tempo immemore domina il colle e l'intero abitato, offrendo un panorama che spazia dalle montagne circostanti fino al mare Adriatico. Tra i monumenti più importanti ci sono numerose chiese, come il Duomo di Santa Maria Annunziata e l’antichissima Chiesa di Santa Maria di Castello; grandi palazzi, tra cui il celebre Palazzo Patriarcale (o Arcivescovile) con i capolavori del Tiepolo; e belle piazze, come l’elegante e porticata piazza delle Erbe o le centralissime piazze Libertà, su cui si affaccia la Loggia del Lionello, e San Giacomo. Polmone verde della città è il Parco del Cormor, che prende il nome dall’omonimo torrente e si estende per 30 ettari appena fuori dal centro abitato. Realizzato nei primi anni ’90, ospita un giardino botanico e diverse aree ricreative per svago ed eventi culturali.

CIVIDALE DEL FRIULI
CIVIDALE DEL FRIULI

Fondata da Giulio Cesare, la città vanta una storia lunga e gloriosa, essendo stata primo ducato longobardo in Italia in epoca altomedievale e, in seguito, per alcuni secoli, residenza dei Patriarchi di Aquileia. L’antico borgo conserva quindi un patrimonio culturale, storico e artistico dal valore inestimabile, testimonianze antiche per le quali Cividale è stata riconosciuta nel 2011 Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Tra i tesori spicca il Tempietto Longobardo, una delle più straordinarie architetture alto-medievali occidentali, e i reperti antichi conservati nel prezioso Museo Cristiano del Duomo e nel Museo Archeologico Nazionale, che espone i corredi delle necropoli longobarde. Lungo le suggestive strade del centro storico si può esplorare il misterioso Ipogeo Celtico, contemplare il fiume Natisone dal Ponte del Diavolo o ammirare il Duomo, il Monastero di S. Maria in Valle, le chiese e i raffinati palazzi.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Tour in bici tra Udine e le Valli del Natisone - Tappa #1. Scrivi tu il primo commento su Tour in bici tra Udine e le Valli del Natisone - Tappa #1

Dati tecnici

Comune di partenza: Udine

Partenza: Udine

Comune di arrivo: Cividale del Friuli

Arrivo: Cividale del Friuli

Lunghezza(km.): 26

Difficoltà: Facile

Disciplina: Cicloturismo

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 204

Dislivello in discesa (m): 174

Punto più alto (m): 137

Punto più basso (m): 105

Durata (h): 2