Valle del Crati, la "California del Sud"

Percorso panoramico nel cuore della campagna calabrese

Un’immersione nella fertile campagna calabrese, pedalando nel territorio di Montalto Uffugo, a nord di Cosenza. Un viaggio tra i saliscendi di una vallata ancora incontaminata, seguendo il corso del fiume Crati, sul quale si affacciano colline verdeggianti e caratteristici borghi immersi nel silenzio.

Dal paese che ha ispirato Leoncavallo per i suoi “Pagliacci”, si pedala tra viali alberati, uliveti e castagneti fino a raggiungere picchi molto panoramici, che spaziano dalle cime del Parco Nazionale della Sila a quelle appenniniche, fino al Pollino.

Itinerario presente sulla Guida Viatoribus: Italia in Bici con Gusto

Descrizione del percorso:
L’itinerario è lungo 19 km, con partenza ed arrivo presso Montalto Uffugo.

Partendo da Piazza Enrico Bianco si esce dal paese (Via Leoncavallo), con la strada che scende fino all’abitato di San Nicola aprendosi a belle vedute sulla Valle del Crati e la Sila. Prendendo Via Bologna in salita, si passa dal birrificio artigianale “Aufugum”, girando poi a destra dopo 300 m. circa. La strada riprende a scendere attraversando le campagne, puntando in direzione Pianette lungo Via Acquafredda.
Giunti alla frazione in 2,8 km, si segue Via Pianette, superando a sinistra il Vecchio Magazzino Doganale. Dopo 2,4 km di strada praticamente pianeggiante, si gira a destra in Via Monachelle, dove inizia la salita che porta nelle campagne.

Il tratto più panoramico del percorso è dopo circa 5 km (girando a sinistra su Via Capocaccia), quando si pedala con vista sulla Sila da una parte e la Catena Paolana dall’altra. Qui c’è l’ultima discesa (1 km), molto ripida.

Riprende quindi la salita finale, che in poco più di 3 km fa ritorno a Montalto, passando dalla frazione di Madonna delle Grazie.

Consigli tecnici:
Il percorso è impegnativo. In alcuni tratti le pendenze arrivano anche al 15%, perciò ai meno allenati è consigliato l’uso di una e-bike.

Punti d'interesse

MONTALTO UFFUGO
MONTALTO UFFUGO

Il paese si trova in zona collinare, a nord di Cosenza. Ha avuto una certa importanza storica nel periodo di dominio spagnolo degli Aragona, che qui vi stabilirono parte del loro potere esecutivo, creando il Ducato di Montalto, che per tutto il periodo del loro regno fu tra i più floridi d’Europa. La Signoria spagnola diede grande impulso alla crescita architettonica del comune, che ancora oggi conserva evidenti testimonianze di quel periodo storico. Tra i monumenti di pregio spicca il Santuario della Madonna della Serra, il Duomo cittadino, posto su un’altura: il nucleo originario risale al 1227 ma la chiesa fu successivamente ricostruita nel XVIII secolo e rimaneggiata nel 1854 a seguito di un terribile terremoto. Molto bella la facciata in calcare scolpita con motivi barocchi, che si apre su una maestosa scalinata con balaustra tondeggiante di tufo. Montalto è nota anche per essere stato paese d’adozione del compositore Ruggiero Leoncavallo, che qui prese ispirazione per l'opera lirica “Pagliacci”.

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Valle del Crati, la "California del Sud". Scrivi tu il primo commento su Valle del Crati, la "California del Sud"

Dati tecnici

Comune di partenza: Montalto Uffugo

Partenza: Montalto Uffugo

Comune di arrivo: Montalto Uffugo

Arrivo: Montalto Uffugo

Lunghezza(km.): 19

Difficoltà: Difficile

Disciplina: Strada

Tipologia itinerario: Mezza giornata

Dislivello in salita (m): 440

Dislivello in discesa (m): 440

Punto più alto (m): 442

Punto più basso (m): 149

Durata (h): 2