Barolo

Oggi Barolo è un paese del vino nel senso strettissimo del termine: la sua presenza si respira infatti a ogni angolo di strada. E il Barolo vino, che non è come tutti gli altri, fa di Barolo paese un po' una sorta di "luogo sacro", cui gli adepti del culto pagano del vino dovrebbero di tanto in tanto rendere omaggio con un "pellegrinaggio". Questo auspicio si è già tradotto da alcuni anni in realtà, facendo crescere lentamente un'attività turistica in grado di dare un significativo valore aggiunto all'economia locale. Questo non pare comunque avere alterato né il carattere tranquillo delle genti di qui né il loro ritmo di vita. Non stupitevi dunque se Barolo, diversamente da altri luoghi divenuti improvvisamente celebri per il vino, è ancora un paese di proprietà dei suoi abitanti: questo carattere lo si può riscontrare recandosi dal panettiere o in farmacia, dove non è inconsueto attendere per alcuni minuti il proprio turno mentre la persona davanti a voi sta ragguagliando l'esercente sullo stato di salute di qualche suo caro. In questi casi non fatevi prendere dalla fretta o dall'impazienza ma lasciatevi cullare dal ritmo, dolce come le tante colline che circondano questo magico borgo.

Storia

I primi insediamenti nella zona risalgono a tempi preistorici, come testimoniano i numerosi reperti di età neolitica rinvenuti nei dintorni dell'abitato. Diverse sono le ipotesi sull'etimologia del toponimo, da alcuni posto in relazione col personale gallico “Baro” e da altri fatto derivare dal prelatino “barros”, ‘sterpeto'. Considerata l'ubicazione del borgo sulla sommità di un colle, appare più probabile la connessione col termine gallico “barro”, ‘cima'; a questo andrebbe aggiunto il suffisso diminutivo -ULUS, per cui il nome avrebbe il significato di ‘luogo della piccola cima'. Citata come “Barriolus”, “Barolius” e “Baroglius” in documenti del XIII secolo, dalla fine del Trecento fu chiamata Barolus. Per far fronte alle scorrerie dei saraceni, venne trasformata in luogo fortificato con la costruzione della rocca. Nel corso del Medioevo gravitò nell'orbita di Alba, passando poi sotto la signoria del nobile casato dei Falletti. La storia più recente è storia dell'Italia, con la preparazione e la creazione dello stato unitario, le guerre per l'indipendenza e i due tragici conflitti mondiali, congiunti dalla triste esperienza del fascismo. Il monumento più importante è rappresentato dal castello dei marchesi Falletti, ricostruito nell'Ottocento, in cui è possibile ammirare stupende sale, tra cui quella che ospitò Silvio Pellico, e alcune tele di Massimo d'Azeglio; vi si trova, tra l'altro, l'enoteca regionale del celebre vino locale. Interessanti sono anche: la chiesa parrocchiale e le antiche cantine della marchesa Barolo, con le grandi botti utilizzate fin dalla metà del XIX secolo.

Come arrivare

AUTO: A 22 km dal casello di Fossano, che immette sull'autostrada A6 Torino-Savona, può essere raggiunta anche percorrendo la strada statale n. 661 delle Langhe, il cui tracciato si snoda a 7 km. TRENO: La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Bra-Ceva (sostituita da servizio autobus), si trova ugualmente a 7 km. AEREO: Il collegamento con la rete del traffico aereo è assicurato dall'aeroporto di Cuneo/Levaldigi, a 35 km; quello di riferimento, posto nel capoluogo regionale, dista 97 km; per le linee aeree intercontinentali dirette ci si serve dell'aerostazione di Milano/Malpensa, a 190 km.

Monumenti

Castello dei Marchesi Falletti di Barolo

Musei

Museo Etnografico ed Enologico del Barolo

Percorsi

Tour in bici sulla "Strada del Barolo"

Tour in bici sulla "Strada del Barolo"

La Bassa Langa e i suoi famosi vigneti, tra natura e tradizioni secolari

<p>Le <strong>Langhe</strong>, i suoi paesaggi collinari, i suoi <strong>vigneti</strong> rinomati in tutto il mondo. Un territorio magico da vivere in <strong>bicicletta</strong>, immersi tra i profumi e sapori di una terra di lunghe...

Nazione: IT

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo

Indirizzo: Piazza Caduti per la Libertà, 3

Telefono: +39 017356106

Fax: +39 017356381

Altitudine (min/max): 213/490

Superfice (Kmq): 6.00

Popolazione: 728

Nome abitanti: barolesi

Densità (ab. per Kmq): 130

Frazioni: Vergne

Comuni limitrofi: Castiglione Falletto, La Morra, Monforte d'Alba, Narzole, Novello

Classe climatica: E

Classe sismica: 1

Santo patrono: San Luigi dei Francesi

Giorno festivo: 25 agosto