Dobbiaco

Dobbiaco (1.256 m), la porta sulle Dolomiti, nome che deriva dalla magnifica vista panoramica sulle Tre Cime di Lavaredo, è situata in prossimità delle delle vette dolomitiche più suggestive e più belle. Il paese vanta un clima particolarmente salutare ed offre innumerevoli possibilità di praticare sport in ogni stagione dell'anno. Completa l'offerta la varietà culturale che culmina nelle Settimane Musicali Gustav Mahler. Da non dimenticare poi tutte le manifestazioni legate alle usanze e tradizioni sempre vive della popolazione e il santuario di Santa Maria.

Storia

Con il nome di DUPLAGUM il borgo viene già menzionato in un documento di donazione del vescovo Hitto von Freising a un certo Quartinus, nell’827; nell’893 è attestato Doublach e nel 1020 Toblach. In epoca romana il territorio appartenne al Norico. Nel medioevo il borgo fu dapprima tributario del convento di San Candido –sottoposto al dominio diretto dei vescovi di Freising– e in seguito dominio dei conti di Gorizia, che vi eressero una stazione di dogana e di sosta, poiché sorgeva lungo l’importante arteria denominata Strada d’Alemagna, che collegava Venezia ad Augusta. Con l’estinzione dei conti di Gorizia l’abitato e il suo territorio passarono sotto il dominio degli Asburgo e Massimiliano I soggiornò spesso nel castello dei suoi vassalli, i capitani Kaspar e Christoph Herbst zu Herbstenburg. All’epoca delle conquiste napoleoniche il paese venne annesso al Regno d’Italia e durante la prima guerra mondiale venne quasi completamente distrutto. Oltre al Castel Herbstenburg, costruito nel 1500 dagli Herbst sui ruderi di una precedente struttura medievale del XIII secolo, vanno annoverate nel patrimonio storico-architettonico la parrocchiale barocca di San Giovanni Battista (XVIII secolo), accanto alla quale si erge un campanile isolato, aperto dal basso in alto da cinque finestre, e la residenza Torre Rossa, nota anche come Hornberg Turm (XV secolo); a circa trenta chilometri dal capoluogo, in località Carbonin Vecchia-Schluderbach sorge la casina del grande compositore G. Mahler, dove nacquero la Nona e la Decima Sinfonia e il Canto della Terra.

Come arrivare

AUTO: È servita dalle statali n. 49 della Pusteria –arteria di rilevanza internazionale che conduce da Bressanone al confine con l’Austria– e n. 51 di Alemagna –storico tracciato che unisce l’abitato a Conegliano Veneto (VE)–; è necessario, tuttavia, percorrere 55 km per raggiungere il casello di Bressanone dell’autostrada A22 Brennero-Modena. TRENO: La linea ferroviaria Fortezza-Prato alla Drava ha uno scalo sul posto. AEREO: Mentre il meno lontano aeroporto in territorio italiano si trova a Venezia/Tessera, a 179 km, sono rispettivamente 126 e 411 i chilometri da percorrere per raggiungere lo scalo aeroportuale di riferimento, in territorio austriaco, e quello intercontinentale di Milano/Malpensa

Eventi

AGOSTO - Grande Corteo di Costumi Tradizionali

Percorsi

Pedalando all'ombra delle Tre Cime di Lavaredo

Pedalando all'ombra delle Tre Cime di Lavaredo

<p>Un percorso indimenticabile nel cuore delle <strong>Dolomiti</strong>, per tutti gli appassionati dei tour in bici e per le famiglie che amano passare il loro tempo all'aria aperta, immersi nella natura.</p> <p>Da Sesto alla 'mondana' San...

Dobbiaco - "Cima Coppi" al Passo del Pordoi

Dobbiaco - "Cima Coppi" al Passo del Pordoi

<p>Un'emozione unica, irripetibile, quella di percorrere le strade del <em>Campionissimo</em> sul <strong>Passo del Pordoi</strong>, raggiungendo la più famosa "<strong>Cima Coppi</strong>" del <em><strong>Giro d'Italia</strong></em>. Un...

Dobbiaco-Lienz, lungo la Ciclabile della Drava

Dobbiaco-Lienz, lungo la Ciclabile della Drava

Pedalando al confine tra Italia ed Austria

<p>È uno dei percorsi più amati e frequentati in <strong>Alto Adige</strong>: la <strong>ciclabile</strong> che va da <strong>Dobbiaco a Lienz</strong>, passando per San Candido, che attraversa il confine italo-austriaco seguendo il corso del...

La Ciclabile della Val Pusteria

La Ciclabile della Val Pusteria

Da San Candido a Fortezza, lungo uno degli itinerari più famosi dell'Alto Adige

<p>La <em>Pusterbike</em>, o <strong>Ciclabile della Val Pusteria</strong>, corre sotto le Dolomiti ed è tra le ciclabili più belle d'Italia. Partendo da <strong>San Candido</strong>, ultimo baluardo italiano prima dell'Austria, la...

Nazione: IT

Regione: Trentino-Alto Adige

Provincia: Bolzano

Indirizzo: Via Conti Kunigl, 1

Telefono: +39 0474970500

Fax: +39 0474972844

Altitudine (min/max): 1172/3146

Superfice (Kmq): 126.00

Popolazione: 3292

Nome abitanti: dobbiachesi

Densità (ab. per Kmq): 26

Frazioni: Santa Maria, Valle San Silvestro

Comuni limitrofi: Auronzo di Cadore (BL), Braies, Cortina d'Ampezzo (BL), San Candido, Sesto, Valle di Casies, Villabassa

Classe climatica: F

Classe sismica: 1

Santo patrono: San Giovanni Battista

Giorno festivo: 24 giugno