Porto Viro

Nato nel 1995 dalla fusione di due paesi, Donada e Contarina, Porto Viro rappresenta uno dei comuni più importanti del Parco Regionale Veneto del Delta del Po. Il suo territorio è circondato dall’acqua con il Po di Venezia ed il Po di Maistra a sud, il Collettore Padano ad ovest, il Po di Levante a nord, ad est invece una serie di valli da pesca e diverse lagune lo separano dal Mare Adriatico. Le prime tracce sulla storia di Porto Viro sono riconducibili ai Veneti antichi, ai Greci ed ai Romani che qui costruirono Septem Mària una stazione di posta lungo la via Popilia, strada che collegava Rimini ad Aquileia. La conformazione attuale del territorio prese il via dal “taglio di Porto Viro”, la grande opera di ingegneria idraulica che i Veneziani realizzarono tra il 1600 ed il 1604. In seguito si insediarono alcune famiglie della nobiltà veneziana: i Contarini, i Donà, i Pisani, i Cappello, i Pesaro ed altri ancora che con la costruzione delle proprie case padronali originarono la nascita di diversi centri abitati che ancor’oggi, nel nome, testimoniano il legame con la Serenissima. La struttura economica di Porto Viro è diversificata. Infatti, oltre ai settori trainanti della pesca e dell’agricoltura, si concentrano nel territorio comunale anche importanti realtà industriali come i cantieri navali ed una fitta rete di attività commerciali ed artigianali. Attraverso l’istituzione del Parco del Delta del Po ha preso nuovo vigore la valorizzazione e la tutela del territorio nel quale si possono trovare vere e proprie gemme di natura come la via delle valli, il Po di Maistra e l’oasi di Ca’ Pisani, singolari esempi di architettura veneziana ed inoltre una serie di impianti idrovori, sapientemente recuperati, che testimoniano il duro lavoro dell’uomo per rendere vivibili queste terre. La storia e le tradizioni della civiltà contadina sono raccolte nel Museo della Corte di Ca’ Cappello, mentre nel piccolo museo del miele di Ca’ Cappellino si può conoscere la lavorazione di questo prodotto tipico. Tra gli eventi che animano il paese, sono da segnalare la Mostra mercato del tartufo del Delta del Po, in aprile, la Mostra Nautica e la Fiera Campionaria in giugno, la Festa del miele in settembre e il Mercatino di Natale nel periodo di dicembre

Storia

La prima costituzione del comune risale al 1929, quando Contarina e Donada si fusero con altre località in un’unica entità amministrativa. Successivamente, però, i comuni originari ripresero ciascuno la propria autonomia; solo recentemente, successivamente al censimento del 1991, Contarina e Donada si sono unificate nuovamente in Porto Viro. Contarina sarebbe nata tra il XVI e il XVII secolo, su iniziativa della famiglia Contarini di Venezia, dal cui nome deriverebbe il toponimo; Donada (dal nome dei proprietari originari, i Donà delle Rose) sarebbe stata fondata da pescatori agli inizi del secolo XVIII. Il toponimo Porto Viro deriva dal luogo dove fu realizzato il taglio del fiume (al centro del delta del Po): era un piccolo insediamento sul mare Adriatico, a est dei cordoni di dune, alla foce del Gaurus, uno dei tanti fossi-canali che si intrecciavano nella zona. La storia, tanto di Contarina quanto di Donada, è povera di avvenimenti particolari. Le loro terre emersero in gran parte in seguito al taglio di Porto Viro, operato dalla repubblica di Venezia nei primi anni del Seicento per evitare l’interramento della laguna. Le vicende successive sono quelle che passano attraverso il tramonto di Venezia col trattato di Campoformio, l’assoggettamento agli austriaci nel regno del Lombardo-Veneto (1815) e, infine, il passaggio all’Italia nel 1866 con la terza guerra di indipendenza. La storia più recente è quella del Polesine, con la sua evoluzione e i suoi problemi. Emergenze monumentali e architettoniche di un qualche rilievo sono: a Contarina, la chiesa parrocchiale dedicata a San Bartolomeo Apostolo (del secolo XVIII) fatta costruire dalla famiglia Contarini, il monumento ai Caduti e Villa Contarini-Carrer del ‘700 (oggi albergo); a Donada, la chiesa parrocchiale dedicata alla Visitazione di Maria Santissima, del 1858

Come arrivare

AUTO: È attraversata dalla strada statale n. 309 Romea; il più vicino tracciato autostradale è quello dell’A13 Bologna-Padova, cui si accede tramite il casello di Rovigo che si trova a 40 km TRENO: La stazione ferroviaria di riferimento si trova a 5 km, lungo la linea Rovigo-Chioggia AEREO: Il collegamento con la rete di traffico aereo è garantito dall’aerostazione più vicina, posta a 74 km; per le linee intercontinentali dirette si utilizza l’aeroporto di Milano/Malpensa, a 337 km. NAVE: Il porto di riferimento si trova a 24 km.

Prodotti tipici

L’economia è legata per tradizione alla coltivazione di cereali (in particolare frumento), ortaggi, foraggi, alberi da frutta e viti; si praticano la pesca e la piscicoltura, affiancata dall’allevamento di bovini, suini, caprini, equini e avicoli. L’industria è rappresentata da piccole aziende operanti nei comparti più disparati.

Monumenti

Municipio (Piazza della Repubblica, n°23) Villa Contarini Vizzini ora Carrer (Via Giacomo Matteotti, n°44) Chiesa Parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo (Piazza Matteotti, n°48) Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista (Frazione Ca’ Cappello) Chiesa Parrocchiale Visitazione Maria Santissima (Piazza Marconi, n°44) Chiesetta del XVIII secolo (Porto Levante)

Musei

Museo del Miele (Strada Provinciale, 37 - Aperto sabato, domenica e festivi) Museo della Corte (Via Ca' Cappello, 18 - tel.+39 0426320231 - Aperto sabato e domenica)

Eventi

SETTEMBRE - Palio di Contarina; AGOSTO - Agosto Donadese

Percorsi

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

In bici tra Chioggia, Ferrara e Ravenna - MULTITAPPA

<p>L'itinerario complessivo è un bellissimo <strong>bike tour</strong> suddiviso in <strong>dieci tappe</strong>, che si snoda prima all'interno del <strong>Parco del Delta del Po</strong> per poi addentrarsi...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Rovigo

Indirizzo: Piazza della Repubblica, 23

Telefono: +39 0426325701

Fax: +39 0426633342

Altitudine (min/max): -3/6

Superfice (Kmq): 133.37

Popolazione: 14700

Nome abitanti: portoviresi

Densità (ab. per Kmq): 111

Frazioni: Contarina, Donada

Comuni limitrofi: Loreo, Porto Tolle, Rosolina, Taglio di Po

Classe climatica: 0

Classe sismica: 1

Santo patrono: Santa Maria Madre della Chiesa

Giorno festivo: 11 ottobre