Rosolina

Nella parte settentrionale del Parco Regionale Veneto del Delta del Po si trova Rosolina, località turistica della provincia di Rovigo che con le sue spiagge di Rosolina Mare e Albarella, immerse nella natura, rappresenta la meta ideale per una vacanza all’insegna del relax. Un ambiente unico e suggestivo, dove a sud e a nord come le ali di un airone, sfociano nell’adriatico il Po di Levante e l’Adige, straordinariamente ricco di fauna e di flora, terra di coltivazione di prodotti unici come le vongole e il radicchio. il Comune di Rosolina a partire dagli anni ’60 ha saputo conquistarsi sempre più spazi e attenzioni grazie alla capacità di valorizzare le proprie risorse. Ciò è avvenuto sia per le straordinarie peculiarità naturali del territorio, sia per i suoi plus economici: orticoltura, turismo, allevamento ittico, pesca e trasformazione agro-alimentare. Rosolina è un luogo dove troviamo quella speciale “qualità della vita”, sempre più rara e sempre più ricercata, che pone le proprie basi nella bellezza dei luoghi, nell'efficienza dei servizi, nella genuinità dei prodotti. Per questo possiamo dire che questo luogo dove i confini tra terra e acqua sono invisibili, sia un luogo da visitare, da percorrere... lasciandosi andare al contatto con la gente. Rosolina è tutta da scoprire e poi da amare

Storia

Costituito come comune dal 1835, il toponimo deriva dal nome della famiglia nobile veneta dei Rosolino che avevano ampi possedimenti sulla riva destra dell’Adige. Recenti scavi hanno portato alla luce un tratto della via Popilia (la vecchia via Romea) e le fondamenta di una grande villa di origine romana nei pressi del ponte Rantin, ma la maggior parte delle sue terre sono emerse dopo la rotta del Po a Ficarolo avvenuta nel 1152. Nel 1835 viene incorporata al Lombardo-Veneto e si affranca dal vicino comune di Loreo. La sua storia seguente non segnala avvenimenti di particolare rilievo e segue quella del resto della provincia. La chiesa di Sant’Antonio e San Rocco è stata fatta costruire dalla famiglia di patrizi veneziani dei Sanudo nel 1670 ma è stata ampliata nel 1848 e nel 1908; l’interno, a tre navate, conserva una pala del Sacro Cuore, di autore ignoto, e una statua marmorea della scuola veneziana del Bonazza. Presso l’antica chiesetta di Moceniga dedicata a San Marco (oggi chiusa) esisteva un “casòn de vale”, una tipica abitazione della fascia sub-costiera veneta, a pianta rettangolare, con le pareti di canna intonacata di calcina e il tetto di paglia sorretto da un’intelaiatura di legno: qui per qualche tempo ha dimorato Giordano Bruno, ospite di Giovanni Mocenigo, che in seguito denuncerà il filosofo per eresia al Sant’Uffizio di Venezia.

Come arrivare

AUTO: È attraversata dalla strada statale n. 309 Romea, ma può essere raggiunta anche con l’autostrada A13 Bologna-Padova, tramite il casello di Rovigo, distante 42 km dall’abitato TRENO: Ha una propria stazione ferroviaria lungo la linea Rovigo-Chioggia

Monumenti

Ca' Tiepolo (Via Po di Levante, n° 4 - Isola di Albarella) Palazzo civico (Via Marconi, n° 24) Giardino Botanico di Porto Caleri (oasi)

Eventi

Maggio - Dalla terra alla tavola Giugno/Luglio/Agosto/Settembre - Rosolina d’estate Agosto - Fiera di San Rocco

Percorsi

Da Porto Levante al porto di Pila

Da Porto Levante al porto di Pila

Il Delta del Po in bicicletta

<p>Un <strong>itinerario facile</strong>, alla portata di tutti, in particolare delle famiglie, in un un'area di grande pregio naturalistico. Il <strong>Delta del Po </strong>è un unicum italiano ed europeo, luogo perfetto per osservare numerose...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Rovigo

Indirizzo: Viale Marconi, 24

Telefono: +39 0426340193

Fax: +39 0426664285

Altitudine (min/max): -1/9

Superfice (Kmq): 73.07

Popolazione: 6495

Nome abitanti: rosolinesi

Densità (ab. per Kmq): 89

Frazioni:

Comuni limitrofi: Chioggia (VE), Loreo, Porto Viro

Classe climatica: E

Classe sismica: 1

Santo patrono: San Rocco

Giorno festivo: 16/ago