Sommacampagna

Cittadina di pianura, dalle antiche origini, che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato l’industria. I sommacampagnesi, con un indice di vecchiaia nella media, sono distribuiti soprattutto tra il capoluogo comunale e le località di Caselle e Custoza. Il territorio, attraversato da più corsi d’acqua, presenta un profilo geometrico per lo più regolare, con qualche variazione altimetrica non molto accentuata. L’abitato, in forte espansione edilizia, ha un andamento plano-altimetrico essenzialmente pianeggiante. Nello stemma comunale, concesso con Decreto del Capo del Governo, si raffigura, in campo di cielo, un monte verde a tre cime, posto su una campagna erbosa e sormontato da due spade d’argento, decussate.

Storia

I primi insediamenti nella zona sono di epoca preistorica e risalgono all’età del bronzo (XVI-XIII a.C.); a questi ne subentrarono altri fino ad arrivare alla colonizzazione dei romani: forse nel 101 a.C. l’esercito romano, guidato dal console Caio Mario, vi sconfisse i cimbri, che avevano invaso la pianura. Citata per la prima volta in un documento del 930 come SUMMACAMPANIA, che significa ‘la campagna più alta’, nel corso del Medioevo si sviluppò attorno al castello, fatto costruire dal re Berengario, e alla pieve di Sant’Andrea che, già menzionata in un documento della prima metà dell’undicesimo secolo, rappresentò un importante punto di riferimento anche per la vita spirituale ed economica dei territori circostanti. Coinvolta nelle contese tra Verona e Mantova, fu poi assoggettata alla signoria degli Scaligeri, cui subentrarono Bernabò Visconti e i carraresi, venendo annessa nel 1405 alla repubblica di Venezia, durante la quale vi acquistarono grande rilievo le famiglie dei Venier e degli Zenobi. La storia successiva alla caduta della Serenissima e all’invasione napoleonica del 1796 vede il ritorno all’Austria e il grande coinvolgimento nelle guerre d’indipendenza, con le due celebri battaglie combattute a Custoza nel 1848 e nel 1866 e conclusesi con la vittoria degli austriaci. La sua storia seguente segue quella del resto della provincia. Tra i monumenti storico-architettonici, oltre a quelli legati agli scontri di Custoza, quali l’ossario, l’obelisco della Cavalchina, il monumento a Monte Croce e la casa del tamburino sardo, spiccano: l’antica chiesa di Sant’Andrea; il santuario della Madonna del Monte; la parrocchiale del Pirlar; le chiese di San Rocco e della Madonna della Salute; le parrocchiali di Custoza e di Caselle e le ville Ca’ Zenobi, Masi, Fiocco, Bassa, Livio, Pignatti-Morano, Saccomani e Giacobazzi.

Come arrivare

AUTO: Situata ad appena un chilometro dal proprio casello sull’A4 Torino-Trieste, è facilmente raggiungibile anche con la strada statale n. 62 della Cisa, che si snoda a soli 6 km dall’abitato TRENO: mediante la linea ferroviaria Verona-Modena, la cui stazione di riferimento si trova ugualmente soltanto a 6 km. AEREO: L’aeroporto più vicino dista 6 km; quello intercontinentale di Milano/Malpensa si trova a 184 km.

Monumenti

Villa Masi Villa della Vecchia Villa Campostrini, detta "La Decima" Villa Bocca Trezza, detta "Mille e una Rosa" Cà Zenobia Villa Venier, detta "La Bassa" Villa Ottolini Pignatti Morano (a Custoza) Villa Ravignani Pieve Romanica di Sant'Andrea (X secolo) Chiesa parrocchiale San Pietro in Vinculis (a Custoza) Chiesa parrocchiale dell'Immacolata e di Sant'Andrea Apostolo Chiesa parrocchiale del Redentore (a Caselle) Chiesa di San Rocco al Castello Chiesa della Madonna della Salute Chiesa della Madonna del Monte (XIII secolo)

Eventi

SETTEMBRE - Sagra del Vino Bianco di Custoza ; GENNAIO - Festa del Broccoletto di Custoza

Percorsi

Anello delle terre del Custoza

Anello delle terre del Custoza

In bicicletta nelle dolci colline moreniche tra Verona e il Lago di Garda

<p>Alla scoperta di un territorio unico nell'<strong>entroterra del Garda</strong>, visitando le dolci <strong>colline moreniche</strong> della provincia di Verona, per conoscere la loro storia, la loro cultura i prodotti tipici che le...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Verona

Indirizzo: Piazza Carlo Alberto, 1

Telefono: +39 0458971311

Fax: +39 0458971300

Altitudine (min/max): 64/173

Superfice (Kmq): 41.00

Popolazione: 14824

Nome abitanti: sommacampagnesi

Densità (ab. per Kmq): 362

Frazioni:

Comuni limitrofi: Sona, Valeggio sul Mincio, Verona, Villafranca di Verona

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: Sant'Andrea

Giorno festivo: 30 novembre